Home | In Cultura | Arriva a Roma il sistema ”ammazzacode”: ecco di cosa si tratta

Arriva a Roma il sistema ”ammazzacode”: ecco di cosa si tratta

Arriverà anche a Roma il sistema ”ammazzacode” sperimentato con successo (per ora solo nelle giornate gratuite) agli Uffizi di Firenze. Ad annunciarlo, il sottosegretario al Mibac Gianluca Vacca e il vicesindaco di Roma Capitale, Luca Bergamo, oggi nel primo incontro della Settimana aperta della pubblica amministrazione, sul tema del digitale.

”È in dirittura di arrivo la sottoscrizione del protocollo per l’istituzione di un tavolo tecnico congiunto – spiega Vacca – per verificare l’adottabilità del sistema in più realtà romane. Potrebbe riguardare, ad esempio, il Parco archeologico del Colosseo, con i Fori e i Musei Capitolini, dove si potrebbe garantire un accesso programmato, con una bigliettazione unica e una redistribuzione di tempi e flussi. Ne abbiamo parlato anche con il direttore del Parco Alfonsina Russo, che ha dimostrato interesse e collaborazione”. Il sistema, realizzato dall’Università dell’Aquila, aggiunge Bergamo, ”potrebbe essere adottato presto, nel giro di un anno”.

Newsletter

Guarda anche...

jacopo-ratini

Jacopo Ratini: in radio da venerdì 22 marzo “Appunti sulla felicità”

Da venerdì 22 marzo sarà in rotazione radiofonica “APPUNTI SULLA FELICITÀ”, il nuovo singolo del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi