La valigia dell’attore Mercoledì 29 luglio incontro con Gino Lavagetto

Mercoledì 29 luglio 2020 Ore 11,00. Incontro con Gino Lavagetto Iefte Manzotti (Istituto Alcide Cervi). Il cinema nella terra dei fratelli Cervi con contributi audiovisivi Ore 21,15

La valigia dell’attore (Sigla) A cura di Santo Acciaro Francesco Acquaroli

Introduce la proiezione del film L’ultimo piano (2019)

Film prodotto, scritto, diretto e interpretato dagli allievi della

Scuola d’Arte cinematografica “Gian Maria Volonté” con la partecipazione straordinaria di Francesco Acquaroli

Prodotto dalla Scuola d’Arte Cinematografica “Gian Maria Volonté”, Centro di formazione professionale della Regione Lazio, con la supervisione del regista Daniele Vicari, “L’ultimo piano” è un film collettivo, diretto da nove registi, frutto dell’impegno di più di sessanta ragazze e ragazzi alla conclusione del triennio formativo 2016/19 presso la Scuola.

Un metodo di lavoro “corale”, con un punto di partenza comune da rintracciarsi nell’esigenza di raccontare il presente dei loro coetanei con le sue ansie, le sue incertezze, le sue sfumature, seguendo l’esempio di alcune grandi firme del cinema italiano, come Cesare Zavattini.

SINOSSI

Il film racconta una vicenda di ordinaria precarietà lavorativa ed esistenziale, ambientata in un quartiere romano di periferia, nell’appartamento all’ultimo piano di un palazzone fatiscente. Qui le vite di tre giovani coinquilini, un rider, una barista ed una studentessa di giurisprudenza, si intrecciano con quella di Aurelio, ex-cantante punk talmente ossessionato dal suo passato glorioso da non riuscire nemmeno a varcare la soglia dell’uscio per affrontare il mondo presente.

SCHEDA TECNICA

Regia: Giulia Cacchioni, Marcello Caporiccio, Egidio Alessandro Carchedi, Francesco Di Nuzzo, Francesco Fulvio Ferrari, Luca Iacoella, Giulia Lapenna, Giansalvo Pinocchio, Sabrina Podda.Soggetto Gianni Puccini e Bruno Baratti

Sceneggiatura: Fatima Corinna Bernardi, Flavia Bruscia, Sofia Cocumazzo, Giacomo La Porta, Francesco Logrippo, Marco Minciarelli, Giorgio Maria Nicolai, Nimai Andrea Serrao.

Cast: Francesco Acquaroli (Aurelio), Simone Liberati (Mattia), Yuliia Sobol (Diana), Marilena Annibali (Flora), Francesco Tiburzi (Adriano), Aglaia Mora (Barbara), Andrey Maslenkin (Nicola), Astrid Meloni (Maestra), Paolo Giovannucci (Professore).

Produzione: Scuola Gian Maria Volonté

Supervisione: Daniele Vicari

Anno: 2019

Durata: 87 min

Trailer: https://vimeo.com/375621425

Sito ufficiale: https://www.facebook.com/lultimopianofilm/

La Scuola d’Arte Cinematografica “Gian Maria Volonté” è un Centro di formazione professionale della Regione Lazio, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo e gestito tramite convenzione dalla società regionale Lazio Crea. Essa offre un percorso formativo gratuito di durata triennale dedicato alle principali aree tecnico-artistiche che concorrono alla realizzazione di un film.

Classe 1962, Francesco Acquaroli nasce a Roma sotto il segno dell’ Ariete.

Dopo il liceo, frequenta la Scuola di Teatro La Scaletta dove insegnava Antonio Pierfederici con cui debutta in teatro nel 1987. Nel 1988/89 è ne La nave di Gabriele D’Annunzio con la regia di Aldo Trionfo. Per proseguire poi con altri grandi registi: Elio De Capitani, Mario Missiroli, Luca Ronconi, Giuseppe Patroni Griffi e molti altri fino al 2016, ne Harper Regan di Simon Stephens ancora con la regia di De Capitani e nel 2019 ne Il naso di Gogol di Pier Paolo Paladino.

Debutta in televisione nel 1997 ne Il rosso e il nero dove interpreta il conte d’Altamira.

Partecipa ad altre serie televisive tra cui Distretto di polizia, L’avvocato Porta, Romanzo criminale – La serie, Squadra antimafia 7. È nella serie Rocco Schiavone I, II e III stagione, per Rai 2 e in Solo per Mediaset.

Al cinema debutta in Diaz – Don’t Clean Up This Blood di Daniele Vicari, cui seguiranno Arance & martello di Diego Bianchi, Pasolini di Abel Ferrara, Era d’estate di Fiorella Infascelli, Mia madre di Nanni Moretti, Smetto quando voglio di Sydney Sibilia, Gli ultimi saranno ultimi di Massimiliano Bruno, Dogman di Matteo Garrone, Gli anni più belli di Gabriele Muccino, Il mio nome è Mohammed di Pascaljevich, Adults in the room di Costa Gavras. È il protagonista del corto d’autore di Paolo Sorrentino Piccole avventure romane,

La sua interpretazione in Sole cuore amore di Vicari presentato alla festa del Cinema di Roma, ha riscosso grandi consensi di critica e di pubblico, vincendo il premio Alberto Sordi come Attore non protagonista al Festival di Bari Bif&st

È inoltre la voce narrante in I mille giorni di Mafia Capitale, documentario andato in onda su Rai 3 nel settembre 2017. Su Netflix in Suburra – La serie interpreta Samurai, uno dei protagonisti. Nel primo episodio di Fargo season 4 con la regia di Noah Hawley, interpreta Ebal Violante.

Dal 2018 sostiene Medici Senza Frontiere e ha prestato la sua voce per lo spot video e radio della campagna “Cure nel cuore dei conflitti”.

Guarda anche...

Creuza de Mà

Creuza de Mà – Musica per cinema, edizione numero quattordici

A Carloforte (Sud Sardegna) dal 26 al 30 agosto la prima parte del festival di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi