La Gaga Symphony Orchestra torna a esibirsi venerdì 11 settembre

La Gaga Symphony Orchestra torna a esibirsi finalmente dal vivo venerdì 11 settembre alle ore 21 a Padova, nella storica cornice della piazza d’armi del Castello Carrarese, con il nuovissimo spettacolo “NOTE A MARGINE. Viaggio nel Pop da Bach a Beyoncé”, che debutta in prima assoluta a conclusione della programmazione estiva “Castello Festival 2020”, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Il concerto vedrà impegnato l’ensemble veneto nella formazione del Sestetto, che consente la giusta distanza tra i professori d’orchestra – tutti rigorosamente under 35 come da cifra distintiva della Gaga Symphony Orchestra – nel rispetto delle restrizioni legate alla pandemia da Covid-19.

Dopo aver animato con video, post e performance homemade sui propri canali social il lungo e difficile periodo del lockdown, tra una pioggia di like e commenti entusiasti dei propri fan e il sostegno al Dipartimento della Protezione Civile, la Gaga Symphony Orchestra farà di nuovo risuonare live, davanti a un pubblico in carne e ossa, la sua musica symphonic-pop in un concerto-spettacolo unico ed esclusivo per soli 400 spettatori (capienza massima consentita).

La serata intende invitare lo spettatore a bordo di una particolare time machine musicale che dal Barocco ritorna all’oggi tra musica classica e pop music, per raccontare delle prime popstar della storia e di come le loro composizioni si nascondano nella struttura e nelle note delle hit dei nostri giorni. Attraversando le epoche, si cercherà quindi di trovare insieme il comun denominatore del linguaggio musicale, perché come diceva John Lennon il ruolo del musicista nella società “è cercare di esprimere ciò che proviamo tutti”. Ad accompagnare il pubblico in questo viaggio nella storia della musica, rigorosamente uptempo, oltre al quartetto d’archi, al pianoforte e alle percussioni, ci saranno le voci narranti di Simone Tonin e Sara Prandin, rispettivamente direttore musicale e direttore artistico, nonché fondatori della Gaga Symphony Orchestra, i quali spiegheranno come, in fondo, la musica colta e il pop non sono davvero così distanti!

«Ad un certo punto della Storia la musica è diventata Pop – afferma Sara Prandin. È riuscita ad attrarre tutti, davvero tutti, con melodie incisive e strutture intellegibili, creando una rottura con quella che oggi si definisce genericamente “musica classica” e che, da oltre mille anni, è fonte di piacere e ispirazione per il mondo occidentale. Ma la musica si è sempre evoluta nel corso dei secoli, plasmata dalla geografia, dalla religione, dalla politica, dalla tecnologia e dal genio di molti grandi compositori».

«Per questo – precisa Simone Tonin – vogliamo dimostrare in un’ora e mezza, tra i giri di accordi di una sonata e i contrappunti di un ritornello pop, tra le intramontabili hit di duecento anni fa e i grandi classici dei giorni nostri, come le composizioni dei “grandi” della storia della musica, vere e proprie prime “popstar”, siano rintracciabili oggi nella struttura e nelle note delle popstar contemporanee».

Il programma partirà quindi da una ricognizione intorno agli elementi cardine della musica, dagli accordi perno dell’armonia, al contrappunto e all’elaborazione tematica, per poi alternare arrangiamenti pop assolutamente inediti a partiture e temi classici, inframmezzati da momenti di transizione musicale, come una sorta di insoliti recitativi. Non mancheranno le hit del momento per ballare tutti sulla sedia, dai più piccini ai più grandi, e tenere il tempo con mani e piedi.

I biglietti da 5 € a 23 €, esclusi i diritti di prevendita, sono disponibili su Vivaticket (online e presso i punti vendita convenzionati) e da Gabbia Dischi (via Dante 8, Padova).

Per informazioni sulle modalità di ingresso:
+39 342 1486878 | eventi@castellofestival.it | www.castellofestival.it/informazioni

La serata si inserisce nella rassegna “Castello Festival 2020”, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, che vede la direzione artistica di Maurizio Camardi e l’organizzazione della Scuola di Musica Gershwin. Partner della rassegna le aziende Stylplex e Family, media partner Radio Padova, Easy Network e TV7 Triveneta.

Biografia

La Gaga Symphony Orchestra, ensemble veneto di giovani professionisti del panorama musicale, è nota per proporre durante i suoi spettacoli un originalissimo repertorio pop e dance capace di divertire spettatori di ogni età all’insegna dell’alta qualità artistica. Dai classici evergreen alle ultime hit trasmesse alla radio e sul web, il risultato è un entusiasmo dirompente che coinvolge e contagia il pubblico durante ogni concerto. Dal 2012 ad oggi “la Gaga” ha realizzato oltre 80 spettacoli in Italia e all’estero, dalla Russia alla Germania, dall’Egitto alla Guinea Equatoriale, nelle venue più diverse, collezionando numerosi sold out e dimostrando versatilità ed ecletticità nella propria proposta artistica.

Oltre alla partecipazione alle note trasmissioni televisive Italia’s Got Talent e X-Factor, l’Orchestra vanta importanti collaborazioni con artisti della scena pop italiana: nella primavera 2017, dopo l’ottimo piazzamento a Sanremo, il quartetto d’archi della Gaga Symphony Orchestra ha accompagnato Michele Bravi nel suo tour “Anime di Carta”, mentre in settembre ha registrato per il disco di Patrizia Laquidara “C’è qui qualcosa che ti riguarda”. Nella primavera 2018 l’Orchestra ha accompagnato Patty Pravo nel tour “La Cambio Io La Vita Che” e a settembre dello stesso anno ha preso parte alle riprese del video del singolo “New York” dei Thegiornalisti, mentre in autunno ha registrato le parti orchestrali del nuovo disco di Chiara Galiazzo. Per tutta la scorsa estate la Gaga Symphony Orchestra ha poi accompagnato con la formazione da 40 elementi Francesco De Gregori nel suo tour “De Gregori & Orchestra – Greatest Hits Live”, girando l’Italia da nord a sud tra le location più prestigiose e suggestive, come le Terme di Caracalla, il Teatro antico di Taormina e l’Arena di Verona.

La Gaga Symphony Orchestra è poi spesso chiamata ad arricchire eventi di prestigio di importanti aziende e brand, come American Express, Calzedonia e Intimissimi, Juventus, Pirelli, Pinko, PwC e Smeg.

Ad aprile 2020, in pieno lockdown a causa della pandemia da Covid-19, sostiene il Dipartimento della Protezione Civile con la campagna #MusicaVirale promossa dal video Nel blu dipinto di blue (Da Ba Dee), registrato dai 30 elementi dell’orchestra, ciascuno dalla propria abitazione.

Dettagli evento

Titolo: NOTE A MARGINE. Viaggio nel Pop da Bach a Beyoncé

Artista: Sestetto della Gaga Symphony Orchestra

Data: venerdì 11 settembre 2020, ore 21

Luogo: Padova, Castello Carrarese, Piazza del Castello 16

Durata: 1 ora e 30 minuti circa

Biglietti in platea numerata (esclusi diritti prevendita): Intero I settore 23 € | Intero II settore 20 € | Ridotto (studenti fino a 25 anni) 10 € | Ridotto (under 18) 5 € all’ingresso è necessario esibire opportuno giustificativo per l’accesso con biglietto ridotto (tessera studenti, ecc.)

Prevendite: Vivaticket online e punti vendita | Gabbia Dischi via Dante 8, Padova

Info modalità di ingresso: +39 342 1486878 | eventi@castellofestival.it | www.castellofestival.it

Info spettacolo: www.gagasymphonyorchestra.com | info@gagasymphonyorchestra.com

Facebook @GagaSymphonyOrchestra

Instagram gaga_symphony

YouTube Gaga Symphony Orchestra

Nell’ambito di: Castello Festival

Rassegna promossa da: Comune di Padova, Padova Cultura Assessorato alla Cultura

Con il contributo di: Fondazione Cariparo

Direzione Artistica e Organizzativa: Maurizio Camardi, Scuola di Musica Gershwin

In collaborazione con: Associazione Gaga Symphony

Partner: Stylplex, Family, Giuriolo & Pandolfo Assicuratori, Garden Cavinato

Media Partner: Radio Padova, Radio Easy Network, Gruppo Editoriale Tv7, TV7 Triveneta – Redazione Veneto

Food & Wine: All’Ombra della Piazza

Guarda anche...

James Blunt

Riprogrammate le date del tour italiano di James Blunt

Il tour di James Blunt, che avrebbe dovuto far tappa in Italia il 2 ottobre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi