Facebook nel mirino della Commissione Europea

Facebook nel mirino della Commissione Europea. L’antitrust ha chiesto al social network informazioni sulle modifiche sull’uso dei dati raccolti con la controllata WhatsApp.

Lo afferma Margrethe Vestager – commissaria Ue alla concorrenza – parlando con Bloomberg. La richiesta riguarda la possibilità di usare i dati di WhatsApp per la pubblicità su altri servizi Facebook. “Abbiamo fatto delle domande. Il fatto che i dati non fossero uniti agli altri è stato un fattore decisivo nel via libera all’acquisizione”, di WhatsApp da parte di Facebook.

A fine agosto la popolare chat ha annunciato una modifica dei termini di servizio e dell’informativa sulla privacy – la prima in quattro anni – che le consentirà di collegare i numeri di telefono degli utenti “ai sistemi di Facebook”.

In un post sul suo blog, Whatsapp ha anche offerto rassicurazioni al suo miliardo circa di utenti in merito alla privacy: “Anche se ci coordineremo maggiormente con Facebook nei mesi a venire, i messaggi crittografati rimarranno privati e nessun altro potra’ leggerli. Ne’ WhatsApp, ne’ Facebook, ne’ nessun altro”. Infatti, gli utenti possono scegliere di non condividere le informazioni con Facebook. Per farlo devono deselezionare l’apposita voce nelle impostazioni.

Iscriviti alla Newsletter (16370)

[post-marguee]

Guarda anche...

Strisciulli

La musica di Carrara e la danza di Strisciulli incontrano le bellezze dalla Puglia

Django Concerti e FABS Projects uniscono le forze per realizzare il progetto digitale “Contatto” che …