Home | Cinema | L’Italia criminale e mafiosa nei film a Venezia
Sabina Guzzanti
Sabina Guzzanti

L’Italia criminale e mafiosa nei film a Venezia

Alla 71/a edizione della Mostra del cinema di Venezia (27 agosto-6 settembre) c’è l’Italia criminale e mafiosa in tutte le sue declinazioni.

Non solo l’ingombrante politica in odor di mafia di BELLUSCONE UNA STORIA SICILIANA di Franco Maresco, ma anche la trattativa Stato-mafia de LA TRATTATIVA di Sabina Guzzanti. C’è poi la ‘ndrangheta di ANIME NERE di Francesco Munzi e, infine, la criminalità senza pedigree, quella del recupero crediti di SENZA NESSUNA PIETA’ di Michele Alhaique.

Iscriviti alla Newsletter (16384)

 

Guarda anche...

dior

A Villa Pisani l’eleganza di Dior

1951, un anno magico per Venezia. Gli scorci più intriganti della città sono coprotagonisti dalla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi