diabolik

Aldo De Scalzi e Pivio firmano la colonna sonora di “Diabolik”

I musicisti e compositori PIVIO & ALDO DE SCALZI tornano a collaborare con Manetti bros. firmando la colonna sonora originale di “DIABOLIK”, il nuovo film dei due fratelli registi, in uscita nelle sale cinematografiche il prossimo 16 dicembre (distribuito da 01 Distribution) con protagonisti Luca Marinelli (Diabolik), Miriam Leone (Eva Kant) e Valerio Mastandrea (ispettore Ginko).

Edita da EDIZIONI CURCI e CREUZA, la colonna sonora originale del film è stata pensata e concepita alla fine del 2019, per poi essere realizzata nel 2020 «avendo come fonte d’ispirazione certe soluzioni timbriche adottate da Bernard Herrmann e con un occhio di riguardo alle atmosfere “action” tipiche di compositori come Lalo Schifrin», raccontano Aldo De Scalzi e Pivio (nome d’arte di Roberto Giacomo Pischiutta).

La colonna sonora, inoltre, è stata sviluppata attorno ad un tema centrale ricorrente «perché un personaggio così iconico come Diabolik meritava tale tipo di approccio», affermano ancora.

Adattamento cinematografico delle avventure del personaggio creato da Angela e Luciana Giussani, “DIABOLIK” racconta la storia oscura e romantica dell’incontro tra Diabolik ed Eva Kant, ambientata nello stato di Clerville alla fine degli anni ‘60. A dargli la caccia, e a cercare di fermare i loro diabolici piani, l’ispettore Ginko.

“DIABOLIK”, scritto da Michelangelo La Neve e Manetti bros., che hanno firmato anche il soggetto insieme a Mario Gomboli, è una produzione Mompracem con Rai Cinema, prodotto da Carlo Macchitella e Manetti bros., in associazione con Astorina e con Luigi de Vecchi, con il sostegno di Emilia – Romagna Film Commission, Friuli-Venezia Giulia Film Commission, Film Commission Vallee D’Aoste.

Guarda anche...

hitler

Dal 27 gennaio, al cinema “Il senso di Hitler”

Dal 27 gennaio, Giorno della Memoria, arriva nelle sale italiane con Wanted Cinema “IL SENSO …

Un commento

  1. ecco,come l’italia,perchè non va,ci sono molti compositori giovani che fanno musica, lo sbaglio e che siamo in un paese corrotto, vincono sempre i figli di papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.