caccia dell'esercito con la Stella di David
caccia dell'esercito con la Stella di David

Israele torna a colpire in Siria


Israele torna a colpire in Siria. Nel mirino dei caccia dell’esercito con la Stella di David un centro di ricerca, nei pressi di Damasco.
La notizia è stata diffusa dalla tv di Stato siriana e dall’agenzia di stampa, Sana. La tv parla di immagini di una “palla di fuoco” sul centro di ricerche che sarebbe stato colpito da razzi israeliani.
L’obiettivo sarebbero i missili Fatah-110 iraniani destinati a hezbollah e nascosti nel sito. Una replica del raid delle scorse ore che aveva visto colpire un’altra fornitura di armi per il gruppo sciita libanese. Lo riporta la radio israeliana, citando una fonte diplomatica occidentale, e sottolineando che anche fonti israeliane confermano che vi è stato un attacco in Siria. I missili distrutti hanno una gittata di 300 chilometri.
Dall’ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu e dall’esercito israeliano non è arrivato nessun commento.
L’Iran ha condannato quella che definisce “l’aggressione contro la Siria” di Israele, riferendosi al raid condotto dai caccia israeliani per distruggere un carico di missili. “Il regime sionista ed i suoi alleati stanno cercando di creare una discordia etnica e religiosa tra i paesi musulmani”, ha dichirato un portavoce del ministero degli Esteri, Ramin Mehmanparast, esortando i paesi della regione ad essere uniti contro Israele. Il portavoce iraniano ha definito gli attacchi israeliano come “calcolati” tentativi di creare insicurezza ed instabilità nella regione.


Guarda anche...

camion aiuti Gaza

UNICEF/Conflitto Medio Oriente: entrato a Gaza il primo carico di aiuti salvavita

Oltre 44.000 bottiglie di acqua potabile fornite dall’UNICEF – sufficienti per 22.000 persone per un …