MAXXI – Radio Web Italia https://www.radiowebitalia.it Radio On-Line, Notizie Musicali, Cinema, Spettacolo e tanto altro Mon, 26 Oct 2020 09:38:05 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.7.2 Maxxi. Roma – Milano Andata e Ritorno: 9 luglio secondo appuntamento con il ciclo di incontri sulle due città https://www.radiowebitalia.it/136266/in-news/in-cultura/maxxi-roma-milano-andata-e-ritorno-9-luglio-secondo-appuntamento-con-il-ciclo-di-incontri-sulle-due-citta.html Mon, 08 Jul 2019 08:46:01 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=136266 Grazie all’Alta Velocità, Roma e Milano, da 10 anni vivono un allargamento della territorialità urbana che coinvolge gruppi sempre più ampi di persone, abituate a spostarsi e a vivere ‘tra’: per lavoro, per amore, per semplice curiosità. Ma le due città, nonostante i continui contatti, quanto si conoscono, al netto dei fondamentali? Come cambiano gli …

L'articolo Maxxi. Roma – Milano Andata e Ritorno: 9 luglio secondo appuntamento con il ciclo di incontri sulle due città proviene da Radio Web Italia.

]]>
Grazie all’Alta Velocità, Roma e Milano, da 10 anni vivono un allargamento della territorialità urbana che coinvolge gruppi sempre più ampi di persone, abituate a spostarsi e a vivere ‘tra’: per lavoro, per amore, per semplice curiosità. Ma le due città, nonostante i continui contatti, quanto si conoscono, al netto dei fondamentali?

Come cambiano gli spazi urbani tra la Città Eterna e quella meneghina, e quanto influenzano i comportamenti dei propri abitanti? Quanto sono simili e quanto sono diverse tra loro?

Ne parlano, martedì 9 luglio al MAXXI, manager, professionisti, operatori della cultura, artisti e innovatori, nel corso del secondo appuntamento del ciclo di incontri Roma-Milano andata e ritorno, un progetto – ideato e a cura di Roberta Petronio con la sponsorship di Trenitalia – che arricchisce la collaborazione tra Museo nazionale delle arti del XXI secolo e Triennale di Milano.

Dopo aver analizzato il valore del tempo nei due capoluoghi, il secondo appuntamento (ore 21, piazza del MAXXI, ingresso libero fino ad esaurimento posti) è dedicato agli Spazi Urbani: ‘Come cambiano, e come ci stanno cambiando’. Intervengono: Carlo De Vito, presidente FS Sistemi Urbani; il comico monologhista romano Saverio Raimondo, nuovo volto della Stand-Up Comedy italiana, su Netflix con lo spettacolo “Il Satiro Parlante” e su Comedy Central con “CCN”; Chicco Testa, presidente Telit Communications Spa; Clara Tosi Pamphili, storica della moda e del costume, e vicepresidente Palaexpo; il giornalista Michele Masneri. Modera l’editorialista del Corriere della Sera Paolo Conti.

Sullo stesso tema è in programma un appuntamento a Milano venerdì 12 luglio in Triennale.

Newsletter

L'articolo Maxxi. Roma – Milano Andata e Ritorno: 9 luglio secondo appuntamento con il ciclo di incontri sulle due città proviene da Radio Web Italia.

]]>
Due nuovi appuntamenti con la letteratura al Maxxi di Roma https://www.radiowebitalia.it/136081/in-news/in-cultura/maxxi-di-roma-due-nuovi-appuntamenti-con-la-letteratura.html Mon, 01 Jul 2019 12:35:49 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=136081 Due nuovi appuntamenti con la letteratura nella piazza del Museo nazionale delle arti del XXI secolo, con il ciclo di incontri Libri al MAXXI, che per l’estate si sposta all’esterno. Martedì 2 luglio alle ore 21 (Piazza del MAXXI, ingresso libero fino ad esaurimento posti) Roberto Cotroneo, scrittore, critico e fotografo, presenta il suo libro …

L'articolo Due nuovi appuntamenti con la letteratura al Maxxi di Roma proviene da Radio Web Italia.

]]>
Due nuovi appuntamenti con la letteratura nella piazza del Museo nazionale delle arti del XXI secolo, con il ciclo di incontri Libri al MAXXI, che per l’estate si sposta all’esterno. Martedì 2 luglio alle ore 21 (Piazza del MAXXI, ingresso libero fino ad esaurimento posti) Roberto Cotroneo, scrittore, critico e fotografo, presenta il suo libro Niente di personale (La nave di Teseo), insieme allo scrittore Paolo Di Paolo. Nel romanzo, uno scrittore che ha lavorato a lungo nel mondo dei giornali e della cultura si accorge d’un tratto, come per una strana epifania, di essere stato negli ultimi trent’anni il testimone di un tempo ormai perduto. Perché è scomparso il mondo di Moravia e Calvino, di Fellini e Sciascia? E il grande giornalismo, e l’anima delle case editrici? Decide quindi di ricostruire il motivo per cui tutto questo è accaduto. Attraverso una scrittura densa e il confronto con personaggi un tempo importanti e oggi quasi ai margini del mondo culturale prova a raccontare la fine di un’epoca, in una Roma rarefatta e logora, che assiste indifferente al mutare delle cose.

Un romanzo che è un atto d’accusa stringente e radicale, la fotografia di quello che siamo diventati. L’inno a un tempo perduto, a un tempo cristallizzato e rivendicato: la storia e lo sguardo di un uomo capace di passione, indignazione, ironia, che fa del narrare invettiva e resistenza, perché la memoria a volte è l’unica chiave per salvare il futuro.

Si guarda alle stelle, invece, nell’incontro di mercoledì 3 luglio (ore 21, Piazza del MAXXI, ingresso libero fino ad esaurimento posti) con il fisico sperimentale, saggista e divulgatore scientifico Roberto Battiston e il suo libro Fare spazio. I miei anni all’Agenzia Spaziale Italiana (La nave di Teseo). Una grande avventura che parte dai laboratori e dai centri ricerca sparsi lungo lo Stivale e arriva a centinaia di chilometri sopra le nostre teste, dando un contributo essenziale alle missioni degli astronauti, agli esperimenti in orbita destinati a migliorare la nostra vita, alla rete di satelliti che osserva la Terra e aiuta a prevenire e gestire i disastri naturali. Un racconto appassionato, che è insieme guida competente e atto d’amore verso una missione compiuta guardando alle stelle coi piedi per terra.

Gli incontri del ciclo Libri al MAXXI proseguiranno la settimana successiva con Michela Murgia (mercoledì 10 luglio, ore 21.00) con Noi siamo tempesta, Storie senza eroe che hanno cambiato il mondo, e Vittorio Emiliani (venerdì 12 luglio, ore 21.00) con Roma, Capitale malamata.

Newsletter

L'articolo Due nuovi appuntamenti con la letteratura al Maxxi di Roma proviene da Radio Web Italia.

]]>
Estate al Maxxi di Roma: al via il programma estivo https://www.radiowebitalia.it/135788/senza-categoria/estate-al-maxxi-di-roma-al-via-il-programma-estivo.html Thu, 13 Jun 2019 19:06:56 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=135788 Si apre con il concerto di Mahmood (lunedì 17 giugno), il programma di ESTATE AL MAXXI 2019, che il Museo nazionale delle arti del XXI secolo ospiterà anche quest’anno nella sua Piazza e nei suoi spazi: oltre 20 appuntamenti, tra incontri, concerti, proiezioni e molto altro che, insieme alle mostre in corso, tra metà giugno …

L'articolo Estate al Maxxi di Roma: al via il programma estivo proviene da Radio Web Italia.

]]>
Si apre con il concerto di Mahmood (lunedì 17 giugno), il programma di ESTATE AL MAXXI 2019, che il Museo nazionale delle arti del XXI secolo ospiterà anche quest’anno nella sua Piazza e nei suoi spazi: oltre 20 appuntamenti, tra incontri, concerti, proiezioni e molto altro che, insieme alle mostre in corso, tra metà giugno e metà luglio compongono un ricco cartellone di serate di cultura, intrattenimento e svago. Vari gli appuntamenti musicali, che spaziano dalla classica all’urban pop, ai dj-set, mentre prosegue la rassegna Libri al MAXXI con tanti incontri a ingresso libero (il primo, con Stefano Benni, martedì 25 giugno). E ancora, il progetto Roma – Milano a/r, un ponte culturale permanentemente attivo tra le due città attraverso la partecipazione di artisti, creativi, operatori della cultura, il cinema all’aperto e un evento speciale per festeggiare i cinquant’anni trascorsi dall’allunaggio dell’Apollo 11.

“Il MAXXI, che già è scelto durante il giorno da moltissime persone che visitano le mostre, frequentano la biblioteca e gli archivi, partecipano agli incontri ed alle conferenze – ha dichiarato Giovanna Melandri, Presidente della Fondazione MAXXI – compie un ulteriore sforzo per animare, anche nel 2019, i suoi spazi durante le sere d’estate. Il MAXXI apre la sua piazza anche di sera e la mette a disposizione di Roma: grazie alla collaborazione con le istituzioni cittadine e con alcuni tra i principali operatori della cultura pubblici e privati nazionali, tra giugno e luglio quasi ogni sera la Piazza ospiterà appuntamenti di arte e cultura, spaziando tra generi anche differenti tra loro e con un’attenzione particolare alla musica, per allargare ulteriormente la sua offerta ad un pubblico più giovane e con una serata speciale, il 20 luglio, che ci porterà verso mondi lontani, addirittura sulla Luna, per celebrare i 50 anni dall’allunaggio dell’Apollo 11. Mi fa, infine, particolarmente piacere avviare l’Estate al MAXXI con la presenza di Mahmood che, dopo la vittoria al Festival, ha saputo conquistare l’attenzione di un pubblico trasversale non solo come artista”.

ESTATE AL MAXXI: IL PROGRAMMA

MUSICA – Il primo appuntamento è con Mahmood in concerto (lunedì 17 giugno, ore 21.30). Dopo il trionfo al Festival di Sanremo 2019, il successo dell’album Gioventù Bruciata e il doppio disco di platino per il singolo Soldi, Mahmood arriva a Roma nella piazza del MAXXI (biglietti € 18,00 più diritti di prevendita, acquistabili presso la biglietteria del Museo e su Vivaticket; posto unico in piedi non numerato).

Gli spazi interni ed esterni del museo si animeranno poi con numerose esibizioni dal vivo di giovani musicisti: in occasione della Festa della Musica 2019 (sabato 22 giugno, dalle 17.00 alle 22.00) i visitatori del MAXXI saranno invitati a intraprendere un vero e proprio viaggio nel mondo della musica, che si concluderà con un grande concerto in Piazza dell’Orchestra d’Archi de I Solisti Aquilani, che eseguirà Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi (ingresso libero). Giovedì 27 giugno, dalle ore 21.00 sarà la volta del MAGNUM WHITE PARTY//Silent Disco Dj Set: la Piazza del museo si trasformerà in dancefloor, grazie a dj di fama internazionale (ingresso libero).

L’eclettico Daniele De Michele, in arte Donpasta, dj, economista e performer sarà protagonista, con la sua nuova creazione “VILLANI REMIX”, dell’appuntamento Terre colte, il progetto di Enel Cuore Onlus e Fondazione CON IL SUD. Durante l’evento, che si terrà Lunedì 1° Luglio alle ore 21.00, sarà mostrata al pubblico l’installazione multimediale che racconta il progetto. (ingresso libero)

Ancora musica giovedì 11 luglio (ore 21.00) grazie agli artisti di Undamento, l’etichetta indipendente di base a Milano che nel corso degli anni ha firmato i dischi di Coez, Frah Quintale e molti altri. Un palco nella piazza del MAXXI con i live shows di Dutch Nazari,CERI, Joan Thiele, DOLA, IRBIS 37, SPZ, SEE MAW + SECRET GUESTS (biglietti € 15,00 più diritti di prevendita, acquistabili presso la biglietteria del Museo e su Vivaticket; posto unico in piedi non numerato) e, nel Corner MAXXI, la mostra fotografica del tour di Frah Quintale dal titolo Regardez Moi-The Backstage Chronicles, un archivio di fotografie per mostrare tutto ciò che accade durante un tour. Content partner dell’appuntamento con Undamento sarà Red Bull.

LIBRI AL MAXXI – Spazio alla letteratura nella piazza del museo, con il ciclo di incontri Libri al MAXXI, che prenderà il via martedì 25 giugno alle 21.00 con Stefano Benni e il suo nuovo libro Dancing Paradiso. L’autore torna al racconto in versi – in cui mantiene lo stile ricco e inventivo della prosa, aggiungendo accensioni liriche e musicalità – con una storia che è canto delle paure, delle ferite e delle ossessioni del nostro presente, per raccontare l’impresa quotidiana del sacrificio, della cura e della speranza.

Gli incontri proseguiranno con Mauro Covacich (mercoledì 26 giugno, 21.00) con Di chi è questo cuore, Roberto Cotroneo (martedì 2 luglio, 21.00) con Niente di personale, Roberto Battiston (mercoledì 3 luglio, 21.00) con Fare spazio, Michela Murgia (mercoledì 10 luglio, 21.00) con Noi siamo tempesta, Storie senza eroe che hanno cambiato il mondo e, infine, Vittorio Emiliani (venerdì 12 luglio, 21.00 con Roma, Capitale malamata).

Gli appuntamenti del ciclo Libri al MAXXI sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

ROMA-MILANO ANDATA E RITORNO – La collaborazione tra MAXXI e Triennale di Milano, che da poco hanno presentato il Premio Nazionale di Architettura, pensata per costruire un nuovo ponte tra Roma e Milano si arricchisce di un nuovo progetto: anche Roma-Milano andata e ritorno – a cura di Roberta Petronio e reso possibile grazie alla sponsorship di Trenitalia – nasce, infatti, dalla collaborazione tra le due istituzioni romana e milanese. Grazie all’Alta Velocità le due città esattamente da 10 anni vivono un allargamento della territorialità urbana che coinvolge gruppi sempre più ampi di persone, abituate a spostarsi e a vivere ‘tra’ per lavoro, per amore, per semplice curiosità. Ma Roma e Milano, nonostante i continui contatti, quanto si conoscono, al netto dei fondamentali?

Ne parleranno, in un ciclo di incontri che si terranno alternativamente nelle due città, manager, professionisti, operatori della cultura, creativi, scrittori, artisti, musicisti e innovatori. Primo appuntamento mercoledì 19 giugno alle 21.00 a Roma “Il tempo nelle due città. Quanto vale un’ora a Roma e un’ora a Milano?”. Interverranno Mauro Canali (storico e saggista), Giulia Cerasoli (giornalista parlamentare e quirinalista Mondadori) Goldschmied & Chiari (artiste) e Luca Vecchi (The Pills). Modera Giuseppe Di Piazza (giornalista, Corriere della Sera).

Gli appuntamenti del ciclo Roma-Milano andata e ritorno sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

CINEMA – La sera di giovedì 20 giugno, alle 20.30, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, la piazza del MAXXI ospiterà la proiezione – organizzata da National Geographic in collaborazione con Maxxi e UNHCR e preceduta da un talk introduttivo – del documentario Where are you? Dimmi dove sei, prodotto da Doclab per National Geographic con la regia di Jesùs Garcès Lambert. Il documentario prende spunto dalla foto scattata da Massimo Sestini nell’estate del 2014, nelle acque internazionali tra Libia e Sicilia, da un elicottero della Marina Militare italiana, una straordinaria immagine zenitale di un barcone carico di migranti che è diventata il simbolo della crisi migratoria nel Mediterraneo. Nel 2016 Sestini ha lanciato un appello sul web – Where are you? – per scoprire dove fossero finiti quegli uomini, donne e bambini. L’appello è stato raccolto da National Geographic che ha deciso di raccontare questa storia di disperazione e speranza con Where are you? Dimmi dove sei, progetto che vede il patrocinio dell’UNHCR e il sostegno del MiBAC, dell’Apulia Film Commission e della Regione Lazio – Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo.

Sempre in tema di cinema, il 5, 6 e 7 luglio alle 21.00 nella Piazza del museo, saranno protagonisti i recenti vincitori del concorso Extra DOC Festival 2019, in compagnia di registi e interpreti. Venerdì 5 Luglio, alle 21.00 Il venditore di colori di Daniele Costantini, sabato 6 Luglio, alle 21.00 Treno di parole di Silvio Soldini e domenica 7 Luglio, alle 21.00 In questo mondo di Anna Kauber.

Venerdì 19 Luglio alle 21.00 sarà invece la volta di Scientific goofs. Invenzioni e assurdità scientifiche nel cinema un progetto in collaborazione con Fondazione Cinema per Roma/CityFest e Agenzia Spaziale Italiana sulle invenzioni più insensate attraverso cui il cinema ha reso credibili con sorprendente docilità le più grandi assurdità fisiche, chimiche, biologiche e matematiche. Attraverso la compilation di alcune clip, autorevoli scienziati analizzeranno i flirt irresponsabili e giocosi dell’immaginario cinematografico con l’orizzonte scientifico ma anche le più sorprendenti premonizioni, come il fax, il cellulare e il computer.

Gli appuntamenti di cinema sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

SERATE SPECIALI – Sabato 20 luglio appuntamento con Apollo 11 Reloaded: in occasione del lancio della Missione Spaziale Oltre dalla base spaziale russa di Baikonur, in Kazakhstan che vedrà tra i protagonisti Luca Parmitano, un’intera serata, organizzata dal MAXXI in collaborazione con l’ASI, Agenzia Spaziale italiana, con il sostegno di Regione Lazio e il Patrocinio di Roma Capitale, per festeggiare il cinquantesimo anniversario dell’allunaggio dell’Apollo 11, con in programma una festa, una mostra e, per finire, la performance musicale Apollo 11 Reloaded di Martux_m.

L’appuntamento è a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Tutti gli aggiornamenti sul programma di ESTATE AL MAXXI www.maxxi.art/events/categories/eventi/

Newsletter

L'articolo Estate al Maxxi di Roma: al via il programma estivo proviene da Radio Web Italia.

]]>
Artapes. Invisible Cities: dal 22 maggio al 9 giugno al Maxxi di Roma https://www.radiowebitalia.it/135239/in-news/in-cultura/artapes-invisible-cities-dal-22-maggio-al-9-giugno-al-maxxi-di-roma.html Mon, 20 May 2019 13:00:22 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=135239 Dal 22 maggio al 9 giugno 2019 la Video gallery del MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, ospita Artapes. Invisible Cities, video rassegna concepita e prodotta da Beatrice Bulgari per In Between Art Film, a cura di Leonardo Bigazzi. (Video gallery del MAXXI – ingresso libero fino ad esaurimento posti) Un viaggio ideale …

L'articolo Artapes. Invisible Cities: dal 22 maggio al 9 giugno al Maxxi di Roma proviene da Radio Web Italia.

]]>
Dal 22 maggio al 9 giugno 2019 la Video gallery del MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, ospita Artapes. Invisible Cities, video rassegna concepita e prodotta da Beatrice Bulgari per In Between Art Film, a cura di Leonardo Bigazzi.

(Video gallery del MAXXI – ingresso libero fino ad esaurimento posti)

Un viaggio ideale in sette tappe tra luoghi reali e immaginari, un racconto in cui ciascuno può trovare il proprio inizio e dove, come nel libro di Italo Calvino Le città invisibili da cui prende il titolo, non vi è una gerarchia tra le varie parti. Inaugura la rassegna un incontro con l’artista Ivan Argote, tra i protagonisti del programma di proiezioni, in conversazione con Leonardo Bigazzi (Video gallery del MAXXI, martedì 21 maggio ore 18.00 – ingresso libero fino a esaurimento posti). Durante l’incontro si ripercorreranno le tappe della ricerca di Argote dagli inizi ai lavori più recenti, anche attraverso la proiezione di tre opere che documentano altrettante azioni performative dell’artista nella metropolitana di Parigi (Making of, 2007; I just want to give you money, 2007; Altruism, 2011). Argote utilizza video, fotografie, sculture, interventi pubblici e spettacoli, per esplorare i nostri inestricabili legami con la storia, la tradizione, l’arte, la politica e il potere. L’indagine sulla città come luogo di trasformazione e di potenzialità è al centro del suo lavoro. È in quest’ottica che viaggia per il mondo studiando le manifestazioni indirette del controllo e del potere e osservando come, attraverso l’utilizzo di alcune convenzioni, una particolare visione della storia possa diventare la versione ufficiale.

Artapes. Invisible Cities | 22 maggio – 9 giugno 2019

programma completo disponibile al link https://www.maxxi.art/events/invisible-cities/

Nelle città si ritrovano, tradotte nello spazio, tutte le contrapposizioni politiche, sociali ed economiche del mondo contemporaneo. Quali sono, però, le storie che una città è in grado di raccontare e come si può ripensare la nostra relazione con lo spazio urbano? L’esplorazione di questa complessa stratificazione è restituita attraverso i desideri, le domande e le angosce con cui ci confrontiamo quotidianamente, nella speranza di ritrovare l’orientamento o, se non altro, di costruire un rifugio.

La rassegna prevede la proiezione, dal 22 maggio al 9 giugno nella Video gallery del MAXXI, di sette opere, che si susseguiranno per tutta la giornata durante gli orari di apertura del museo.

Iván Argote, La Plaza del Chafleo, 2018; Katja Verheul, Hostile Sites – part 2, 2017; Jordi Colomer, New Palermo Felicissima, 2018; Hiwa K, A view from Above, 2017; Vincent Ceraudo, Paris City Ghost, 2015;

Arash Nassiri, City of tales, 2017; Loretta Fahrenholz, Ditch Plains, 2013.

I video selezionati rivelano la capacità degli artisti di comprendere e rielaborare la semantica urbana, immaginando visioni e proposte alternative che riflettono le rapide e radicali trasformazioni delle metropoli contemporanee.

Newsletter

L'articolo Artapes. Invisible Cities: dal 22 maggio al 9 giugno al Maxxi di Roma proviene da Radio Web Italia.

]]>
“Costruire e abitare: etica per la città”: martedì 16 aprile al Maxxi di Roma https://www.radiowebitalia.it/134512/senza-categoria/costruire-e-abitare-etica-per-la-citta-martedi-16-aprile-al-maxxi-di-roma.html Mon, 15 Apr 2019 11:51:48 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=134512 Nuovo appuntamento al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, nell’ambito del ciclo di incontri correlati alla mostra LA STRADA. Dove si crea il mondo: martedì 16 aprile alle ore 18.00 Richard Sennett, sociologo, urbanista e critico letterario, sarà protagonista della lecture Costruire e abitare: etica per la città, introdotto da Hou Hanru, Direttore …

L'articolo “Costruire e abitare: etica per la città”: martedì 16 aprile al Maxxi di Roma proviene da Radio Web Italia.

]]>
Nuovo appuntamento al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, nell’ambito del ciclo di incontri correlati alla mostra LA STRADA. Dove si crea il mondo: martedì 16 aprile alle ore 18.00 Richard Sennett, sociologo, urbanista e critico letterario, sarà protagonista della lecture Costruire e abitare: etica per la città, introdotto da Hou Hanru, Direttore Artistico del MAXXI.

In uno studio urbanistico che chiude la trilogia dell’Homo faber nella società, dopo L’uomo artigiano e Insieme, Richard Sennett mostra come Parigi, Barcellona e New York hanno assunto la loro forma moderna e ci guida nei luoghi che sono l’emblema della contemporaneità, denunciando la diffusione globale della “città chiusa” – segregata, irreggimentata e sottoposta a un controllo antidemocratico. Secondo Sennett, esiste un altro modo di costruire e abitare le città. Nella “città aperta” i cittadini mettono in gioco attivamente le proprie differenze e creano un’interazione virtuosa con le forme urbane.

Per costruire e abitare questa città, occorre “praticare un certo tipo di modestia: vivere uno tra molti, coinvolto in un mondo che non rispecchia soltanto se stesso”.

Richard Sennett, sociologo, urbanista, critico letterario e scrittore statunitense. Si è occupato soprattutto dei temi della teoria della socialità e del lavoro, dei legami sociali nei contesti urbani, degli effetti sull’individuo della convivenza nel mondo moderno urbanizzato.

La mostra “LA STRADA. Dove si crea il mondo”, a cura di Hou Hanru e dello staff curatoriale e di ricerca del MAXXI, ospita nelle gallerie del museo oltre 200 opere di più di 140 artisti da tutto il mondo (fino al 28 aprile 2019). La mostra – con lavori di Alfredo Jaar, Kendell Geers, Marinella Senatore, Olafur Eliasson, Santiago Sierra, Jimmie Durham, Barbara Kruger e molti altri – porta all’interno del museo la vitalità, il caos, le battaglie e le proteste civili, la sperimentazione e la creatività della strada – con tanto di gettata di asfalto lungo uno dei corridoi – intesa come manifesto della vita contemporanea, luogo in cui si crea una nuova visione del mondo.

Newsletter

L'articolo “Costruire e abitare: etica per la città”: martedì 16 aprile al Maxxi di Roma proviene da Radio Web Italia.

]]>
Alex Britti al Maxxi: martedì 9 aprile racconta il Blues nel secondo appuntamento di “Street Music” https://www.radiowebitalia.it/134334/senza-categoria/alex-britti-al-maxxi-martedi-9-aprile-racconta-il-blues-nel-secondo-appuntamento-di-street-music.html Mon, 08 Apr 2019 12:22:01 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=134334 Martedì 9 aprile alle ore 18 appuntamento al MAXXI con Alex Britti che, insieme a Ernesto Assante e Gino Castaldo, sarà protagonista di un incontro dedicato al Blues (Auditorium del MAXXI. Ingresso 5 €). È il secondo appuntamento nell’ambito di STREET MUSIC, un ciclo di tre incontri al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI …

L'articolo Alex Britti al Maxxi: martedì 9 aprile racconta il Blues nel secondo appuntamento di “Street Music” proviene da Radio Web Italia.

]]>
Martedì 9 aprile alle ore 18 appuntamento al MAXXI con Alex Britti che, insieme a Ernesto Assante e Gino Castaldo, sarà protagonista di un incontro dedicato al Blues (Auditorium del MAXXI. Ingresso 5 €). È il secondo appuntamento nell’ambito di STREET MUSIC, un ciclo di tre incontri al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, per raccontare il rapporto tra la strada e la musica in occasione della mostra LA STRADA. Dove si crea il mondo (in corso fino al 28 aprile 2019).

Un rapporto ricco, complesso e fecondo che è nato con la musica stessa, passando attraverso il folk, il rock, il blues e, oggi, il rap.

La strada è il luogo della musica popolare per eccellenza, un luogo fisico ma anche e soprattutto uno spazio concettuale, un’idea, attorno alla quale molta musica è stata scritta, cantata e suonata. Lungo le strade della musica sono nati sogni, visioni, pensieri, idee, che hanno trovato forme diverse, che si sono trasformate in canzoni, opere, composizioni.

Alex Britti, musicista di primo piano del jazz e blues contemporaneo italiano e internazionale, racconterà le storie e le strade percorse dai bluesmen, dagli inizi fino ai giorni nostri. Come la leggenda che narra di una sera in cui Robert Johnson si recò a mezzanotte al centro di un crocevia e lì si mise a suonare in attesa di un qualcosa che lui stesso non sapeva cosa potesse essere. A un certo punto arrivò un uomo scuro e misterioso, gli prese la chitarra e iniziò a suonare un motivo sconosciuto, per poi restituirgli lo strumento. L’inverosimile storia dell’incrocio e del “patto con il diavolo” si è sempre più diffusa con il passare degli anni e continua a essere tramandata. Proprio il “crossroad” è la strada più mitica del blues, che Johnson ha cantato nell’omonima canzone, il primo di molti incroci, di mille strade, che i bluesmen hanno fisicamente percorso con le loro chitarre e le loro storie

A terminare il ciclo di incontri, l’appuntamento di giovedì 18 aprile dedicato al Rap (ore 18, Auditorium del MAXXI), è con il rapper Militant A, che presenterà in anteprima il video del suo nuovo singolo “Simonetta”, uno struggente storytelling rap dedicato a Simonetta Salacone, la dirigente della scuola elementare “Iqbal Masih” della periferia di Roma (Casilino), scomparsa due anni fa, che ha fatto la storia della scuola pubblica a Roma. “Il rap è la CNN dei ghetti”, diceva Chuck D dei Public Enemy molti anni fa. Forse in parte oggi è ancora così, ma di certo la lingua del rap è uscita dai ghetti afroamericani ed è diventata la lingua delle strade del mondo. È una storia di strade e di incontri anche quella di Militant A, che attraverso la sua esperienza ci racconta i percorsi della parola scandita dal ritmo.

La mostra “LA STRADA. Dove si crea il mondo”, a cura di Hou Hanru e dello staff curatoriale e di ricerca del MAXXI, ospita nelle gallerie del museo oltre 200 opere di più di 140 artisti da tutto il mondo (fino al 28 aprile 2019). La mostra – con lavori di Alfredo Jaar, Kendell Geers, Marinella Senatore, Olafur Eliasson, Santiago Sierra, Jimmie Durham, Barbara Kruger e molti altri – porta all’interno del museo la vitalità, il caos, le battaglie e le proteste civili, la sperimentazione e la creatività della strada – con tanto di gettata di asfalto lungo uno dei corridoi – intesa come manifesto della vita contemporanea, luogo in cui si crea una nuova visione del mondo.

Newsletter

L'articolo Alex Britti al Maxxi: martedì 9 aprile racconta il Blues nel secondo appuntamento di “Street Music” proviene da Radio Web Italia.

]]>
Maxxi. “Street Music”: alle origini della musica contemporanea https://www.radiowebitalia.it/134014/senza-categoria/maxxi-street-music-alle-origini-della-musica-contemporanea.html Tue, 26 Mar 2019 15:37:08 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=134014 La strada è il luogo della musica popolare per eccellenza, un luogo fisico ma anche e soprattutto uno spazio concettuale, un’idea, attorno alla quale molta musica è stata scritta, cantata e suonata. Lungo le strade della musica sono nati sogni, visioni, pensieri, idee, che hanno trovato forme diverse, che si sono trasformate in canzoni, opere, …

L'articolo Maxxi. “Street Music”: alle origini della musica contemporanea proviene da Radio Web Italia.

]]>
La strada è il luogo della musica popolare per eccellenza, un luogo fisico ma anche e soprattutto uno spazio concettuale, un’idea, attorno alla quale molta musica è stata scritta, cantata e suonata. Lungo le strade della musica sono nati sogni, visioni, pensieri, idee, che hanno trovato forme diverse, che si sono trasformate in canzoni, opere, composizioni.

Proprio il rapporto tra la strada e la musica è protagonista di STREET MUSIC, un ciclo di tre incontri al MAXXI a cura dei giornalisti e critici musicali Ernesto Assante e Gino Castaldo, in occasione della mostra “LA STRADA. Dove si crea il mondo” (in corso fino al 28 aprile 2019). Un rapporto ricco, complesso e fecondo che è nato con la musica stessa, passando attraverso il folk, il rock, il blues e, oggi, il rap.

Primo appuntamento giovedì 28 marzo, alle ore 18.00 (Auditorium del MAXXI. Ingresso 5 €), con l’incontro dal titolo “Il Rock”, in cui Assante e Castaldo racconteranno le strade che il rock ha celebrato, e dalle quali ha preso linfa vitale, ispirazione e respiro. Una chitarra, un sogno e lo scenario ideale, quello della strada, nel quale provare a iniziare un percorso per arrivare alla vetta, o nel quale ambientare e raccontare storie. Le strade percorse ogni giorno, di città in città, per portare la propria musica in giro per il mondo, quelle dei quartieri periferici o delle città di provincia, quelle delle grandi capitali o quelle dei paesini più nascosti, sono tutte strade del rock e non ci sarebbe rock senza la strada.

In apertura dell’incontro, Micol Picchioni renderà omaggio alla musica di Bruce Springsteen con un’esibizione live in arpa.

Martedì 9 aprile, invece, sarà la volta del Blues (ore 18.00, sala Carlo Scarpa), con Alex Britti, musicista di primo piano del jazz e blues contemporaneo italiano e internazionale, che racconterà le storie e le strade percorse dai bluesmen, dagli inizi fino ai giorni nostri. Come la leggenda che narra di una sera in cui Robert Johnson si recò a mezzanotte al centro di un crocevia e lì si mise a suonare in attesa di un qualcosa che lui stesso non sapeva cosa potesse essere. A un certo punto arrivò un uomo scuro e misterioso, gli prese la chitarra e iniziò a suonare un motivo sconosciuto, per poi restituirgli lo strumento. Con il passare degli anni l’inverosimile storia dell’incrocio e del “patto con il diavolo” si è sempre più diffusa. Proprio il “crossroad” è la strada più mitica del blues, che Johnson ha cantato nell’omonima canzone, il primo di molti incroci, di mille strade, che i bluesmen hanno fisicamente percorso con le loro chitarre e le loro storie.

A terminare il ciclo di incontri, l’appuntamento di giovedì 18 aprile dedicato al Rap (ore 18, sala Carlo Scarpa), è con il rapper Militant A, che si esibirà anche in performance su basi musicali. “Il rap è la CNN dei ghetti”, diceva Chuck D dei Public Enemy molti anni fa. Forse in parte oggi è ancora così, ma di certo la lingua del rap è uscita dai ghetti afroamericani ed è diventata la lingua delle strade del mondo, dalle banlieu francesi alle periferie italiane, dalle strade dei sobborghi di Londra a quelle dell’Africa o del mondo arabo. La vera e unica lingua musicale della strada oggi è il rap, con la cultura hip hop che ha fatto della strada il proprio scenario per rappresentare la vita, in ogni sua forma, con amore, rabbia, passione, sogni, frustrazioni e desideri. È una storia di strade e di incontri anche quella di Militant A, degli Assalti Frontali, che attraverso la sua esperienza ci racconta i percorsi della parola scandita dal ritmo.

La mostra “LA STRADA. Dove si crea il mondo”, a cura di Hou Hanru e dello staff curatoriale e di ricerca del MAXXI, ospita nelle gallerie del museo oltre 200 opere di più di 140 artisti da tutto il mondo (fino al 28 aprile 2019). La mostra – con lavori di Alfredo Jaar, Kendell Geers, Marinella Senatore, Olafur Eliasson, Santiago Sierra, Jimmie Durham, Barbara Kruger e molti altri – porta all’interno del museo la vitalità, il caos, le battaglie e le proteste civili, la sperimentazione e la creatività della strada – con tanto di gettata di asfalto lungo uno dei corridoi – intesa come manifesto della vita contemporanea, luogo in cui si crea una nuova visione del mondo.

Newsletter

L'articolo Maxxi. “Street Music”: alle origini della musica contemporanea proviene da Radio Web Italia.

]]>
Prosegue il ciclo Conversazioni d’autore al Maxxi: Peter Fischli dialoga con Samuel Gross https://www.radiowebitalia.it/133805/senza-categoria/maxxi-roma-ciclo-conversazioni-autore.html Tue, 19 Mar 2019 13:28:26 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=133805 Prosegue il ciclo Conversazioni d’autore al MAXXI: mercoledì 20 marzo alle ore 18.00 l’artista Peter Fischli sarà protagonista, in dialogo con l’Head Curator dell’Istituto Svizzero Samuel Gross, di un nuovo appuntamento introdotto da Hou Hanru, Direttore Artistico del MAXXI. Il duo Fischli/Weiss è tra i nomi più noti e influenti del panorama dell’arte contemporanea in …

L'articolo Prosegue il ciclo Conversazioni d’autore al Maxxi: Peter Fischli dialoga con Samuel Gross proviene da Radio Web Italia.

]]>
Prosegue il ciclo Conversazioni d’autore al MAXXI: mercoledì 20 marzo alle ore 18.00 l’artista Peter Fischli sarà protagonista, in dialogo con l’Head Curator dell’Istituto Svizzero Samuel Gross, di un nuovo appuntamento introdotto da Hou Hanru, Direttore Artistico del MAXXI.

Il duo Fischli/Weiss è tra i nomi più noti e influenti del panorama dell’arte contemporanea in Svizzera. Nei loro lavori, gli artisti hanno da sempre rappresentato il mondo come uno spazio di sperimentazione ludica. L’artista deve agire come un detonatore attraverso cui il pubblico può comprendere più facilmente la storia, la tecnologia e la filosofia e riapplicarle seduta stante.

In occasione della sua residenza presso l’Istituto Svizzero di Roma, dove sta lavorando al progetto Roma Calling, Peter Fischli presenterà una selezione dei suoi lavori e racconterà, in conversazione Samuel Gross, di come si sia evoluta la sua ricerca nel passato, dei progetti attuali e le prospettive future.

Peter Fischli nasce nel 1952 a Zurigo, dove attualmente vive e lavora. Dopo gli studi all’Accademia di Belle Arti di Urbino e Bologna, prende parte a diverse mostre collettive, prima di iniziare la sua partnership con David Weiss (1946-2012), nel 1979. Il duo acquista ben presto un ruolo di primo piano nella scena artistica mondiale e il loro lavoro viene esposto in numerose mostre in alcune delle più importanti location internazionali. Nel 2003, i due artisti vincono il Leone d’oro alla Biennale di Venezia con l’opera Questions e nel 2016 il Guggenheim di New York gli dedica un’importante mostra personale. I loro lavori, realizzati con una grande varietà di media tra cui il video, la scultura, l’installazione e la fotografia, offrono sempre al pubblico la possibilità di percepire il mondo come uno spazio aperto all’umorismo e al cambiamento.

Samuel Gross è Head Curator dell’Istituto Svizzero. Ha ottenuto il suo MA in Storia dell’arte dall’Università di Ginevra nel 2001. Ha lavorato come curatore indipendente e critico dell’arte per riviste d’arte e libri d’artista. Esperienze lavorative precedenti includono: Fondazione Speerstra, Apples, come direttore fino al 2014; Galleria Evergreene, Ginevra, come direttore artistico (2007-2012) e MAMCO (Musée d’art moderne et contemporain), Ginevra, come assistente al direttore. Una selezione di recenti mostre curate include: Roman Signer, Istituto Svizzero, Roma; Balthasar Burkhard, Istituto Svizzero, Milano; John M. Armleder, Istituto Svizzero, Roma; Elizabeth Murray, “Récit d’un temps court 2”, MAMCO, Ginevra. Samuel Gross è stato anche membro di diversi comitati artistici tra cui: Prix Manor, Artissima—sezione Present Future, e F.P. Journe.

Newsletter

L'articolo Prosegue il ciclo Conversazioni d’autore al Maxxi: Peter Fischli dialoga con Samuel Gross proviene da Radio Web Italia.

]]>
Maxxi. “Cento anni di Bauhaus”, il 15 marzo doppio appuntamento per centenario della celebre scuola https://www.radiowebitalia.it/133672/senza-categoria/maxxi-cento-anni-di-bauhaus-il-15-marzo-doppio-appuntamento-per-centenario-della-celebre-scuola.html Wed, 13 Mar 2019 15:05:11 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=133672 Sono passati cento anni esatti da quando Walter Gropius fondò a Weimar lo Staatliches Bauhaus, la leggendaria scuola di arte, architettura e design destinata a rivoluzionare il pensiero e il lavoro artistico e creativo di tutto il mondo. Nel generale clima di avanguardia di inizio secolo la nuova scuola rappresentava l’anima più industrialista e socialmente …

L'articolo Maxxi. “Cento anni di Bauhaus”, il 15 marzo doppio appuntamento per centenario della celebre scuola proviene da Radio Web Italia.

]]>
Sono passati cento anni esatti da quando Walter Gropius fondò a Weimar lo Staatliches Bauhaus, la leggendaria scuola di arte, architettura e design destinata a rivoluzionare il pensiero e il lavoro artistico e creativo di tutto il mondo. Nel generale clima di avanguardia di inizio secolo la nuova scuola rappresentava l’anima più industrialista e socialmente consapevole del Modernismo, in opposizione alla versione plastica e mediterranea che ne dava Le Corbusier. Bau-Haus, promotrice di un approccio interdisciplinare e internazionale, divenne ben presto il punto di riferimento per tutti i movimenti d’innovazione nel campo del design e dell’architettura, contemporanei e futuri. Un successo legato indissolubilmente al genio e al prestigio dei suoi docenti, del calibro di Ludwig Mies van der Rohe, Marcel Breuer, László Moholy-Nagy, Paul Klee, Wassily Kandinsky, solo per citarne alcuni.

Anche il MAXXI celebra questo importante anniversario con due appuntamenti speciali in programma venerdì 15 marzo, pensati per rendere omaggio a questa iconica scuola e al suo fondamentale apporto nelle arti, nell’architettura e nel design. In programma il film Bauhaus – Model and myth e l’incontro con Barry Bergdoll, curatore nel 2009 al MoMA dell’ultima grande mostra dedicata alla scuola prima dell’avvio delle celebrazioni di quest’anno, tra i massimi esperti mondiali sul tema.

Si comincia alle 16.30 in sala Carlo Scarpa, con la proiezione del film Bauhaus – Model and myth, in collaborazione con Goethe Institut Roma: un resoconto critico degli obiettivi artistici e politici del Bauhaus e forse il più esaustivo che sia mai stato reso in un documentario.

La pellicola, con la regia di Niels Bolbrinker e Kerstin Sutterheim, restituisce un’immagine unica del Bauhaus attraverso le testimonianze dirette degli ex studenti e una selezione dei materiali d’archivio che ripropongono le parole dei loro insegnanti. Un racconto in cui viene restituito un punto di vista interno e inedito sull’essenza dei principi del Bauhaus, i conflitti che portarono allo spostamento della sede da Weimar a Dessau, la chiusura della scuola durante l’era nazista, l’attività di costruzione nel giovane stato d’Israele fino ad arrivare all’emergere del “mito del Bauhaus” negli Stati Uniti. Il film sarà proiettato in versione originale in lingua tedesca, con sottotitoli in inglese.

Alle 18.00, sempre in sala Carlo Scarpa, Barry Bergdoll, professore di storia dell’architettura moderna alla Columbia University e curatore del Dipartimento di architettura e design del Museum of Modern Art (MoMA) di New York sarà protagonista di una Lectio Magistralis sulla storia e sul significato della Bauhaus.

Bergdoll, che ha curato la mostra del 2009 al MoMa dal titolo Bauhaus 1919–1933: Workshops for Modernity, discuterà con la platea del MAXXI dell’attualità e della fondamentale eredità della scuola.

Barry Bergdoll è Professore di Storia dell’Architettura Moderna presso la Columbia University e uno dei Curatori del Dipartimento di Architettura e Design del MoMA di New York, dove dal 2007 al 2013 ha organizzato e curato diverse importanti mostre di architettura del XIX e XX secolo. È autore di saggi e curatore di numerose pubblicazioni che hanno accompagnato le sue mostre. Dal 2006 al 2008 Bergdoll è stato presidente della Society of Architectural Historians. È membro dell’American Academy of Arts and Sciences e membro onorario del Royal Institute of British Architects.

Newsletter

L'articolo Maxxi. “Cento anni di Bauhaus”, il 15 marzo doppio appuntamento per centenario della celebre scuola proviene da Radio Web Italia.

]]>
Maxxi di Roma: ecco gli appuntamenti della settimana, da martedì 11 al 16 dicembre https://www.radiowebitalia.it/131729/in-news/in-cultura/maxxi-di-roma-ecco-gli-appuntamenti-della-settimana-da-martedi-11-al-16-dicembre.html Mon, 10 Dec 2018 13:25:58 +0000 http://www.radiowebitalia.it/?p=131729 Si apre una nuova settimana di appuntamenti al MAXXI domani martedì 11 dicembre con l’ultimo appuntamento con LEZIONI BORROMINIANE il ciclo di incontri realizzati per celebrare Francesco Borromini a 350 anni dalla sua scomparsa. Nella stessa giornata anche la presentazione editoriale del volume fotografico ITALIA PAESAGGIO COSTIERO mentre sabato 15 è la volta di un …

L'articolo Maxxi di Roma: ecco gli appuntamenti della settimana, da martedì 11 al 16 dicembre proviene da Radio Web Italia.

]]>
Si apre una nuova settimana di appuntamenti al MAXXI domani martedì 11 dicembre con l’ultimo appuntamento con LEZIONI BORROMINIANE il ciclo di incontri realizzati per celebrare Francesco Borromini a 350 anni dalla sua scomparsa. Nella stessa giornata anche la presentazione editoriale del volume fotografico ITALIA PAESAGGIO COSTIERO mentre sabato 15 è la volta di un altro volume dedicato alla fotografia VEDERE IL VERO E IL FALSO. Sempre sabato 15 dicembre appuntamento con LE STORIE DEL DESIGN la rassegna di incontri dedicati a un design “altro”, a grandi icone e di temi della ricerca più sperimentale. Ma sabato 15 e domenica 16 dicembre sono anche i myMAXXi Welcome Days una due giorni dedicata al pubblico del museo, abbonato e non, che potrà prendere parte gratuitamente non solo agli incontri in programma ma anche a una seri di visite guidate alle mostre e alla collezione e approfittare di sconti e omaggi.

Martedì 11 dicembre alle ore 18.00 l’ultima delle LEZIONI BORROMINIANE ha per protagonista Paolo Portoghesi che affronta alcuni dei temi dominanti della sua interpretazione di Borromini, come l’influenza sull’architettura moderna e le affinità di ricerca con architetti come Victor Horta, Hector Guimard, Bruno Taut, Hans Poelzig , Frank Lloyd Wright, Alvar Aalto, Robert Venturi, Frank Gehry. Paolo Portoghesi si è dedicato allo studio di Borromini come storico e come architetto: la sua monografia sul maestro del Barocco, pubblicata nel 1967 e tradotta in 4 lingue, ha contribuito alla più approfondita conoscenza dell’opera borrominiana; Bruno Zevi diceva di lui: “Portoghesi non ha soltanto speso le migliori energie giovanili nello studio di Borromini; ha dialogato con lui in un rapporto che include e trascende l’adesione del critico e l’amore di ricerca dello storico. Lo ha inalato in ogni sua piega a un grado struggente (…)”.

L’INCONTRO SARA’ ANCHE TRASMESSO IN DIRETTA SU WWW.JACKARTS.TV

Auditorium del MAXXI, ingresso 5 €, gratuito per i possessori di card myMAXXI

Martedì 11 dicembre alle ore 18.30 incontro della serie LIBRI AL MAXXI che vede protagonista il volume Italia Paesaggio Costiero del fotografo Luca Tamagnini: una spettacolare raccolta di oltre 200 fotografie dei paesaggi marini e costieri italiani. Un grande progetto fotografico, edito da PhotoAtlante, capace di rappresentare un’Italia sul mare ancora integra, in grado di rivelare negli spettacoli costieri contemporanei identità paesaggistiche in armonia con la natura e la storia del Mediterraneo.

Il libro viene presentato insieme all’autore da Leopoldo Franco Docente di Ingegneria Costiera – Università Roma Tre, Giuseppe Morganti Capo Delegazione FAI Roma, già Soprintendenza Archeologica di Roma e Mario Tozzi Geologo CNR, divulgatore scientifico, saggista.
Sala Graziella Lonardi Buontempo – ingresso libero fino a esaurimento posti | per i possessori della card myMAXXI possibilità di prenotazione del posto per i primi 10, scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it

Sabato 15 dicembre 2018, alle ore 11.30 ultimo appuntamento con LE STORIE DEL DESIGN, con Paolo Ferrarini protagonista dell’incontro Il corpo del progetto. Ferrarini, ricercatore, professore ed editor introdotto da Domitilla Dardi curatrice della rassegna realizzata con il patrocinio di ADI Lazio, introduce il pubblico del museo al design della moda e design del prodotto, ambiti di progetto che vivono un rapporto di sintonia ma allo stesso tempo di opposizione. Nonostante le evidenti differenze, l’elemento che li accomuna è la centralità del corpo, attorno al quale ruotano sperimentazioni e rivoluzioni, innovazioni tecniche e materiali, salvaguardia della tradizione e visioni d’avanguardia, produzione di massa e fenomeni di nicchia.

Auditorium del MAXXI – ingresso 5 euro – abbonamento 4 incontri 15 euro
Gratuito per i possessori della card myMAXXI, con possibilità di prenotazione del posto per i primi 10, scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it entro il giorno prima dell’evento

Sabato 15 dicembre 2018, alle ore 18.00 un’altra presentazione editoriale di LIBRI AL MAXXI con il volume Vedere il vero e il falso di Luigi Zoja. Introdotti da Irene De Vico Fallani del MAXXI Ricerca, l’autore insieme a Beppe Attene studioso e documentarista, racconta questo libro che parte da otto fotografie celebri dimostrando come, nonostante l’invenzione fotografica sia stata intesa fin dall’inizio come inizio dell’informazione obiettiva, la ricostruzione storica dimostra che le foto più famose sono spesso il risultato di artifici. Evento in collaborazione con Giulio Einaudi editore.

Auditorium del MAXXI – ingresso libero fino a esaurimento posti
10 posti riservati per i titolari della card myMAXXI scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it

Sabato 15 e domenica 16 dicembre, dalle ore 11.00 con i MYMAXXI WELCOME DAYS il museo dedica un weekend al suo pubblico: otto visite guidate alla mostra LA STRADA. Dove si crea il mondo, due laboratori didattici, incontri e speciali sconti al bookshop sulla guida del museo e altre pubblicazioni: una due giorni speciale gratuita per tutti i visitatori del museo, per gli abbonati e per chi deciderà di diventarlo.

Con la card myMAXXI è possibile accedere gratuitamente alle mostre e alla biblioteca del museo per un anno intero dall’attivazione e usufruire di condizioni agevolate su tutti i nuovi programmi culturali, le attività didattiche e gli eventi speciali.

Il 15 e il 16 dicembre chi non è ancora proprietario di una card myMAXXI o chi desidera regalarla, avrà l’occasione di acquistarla a un prezzo speciale, e qualora avesse già pagato il biglietto del museo e decidesse di acquistarla alla fine della sua visita, potrà scontare il costo del biglietto del museo da quello della card.

Newsletter

L'articolo Maxxi di Roma: ecco gli appuntamenti della settimana, da martedì 11 al 16 dicembre proviene da Radio Web Italia.

]]>