Lombardia approva Risoluzione su riordino sistema autonomie locali

Corbetta: “Restituiamo dignità e risorse alle province, Parlamento avvii riforma”

Via libera al Pirellone alla Risoluzione sul “Riordino del sistema delle autonomie locali”. In merito è intervenuto in aula il Vicepresidente della Commissione Speciale Autonomia e coproponente del documento, Alessandro Corbetta.

“Con questa mozione – ha affermato Corbetta – mettiamo nero su bianco il fallimento della riforma Delrio e chiediamo il forte rilancio dell’istituzione Provincia”.

“Il ridimensionamento delle autonomie – ha proseguito il consigliere regionale – iniziò in maniera sconsiderata con il governo Monti che tagliò 2 miliardo alle Regioni e 766 milioni di euro alle Province. Si trattò di tagli definiti irragionevoli dalla stessa Corte dei Conti in quanto veniva messa a rischio la gestione dei servizi fondamentali. Stiamo parlando, solo per quanto i due principali ambiti di intervento delle province, di 130 mila km di strade e di 7000 scuole superiori. Una ubriacatura centralista che fortunatamente ha avuto termine con il No al referendum costituzionale di Renzi, ma di cui ancora oggi paghiamo il conto in termini di mancati servizi e investimenti che ricadono sulla qualità della vita dei cittadini”.

“Teniamo presente – ha sottolineato Corbetta – che la riforma Delrio ha devastato un’istituzione che nella nostra Lombardia rappresenta anche l’identità di tanti territori”.

“Dobbiamo superare questo momento di antipolitica, di politica tafazziana che punisce sé stessa e toglie rappresentanza ai cittadini. Chiediamo al parlamento nazionale – spiega Corbetta – che si torni all’elezione diretta del Presidente e del Consiglio Provinciale, che ci sia chiarezza su competenze e risorse, che la Regione abbia l’autonomia legislativa per fare ordine al proprio interno su questi enti e infine che gli amministratori vengano remunerati adeguatamente. Del resto la promessa e tanto osannata “spending review” sulle province ha funzionato ma in senso diametralmente opposto in quanto ha portato all’aumento della spesa pubblica. L’unica ricetta possibile – conclude Corbetta – è quella federalista, che dà maggiore autonomia alle Regioni e più poteri agli Enti Locali. Una sana competizione tra i territori che può finalmente portare efficienza e valorizzare le potenzialità del nostro Paese”.

Guarda anche...

“L’arte dei pizzaiuoli napoletani: patrimonio mondiale dell’UNESCO” ha fatto tappa a Milano

Organizzata dalla Regione Campania d’intesa con il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi