Home | In Eventi | Maxxi: il Roma Rainbow Choir, il primo coro italiano LGBTQIE live con “Elebabele – Lingue e linguaggi”

Maxxi: il Roma Rainbow Choir, il primo coro italiano LGBTQIE live con “Elebabele – Lingue e linguaggi”

Appuntamento martedì 26 giugno alle ore 21 sulla piazza del MAXXI con Elebabele – Lingue e linguaggi, la performance live del Roma Rainbow Choir, il primo coro italiano LGBTQIE.

Uno spettacolo che guida lo spettatore in una esperienza sonora attraverso le differenze, che attraversa 600 anni di musica sacra e profana in lingue differenti, da Bach a Tchaikovsky, da Lady Gaga a New York, New York, fino alla sigla del noto cartoon giapponese Lady Oscar.

C’è un passo biblico della Genesi che racconta come gli uomini, un tempo uniti da una lingua universale, vennero puniti da Dio per aver tentato di costruire una torre talmente alta da raggiungere il cielo. La punizione fu la loro dispersione su tutta la terra, dopo essere stati divisi confondendo le loro lingue.

Nella performance del Roma Rainbow Choir quella separazione fra gli uomini, avvenuta in un tempo remoto e dovuta alla perdita di una lingua universale, viene presa come spunto per cantare in lingue differenti, non solo per conoscerne e apprezzarne il suono che le contraddistingue, ma per riportarle attraverso la musica e il canto a quell’universalità ideale in cui “la Terra aveva solo una lingua e le stesse parole”.

Il Roma Rainbow Choir è dal 2006 il primo, nonché il più longevo, coro LGBTQIE, nato in Italia come coro militante che offre il proprio talento e impegno in battaglie di civiltà. Il coro ha partecipato a molte iniziative tra cui il Rainbow Music Against AIDS e il Concerto per il Roma Pride. Nel suo repertorio oltre 600 anni di musica sacra e profana, antica e moderna.

L’incontro fa parte del programma di eventi estivi YAP FEST 2018

Newsletter

Guarda anche...

Roma Capitale aderisce alla Giornata internazionale delle persone con disabilità

Martedì 3 dicembre 2019 tante iniziative didattiche all’insegna dell’accessibilità, per condividere un’esperienza multisensoriale attraverso l’arte …