Al Martinitt ora sbarcano… i musical

A marzo e maggio tre appuntamenti  con l’arte da palcoscenico a tutto tondo.

Nel perenne viaggio del Martinitt nel mare sconfinato della cultura, ecco un nuovo porto. Con tre divertenti commedie musicali -ispirate a opere britanniche e statunitensi ma riadattate da italiani per il pubblico italiano- approda in teatro uno dei generi più amati, che sposa recitazione, canto e ballo. In calendario rispettivamente il 9 e 10 marzo, 30 e 31 marzo e l’11 e 12 maggio.

Qualche indizio lo avevamo dato. La barchetta che simboleggia la stagione in corso e il nostro sempre più convinto navigare nello sconfinato mare della cultura in tutte le sue correnti, alla ricerca di sempre nuovi lidi dove approdare e dove condurvi, ha portato un carico di novità. La più grossa è certamente lo sbarco del genere musical nella locandina del Martinitt. Richiestissimi, arriveranno a marzo e maggio tre appuntamenti imperdibili con altrettante storie narrate a ritmo di musica e di ballo. Dopo il teatro, la danza e il cinema, era quasi un atto dovuto accogliere sul nostro palcoscenico questo genere amatissimo, che sa sposare recitazione, musica e ballo ad opera di una regia sapiente, che ne esalti il linguaggio incisivo con scenografie, coreografie e costumi pensati ad hoc.
Sostenitori di una cultura a tutto tondo, accessibile a tutti, e dello svago intelligente, eccoci allora orgogliosi promotori anche della commedia musicale.

I Musical del Martinitt

9 e 10 marzo – ore 21
CIAO AMORE CIAO – Tenco e Dalida tra musica e amore
Da un’idea di Luca Notari e Stefania Fratepietro, scritto e diretto da Piero Di Blasio su musiche di Luigi Tenco, con Luca Notari e Stefania Fratepietro. Pianoforte Emiliano Begni, contrabbasso Ermanno Dodaro, partecipazione in voce Veronica Pinelli. Scene Dario Carrarini, costumi Laura Pucini, arrangiamenti Emiliano Begni.
1967. Due vite legate da una canzone e forse da qualcosa di più. L’ultimo anno di vita di Luigi Tenco. Il rapporto con Dalida, le case discografiche e il pubblico italiano, “inconsapevole colpevole” della morte tragica del grande cantautore italiano, strappato troppo presto all’amore e alla musica. “Ciao amore, ciao”, una dichiarazione, ancora prima che una canzone.

30 e 31 marzo – ore 21
IL MIO GROSSO GRASSO MATRIMONIO GAYO – Il matrimonio più irriverente dell’anno
Compagnia “i perFORMErs-produzioni artistiche”. Cast da definirsi. Regia Edoardo Scalzini. Coreoagrafie Giuseppe Brancato.
Antonio e Andrea hanno deciso: faranno finalmente il grande passo. Ma cosa succede se la famiglia vuole un matrimonio tradizionale a tutti i costi? Se il prete non collabora? Se i vecchi flirt fanno capolino? Per i due giovani sposarsi sarà tutt’altro che semplice… Fortunatamente possono contare su una banda di amici scalmanati e su una wedding planner alquanto intraprendente e strampalata, che si faranno in quattro per aiutarli a rendere il loro grande giorno indimenticabile. Una commedia all’italiana moderna che non farà smettere di ridere gli spettatori, tra irriverenti equivoci, un pizzico di eccentrica follia e tanto divertimento… molto ‘gayo’!

11 e 12 maggio – ore 21
TOMORROW MORNING – Domani ti sposo… domani ti lascio!
Compagnia A.M.O. (Attori Momentaneamente Occupati). Regia Marco Simeoli. Adattamento Piero Di Blasio.
La storia di questo mini-musical inglese, riadattato in Italia, sembra semplice, ma… E’ notte. Marco e Jessica, coppia di circa trentacinque anni, domani mattina si separeranno davanti all’avvocato; Mummi e Jay, coppia di circa venticinque anni, domani mattina si uniranno in matrimonio. Paure, gioie e dolori per una firma, non importa su quale pezzo di carta. Ma anche segreti: ognuno ne nasconde, piccoli e innocenti, grandi ed esplosivi che siano. Soprattutto, è la storia stessa a nascondere il segreto più grande. Risate, riflessioni e belle canzoni preludono a un finale a sorpresa. Che poi, forse, tanto sorpresa non è…

Info e prenotazioni:
TEATRO/CINEMA MARTINITT
Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10 – Parcheggio gratuito.
Orario spettacoli lunedì e martedì ore 21.
Biglietteria: lunedì 17.30-20, martedì-sabato 10-20, domenica 14-20. Ingresso: 26 euro intero.
Abbonamento 50 euro (3 spettacoli).

Il Martinitt
Un teatro entusiasta, dai grandi numeri (oltre 40.000 spettatori lo scorso anno e oltre 2600 abbonamenti in 10 stagioni), che crede davvero nei talenti –consolidati o emergenti- della moderna drammaturgia di casa nostra. Riflettori sempre puntati però anche sulla danza. Al quartiere, infine, il Martinitt ha regalato anche il cinema che mancava.

Guarda anche...

“L’arte dei pizzaiuoli napoletani: patrimonio mondiale dell’UNESCO” ha fatto tappa a Milano

Organizzata dalla Regione Campania d’intesa con il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi