Ventotene: vertice per consolidare l’intesa Germania-Francia-Italia

La nuova Ue deve ripartire da Ventotene, soprattutto dallo spirito di padri dell’Europa come Altiero Spinelli che in quell’isola, tra il 1941 e il 1944, partorirono il manifesto “Per un’Europa libera e unita”.

Questa, almeno, è la convinzione del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che da mesi ha organizzato il vertice di domani con Angela Merkel e François Hollande, scegliendo come sede proprio l’isola-simbolo del progetto europeista. Un incontro che nelle intenzioni del premier dovrà, innanzitutto, consolidare quella sorta di triumvirato Germania-Francia-Italia inaugurato a Berlino il 27 giugno, subito dopo il voto sulla Brexit. Ma, soprattutto, un incontro che dovrà far fare un passo verso quel “ritorno al futuro” dell’Ue che Renzi continua a invocare in contrapposizione al rigorismo attuato negli ultimi anni.

Il programma – Il premier accoglierà Angela Merkel e François Hollande all’aeroporto di Capodichino a Napoli. L’accoglienza con gli onori militari è prevista rispettivamente alle ore 15.50 e 16.00, circa. Renzi, Hollande e Merkel, a bordo di un elicottero, faranno quindi visita a Ventotene e, in particolare, renderanno omaggio alla tomba di Spinelli, confinato dal regime fascista sull’isola pontina. Renzi, Merkel e Hollande terranno poi alle ore 18.00 una conferenza stampa sulla Nave Garibaldi della Marina Militare.

Guarda anche...

ventotene

Lazio: “Ventotene luogo della memoria” e’ legge regionale

Il riconoscimento dell’importanza dell’isola ai fini della nascita dell’ideale europeista al centro della proposta di …