Home | 2013 | L’Italia chiama, Renato risponde. E allora… esageri-AMO!
Renato Zero
Renato Zero

L’Italia chiama, Renato risponde. E allora… esageri-AMO!

L’Italia chiama, Renato risponde. E allora… esageri-AMO! Il trionfo al PalaZero “contagia” tutta la penisola. Lo strepitoso riscontro che sta avendo il live dei record di Renato Zero al Palalottomatica, ribattezzato per l’occasione PalaZero, trascina il successo oltre Roma: data l’enorme richiesta, da settembre il live andrà in tour in otto città italiane. Sono state confermate già 18 date: il 10, 11, 13, 14 settembre al Mediolanum Forum di Milano, il 10 e il 12 ottobre al Palafabris di Padova, il 15 ottobre all’Unipol Arena di Bologna, il 18, 19 e 21 ottobre al Nelson Mandela Forum di Firenze, il 28 e il 30 ottobre al Pala Olimpico di Torino, l’8 e 9 novembre al Pala Sele di Eboli,  il 12 e 13 novembre al Pala Florio di Bari e il 15 e 16 novembre al Palasport di Acireale. Le prevendite dei biglietti sono disponibili da oggi sul sito www.ticketone.it e presso i punti vendita abituali.
Il travolgente successo del PalaZero è dato dai numeri dei primi giorni di concerti: oltre 90.000 biglietti venduti per le 15 date in calendario, un live già entrato nella storia della musica: è la prima volta che un artista rimane per un mese in concerto nella stessa location, con quindici date consecutive.
Ad attendere il pubblico, otto straordinari musicisti, un’orchestra di trentaquattro elementi diretti dal Maestro Renato Serio e dodici ballerini che danzeranno le coreografie di Bill Goodson (storico collaboratore di Diana Ross e Michael Jackson). Ma non solo, il live è arricchito dalla proiezione in esclusiva assoluta del videoclip di “Un’apertura d’ali”, l’inedito contenuto nel nuovo album “Amo”, e composto dal poeta della musica Gian Carlo Bigazzi. La clip è stata realizzata da Alessandro D’Alatri nel carcere femminile di Latina. Sorprendenti anche i costumi che l’artista indossa sul palco, un vero spettacolo nello spettacolo, realizzati appositamente per lui dalla Maison Cavalli e da The One di Gabriele Mayer. Inoltre il “PalaZero”, in questi giorni è diventato un vero e proprio spazio interattivo all’insegna dell’intrattenimento ma anche della cultura. Al suo interno infatti è possibile visitare anche due mostre. In una, a cui il pubblico ha accesso anticipato di un’ora rispetto all’apertura dei cancelli alle ore 19.00, sono esposti al pubblico i costumi storici di Renato Zero, grazie all’allestimento e alla maestria di Gabriele Mayer, unitamente ad una mostra fotografica che racconta le mille facce di un artista trasformista e imprevedibile qual è Zero. Nell’altra, l’artista ha invece voluto dare spazio alla bell’Italia degli artigiani che da sempre sono parte importante di un paese che spesso dimentica le sue grandi tradizioni. E’ stata quindi allestita una vera e propria mostra “interattiva” a loro dedicata, dove gli artigiani stessi potranno esporre le loro opere e dare vere e proprie dimostrazioni della loro attività. Il tutto a cura dell’agenzia AbcProject. Inoltre, sempre all’interno del “PalaZero”, sono  a disposizione del pubblico dei Video Box nei quali poter lasciare un video messaggio all’artista e dei mega backdrop dove si può fare una foto e diventare Renato Zero per il tempo di uno scatto.

 

 

Guarda anche...

Renato Zero “La Vetrina” il nuovo singolo dal 13 Settembre in radio

Da domani, venerdì 13 settembre, sarà in radio e disponibile in digitale “LA VETRINA”, il …

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi