Home | Gossip | Tori Amos: mia figlia Natasha è la mia musa
Tori Amos
Tori Amos

Tori Amos: mia figlia Natasha è la mia musa

“I 49 sono stati terribili, ma i 50 sono meravigliosi”: sono passati 22 anni da ‘Little Earthquakes’, il disco d’esordio che la consacrò cantautrice di culto, e Tori Amos oggi è un’elegante signora in completo nero e occhiali a farfalla, che parla di figli e crisi di mezza età. Dopo alcuni dischi classici e il musical ‘The light princess’ scritto per il National Theater di Londra, con il nuovo lavoro ‘Unrepentant Geraldines’ la cantautrice è tornata al suo amato piano e al pop da camera dei tempi migliori. Una scelta dettata dal bisogno di staccarsi un po’ dai contratti con il teatro inglese e la Deutsche Grammophone (“ho scritto nuovi brani – scherza – per sopravvivere”) ma ispirata soprattutto dalla figlia tredicenne Natasha, che non esita a definire “la mia musa”.

“A un certo punto ho avuto un’intesa conversazione con lei, che mi ha detto: ‘mamma, riempi di rock questa casa, riempi di rock il mondo!’, mi ha chiesto – racconta Tori con lo stesso tono ispirato che non ha perso negli anni – quale fosse il messaggio che volevo dare e mi ha invitato a mostrare a tutti quanto fossi forte”. Quella lanciata da Natasha “è stata una sfida ed è stata anche la migliore medicina” per affrontare il traguardo del mezzo secolo: “ci sono arrivata preparata, sono una donna forte e consapevole, ma nel mio mondo – dice ancora – i 50 anni non sono un momento facile: a Hollywood creano apposta ruoli per le celebrità di una certa età, mentre nel mio business nessuno penserebbe mai a studiare un tour per Helen Mirren”. Visto che la figlia Natasha a soli 13 anni sembra già molto promettente (canta con lei nel brano ‘Promise’ ed è la terza volta che affianca mamma in un disco), la spingerebbe a seguire le sue orme? “Mi basta che non diventi una rapper!” risponde scherzosa. E poi, certo: “se vuole provare farò quello che fanno le mamme: la supporterò e le dirò di tenere gli occhi bene aperti”.

Anche così ha superato la sfida dei 50: “per alcune donne è tragico, perché si sentono invisibili, per affrontarli al meglio devi avere un grande rispetto di te e non te lo può dare nessuno”, nemmeno un figlio o una carriera in continua evoluzione, che dopo questo nuovo album – che Tori sta eseguendo dal vivo nel tour che stasera fa tappa a Milano – proseguirà con un disco tratto dal musical ‘The light princess’. (fonte ANSA)

Iscriviti alla Newsletter (16356)

[post-marguee]

Guarda anche...

Tori Amos

Tori Amos live in Italia a settembre

La celebratissima cantante e cantautrice Tori Amos rivela il titolo del suo attesissimo nuovo album …

Un commento

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi