Teatro – Radio Web Italia https://www.radiowebitalia.it Radio On-Line, Notizie Musicali, Cinema, Spettacolo e tanto altro Mon, 19 Oct 2020 09:26:53 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.5.1 Al Teatro Massimo di Pescara il concerto della pianista Anika Vavic https://www.radiowebitalia.it/145972/music-event/al-teatro-massimo-di-pescara-il-concerto-della-pianista-anika-vavic.html https://www.radiowebitalia.it/145972/music-event/al-teatro-massimo-di-pescara-il-concerto-della-pianista-anika-vavic.html#respond Mon, 19 Oct 2020 09:26:50 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=145972 Il concerto in esclusiva nazionale della pianista viennese Anika Vavic apre la nuova stagione musicale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”
Il concerto è in programma, mercoledì 21 ottobre 2020, al Teatro Massimo di Pescara con la formula del doppio turno: il primo turno avrà inizio alle ore 20, il secondo alle ore 21.30

Mercoledì 21 ottobre 2020, la nuova stagione musicale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” si apre con il concerto in esclusiva nazionale della pianista viennese Anika Vavic. Il programma del recital prevede musiche di Ludwig Van Beethoven e Frédéric Chopin.

Pianista di «grande talento, tecnica brillante ed elegante, interpretazione appassionata» per riprendere le parole di Zubin Mehta, Anika Vavic ha studiato con maestri importanti come Noel Flores, Lazar Berman e il celeberrimo Mstislav Rostropovich e nel suo repertorio sono presenti tanto i compositori dell’età classica – come, appunto, Beethoven e Chopin – quanto i più importanti artisti del Novecento, quali Dmítrij Šostakóvič e Leonard Bernstein.

Un concerto di assoluto livello internazionale, quindi, con un’artista che viene direttamente da Vienna per inaugurare la cinquantacinquesima rassegna musicale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” e rinnovare così l’appuntamento con la musica di qualità a Pescara.

Il concerto si terrà al Teatro Massimo di Pescara. A causa delle restrizioni imposte dall’Emergenza Covid-19, ogni concerto si svolgerà necessariamente in due turni: il Turno A è programmato per le ore 20, il Turno B, invece, per le ore 21,30.
Il prezzo del biglietto di ingresso si differenzia a seconda dei turni: i tagliandi per i concerti del Turno A costano 15 euro mentre i tagliandi per il Turno B costano 20 euro.

Le norme anticovid comportano una serie di azioni da mettere in atto prima dell’inizio degli spettacoli che allungano i tempi di ingresso rispetto a quelli abituali. Si chiede, quindi, agli spettatori di anticipare l’arrivo in teatro di qualche minuto, in modo da permettere tutte le operazioni legate all’inizio dei concerti. Al momento dell’ingresso, tutti gli spettatori dovranno essere sottoposti al controllo della temperatura e non si potrà accedere se la stessa risultasse superiore al limite di 37.5°. Inoltre, chiunque acceda ai locali del Teatro Massimo dovrà indossare correttamente la mascherina – per tutto il tempo di permanenza negli stessi e fino all’uscita – e dovrà mantenere il distanziamento interpersonale di almeno un metro occupando esclusivamente i posti all’uopo segnalati.

Pianista viennese, originaria di Belgrado, Anika Vavic conduce una ricerca appassionata e fertile alla scoperta delle incongruenze e delle ambiguità presenti nelle partiture che illumina con le sue straordinarie interpretazioni pianistiche, interpretazione capaci di unire potenza ed estrema sensibilità.

La pianista mette al centro del proprio modo di vivere la musica il principio che le ha trasmesso il suo insegnante, il grande violoncellista Mstislav Rostropovich: «La musica è medicina, e noi musicisti siamo medici e sacerdoti. Credo che il nostro compito sia quello di “curare” il nostro pubblico dalle banalità della vita quotidiana, commuovendolo e ispirandolo».

Anika Vavic lavora regolarmente con direttori come Valery Gergiev, Paavo Järvi e Hannu Lintu. Tra gli avvenimenti più recenti ricordiamo i suoi concerti con la Mariinsky Orchestra, con cui ha eseguito anche la prima del Piano Concerto n. 4 di Rodion Shchedrin, con la London Philharmonic Orchestra e Vladimir Jurowsky per i BBC Proms, e all’Enescu Festival di Bucarest. Anika ha suonato al Festival “Notti Bianche” a San Pietroburgo, al Mikkeli Festival in Finlandia, al Piano Festival di Ruhr, alle Schubertiadi di Schwarzenberg, al Grafebegg Festival, alla Heidelberger Frühling, allo Styriarte a Graz, al Klangbogen a Vienna, al Festival Beethoven di Pasqua a Varsavia.

La Stagione Musicale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” prosegue, venerdì 23 ottobre 2020, con il concerto del Quintetto Incipit, formazione composta da Marco Felicioni, flauto, Giovanni Pantalone, oboe, Alfonso Giancaterina, clarinetto, Alessandro Monticelli, corno, e Alfonso Patriarca, fagotto. Il programma prevede musiche di Klughardt, Nielsen e Agay.

La stagione artistica della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” è accompagnata dal supporto del Main Partner Fondazione PescarAbruzzo e dell’Istituto Acustico Maico.

Contatti

Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”. Pescara
Rapporti con i media. Fabio Ciminiera

]]>
https://www.radiowebitalia.it/145972/music-event/al-teatro-massimo-di-pescara-il-concerto-della-pianista-anika-vavic.html/feed 0
Da Fiona May a Dario Cecchini con L’Eroica in teatro https://www.radiowebitalia.it/145818/teatro/da-fiona-may-a-dario-cecchini-con-leroica-in-teatro.html https://www.radiowebitalia.it/145818/teatro/da-fiona-may-a-dario-cecchini-con-leroica-in-teatro.html#respond Fri, 09 Oct 2020 09:25:14 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=145818 L’Eroica in teatro: eccola tra spettacolo e realtà aumentata al Teatrodante Carlo Monni

Sabato 10 ottobre dalle ore 15.00 simulazione in bici del percorso virtuale di 80 km de L’Eroica. Tra i partecipanti già confermati (la lista è in via di aggiornamento), l’atleta Fiona May, l’attore Massimo Poggio, il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, il famoso macellaio Dario Cecchini (protagonista di un momento conviviale), Matteo Miano, nipote di Alfredo Martini, ciclista su strada e dirigente sportivo italiano, Giovanni Nencini, figlio di Gastone Nencini, noto ciclista, etc

Alle 21 la lettura spettacolo del romanzo “Bartali, l’ultimo eroico” del fondatore della corsa, Giancarlo Brocci.

L’appuntamento lancia la nuova stagione del teatro, in partenza il 17 ottobre, dal titolo “Gli Eroici” , e fa parte degli eventi organizzati da Eroica SSD, dal titolo “#noisiamoeroica / #weareeroica”

Firenze, 8 ottobre 2020 — Una corsa spettacolo per omaggiare L’Eroica, storica manifestazione ciclistica, nota in tutto il mondo, che quest’anno non si è tenuta causa emergenza sanitaria. Si svolgerà sabato 10 ottobre “L’Eroica in Teatro”, omaggio del Teatrodante, in cui coppie di personaggi si cimenteranno nella simulazione del percorso di 80 km, uno dei tracciati ormai noti a livello internazionale.

Tra i partecipanti già confermati (la lista è in via di aggiornamento), l’atleta Fiona May, l’attore Massimo Poggio, il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, il famoso macellaio Dario Cecchini (protagonista di un momento conviviale), Matteo Miano, nipote di Alfredo Martini, ciclista su strada e dirigente sportivo italiano, Giovanni Nencini, figlio di Gastone Nencini, noto ciclista, Sara Gazzini, Nicola Pecci, Gianni Pacini, Massimiliano Galligani, Luisa Cattaneo, Giancarlo Brocci, Luigi Cappellini, Franco Rossi.

L’evento è l’anteprima della nuova stagione teatrale 2020/2021 del teatro, in partenza il 17 ottobre, intitolata “Gli Eroici”, e fa parte degli eventi organizzati da Eroica SSD, dal titolo “#noisiamoeroica / #weareeroica”.

Dalle ore 15 si alterneranno coppie che pedaleranno 10 km per 30 minuti circa ciascuna, fino a arrivare al totale di 4 ore. Ci si sfiderà in realtà aumentata, con biciclette montate su rulli che simuleranno la difficoltà della tratta, attraverso la riproduzione realistica salite, discese e strade sterrate. Le stesse che hanno reso famoso l’incontro sportivo non competitivo, dallo spirito rievocativo storico, che si svolge dal 1997, con partenza e arrivo a Gaiole in Chianti.

Di fronte ai partecipanti, ci saranno due monitor, che mostreranno costantemente il percorso e il paesaggio senese, proprio come dal vivo; vi sarà collegato un maxischermo per il pubblico in sala. Il tutto sarà in diretta sul Facebook del teatro, e saranno coinvolti i canali ufficiali della manifestazione. Per la realizzazione dell’evento si ringrazia Eroica srl e Elite, sponsor global degli eventi Eroica, per la disponibilità dei rulli e del programma per il percorso virtuale.

A seguire, alle ore 21.00, si terrà la lettura spettacolo, in prima rappresentazione, del nuovo romanzo “Bartali, l’ultimo eroico” di Giancarlo Brocci, ideatore dell’Eroica. A interpretarla, l’attore e regista Andrea Bruno Savelli. Il libro dedicato al ciclismo ed al campione Gino Bartali, racconta l’avventura perenne che si affronta praticando questo sport; un esercizio di sopravvivenza alle insidie della strada, alla natura avversa, una corsa a eliminazione dove soltanto i più stoici hanno resistito ed in cui Bartali è stato il più forte di sempre.

Alle ore 19.30, un momento conviviale con aperitivo con piatti tipici toscani.

L’ingresso è gratuito con posti limitati, gradita la prenotazione tramite l’indirizzo biglietteria@teatrodante.it o Whatsapp al numero 346 3038170.

]]>
https://www.radiowebitalia.it/145818/teatro/da-fiona-may-a-dario-cecchini-con-leroica-in-teatro.html/feed 0
L’autunno è una nuova primavera, quella dei teatri https://www.radiowebitalia.it/145787/in-eventi/lautunno-e-una-nuova-primavera-quella-dei-teatri.html https://www.radiowebitalia.it/145787/in-eventi/lautunno-e-una-nuova-primavera-quella-dei-teatri.html#respond Thu, 08 Oct 2020 08:32:46 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=145787 L’autunno è una nuova primavera, almeno per il teatro. Lo storico festival di Castrovillari dedicato ai nuovi linguaggi della scena contemporanea inaugura la sua XXI edizione in ottobre, e non a fine maggio come avviene da oltre vent’anni.

Da oggi al 14 ottobre Primavera dei Teatri, diretto da Scena Verticale, presenta un programma intenso che offre, come sempre, uno sguardo attento sulle contraddizioni del presente. In programma una prima giornata ricca di eventi, tra debutti e inaugurazioni.

Si inizia alle 10:30 nella Sala 8 del Protoconvento con “Lo stato dell’arte”, un progetto di C.Re.S.Co, articolato in due giornate e quattro incontri, che vuole far dialogare tra loro le voci più significative della creazione contemporanea italiana del teatro e della danza. L’incontro, coordinato da Antonella Iallorenzi, Ester Tatangelo, Elena Lamberti, oggi sarà riservato ai soli artisti, i quali si confronteranno tra loro in presenza di un testimone interessato e un narratore.

Alle 12:00 il consueto appuntamento per la conferenza stampa di presentazione delle compagnie protagoniste al Protoconvento francescano.

Ad arricchire l’edizione 2020 ci sarà anche “Fra(m)menti di Primavera”, un progetto ideato e diretto da Maria Genovese. “Radio Frammenti” è un racconto itinerante del Festival fatto di voci e suoni, a partire da quei luoghi che da oltre vent’anni sono il punto di riferimento al Sud per la scena contemporanea.

Al Castello aragonese alle 16:30 il primo evento di Primavera Kids – il cartellone dedicato ai più piccoli realizzato in collaborazione con Associazione Menodiunterzo e Apustrum – con l’apertura della “Mostra del Ronzinante” a cura di Menodiunterzo. Lo scopo della mostra è quello di accompagnare i bambini a ragionare sul loro essere nel mondo e sulla loro percezione della diversità.

Alle ore 18:00 al Castello aragonese una delle tante novità di quest’edizione, Primavera Food: un aperitivo enogastronomico realizzato grazie ad alcune strutture ristorative della città, con il coordinamento dello chef Giovanni Spina.

A seguire, l’evento di punta della giornata: l’inaugurazione dell’istallazione “ALLA LUCE DEI FATTI. FATTI DI LUCE. Opera di teatro/architettura in cinque atti simultanei”, un progetto inedito di Giancarlo Cauteruccio, fondatore di Teatro Studio Krypton, per Primavera di Teatri 2020. Il Castello Aragonese, palazzo di Città, la “Cattedrale”, palazzo Cappelli, l’Ospedale, saranno i protagonisti di cinque atti teatrali simultanei, cinque grandi attori di luce nello scenario urbano, che recitano la propria storia, immersi nella grande scena che è la città.

Alle 20:00 al Castello aragonese Angelo Campolo apre il cartellone degli spettacoli di Primavera dei Teatri 2020 lo spettacolo vincitore di In-Box 2020 “STAY HUNGRY. Indagine di un affamato”, prodotto da DAF. Uno spettacolo nato dai laboratori in riva allo Stretto condotti dall’autore messinese, impegnato da anni in un percorso di ricerca teatrale nei centri di accoglienza.

Chiusura di giornata con l’anteprima nazionale del nuovo lavoro di Fabrizio Sinisi diretto da Claudio Autelli: alle ore 21:30 al Teatro Sybaris in scena “La fine del mondo”, opera inedita nata per sensibilizzare sull’emergenza ambientale e dare voce a una generazione che si trova forse per la prima volta ad interrogarsi sulla possibilità di una prossima propria estinzione.

]]>
https://www.radiowebitalia.it/145787/in-eventi/lautunno-e-una-nuova-primavera-quella-dei-teatri.html/feed 0
Alessia Fabiani e Claudio Zarlocchi in “Una Stanza Al Buio” https://www.radiowebitalia.it/145278/roma/alessia-fabiani-e-claudio-zarlocchi-in-una-stanza-al-buio.html https://www.radiowebitalia.it/145278/roma/alessia-fabiani-e-claudio-zarlocchi-in-una-stanza-al-buio.html#respond Mon, 14 Sep 2020 08:31:18 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=145278 Debutta in Prima nazionale assoluta nella Capitale lo spettacolo “Una stanza al buio”, commedia “gialla” scritta da Giuseppe Manfridi e interpretata da Alessia Fabiani e Claudio Zarlocchi per la Regia di Francesco Branchetti. Scene di Andrea Franculli, Musiche di Pino Cangialosi.
In scena da giovedì 8 a domenica 11 ottobre al Teatro degli Audaci di Roma (Via Giuseppe de Santis, 29) e poi in tournèe in giro per l’Italia, la pièce si preannuncia ricca di colpi di scena in un clima che oscilla tra il comico e il grottesco, il poetico e talvolta l’assurdo.
Uno scapolo viene ucciso nel suo appartamento, trasformato in una piccola garconnière. Mentre le indagini proseguono, un uomo e una donna si incontrano sul luogo del delitto. Davanti ai loro occhi si presenta una sagoma di gesso. Lui introverso, oppresso dalla rabbia e dall’ansia, scultore e amministratore dello stabile. Lei misteriosa, intrigante e piena di sé.

È una commedia che vive dei suoi personaggi, dei loro caratteri, che più diversi non potrebbero essere, delle loro manie, tic, ossessioni e del gioco che tra loro si viene a creare: un meccanismo perverso di seduzione, plagio o forse complicità.

I due protagonisti ci conducono in un misterioso balletto di emozioni fino a sprofondare in un vortice creato da loro stessi e dal mondo di valori e stili di vita che hanno abbracciato, dal quale solo il colpo di scena finale farà uscire.

La Regia di Francesco Branchetti intende restituire al testo di Manfridi la straordinaria capacità di indagare nei due personaggi complessi e fuori dall’ordinario senza dimenticare mai humour e ironia:” E’ una commedia- spiega Branchetti – che vive della perfezione del meccanismo drammaturgico, oltre che delle interpretazioni dense di originalità dei miei splendidi attori, con cui abbiamo fatto un lavoro di grande introspezione e ricerca psicologica”.

Fondamentale è, infine, l’apporto delle Scene e delle musiche in questo viaggio dei due universi, opposti e talvolta complementari, di cui sono portavoce i personaggi.

Note dell’Autore
“Una commedia “gialla” è duro riassumerla schivando tutte le indicazioni, anche le più minime, che potrebbero alludere al “come va a finire”. Mi limiterò, a dire quale l’ambiente, e ciò che lo abita: un appartamentino di natura un po’ retrò, che uno scapolo impenitente, non per nulla malvisto da un condominio incline alla terza età, ha svecchiato trasformandolo in una “garconnière” sul cui pavimento campeggia, ad apertura di sipario, una sinistra sagoma di gesso. I contorni di una salma. Di chi? Per l’appunto, dello scapolo impenitente.
Ebbene, in questo luogo peccaminoso contaminato da un delitto sul quale ancor si sta indagando, si introducono un uomo e una donna. Lui è l’amministratore dello stabile (di professione, scultore), ma da tutti considerato e trattato come il portiere corruttibile, un po’ tapino ma pure afflitto da rabbie malamente represse; lei ben più misteriosa, è forse un’avventuriera alla ricerca non si sa bene di che.
O meglio: non lo si sa all’inizio ma lo si capirà alla fine. Terzo personaggio: una femmina di notevole avvenenza che saprà rendersi protagonista della storia senza nemmeno bisogno di comparire in carne e ossa ma solo attraverso la propria immagine in video.
L’azione si consuma in un arco di tempo reale mentre, dal piano di sopra, discendono il festante ciacolio e le melodie mielose di una festicciola organizzata per brindare alla salute di due fidanzatini plurisessantenni.
Fra l’uomo e la donna s’avvia una schermaglia leggera sul principio, vieppiù maliziosa nel suo procedere, successivamente complice sino quasi alla scabrosità e all’eros, e da ultimo, impietosa. La dinamica che si avvia e si consuma, è quella di un plagio insinuante e progressivo. L’esito, un colpo di scena. Anzi, due. Forse,tre.”

INFO:
ORARI SPETTACOLI:
giovedì 8, venerdì 9 e sabato 10 ottobre ore 21.00;
Domenica 11 ottobre ore 18.00
TEATRO DEGLI AUDACI
Via Giuseppe De Santis, 29 Roma (zona Porta di Roma) – Parcheggio riservato gratuito- www.teatrodegliaudaci.it
Per info e prenotazioni:
06 94 37 60 57 – organizzazione@teatrodegliaudaci.it

]]>
https://www.radiowebitalia.it/145278/roma/alessia-fabiani-e-claudio-zarlocchi-in-una-stanza-al-buio.html/feed 0
Teatro Regio Torino anticipazioni stagione 20/21 https://www.radiowebitalia.it/144199/teatro/teatro-regio-torino-anticipazioni-stagione-20-21.html https://www.radiowebitalia.it/144199/teatro/teatro-regio-torino-anticipazioni-stagione-20-21.html#respond Tue, 21 Jul 2020 15:36:32 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=144199 «Il punto di partenza ideale che ho scelto per la mia prima Stagione al Regio sarà la grande varietà di linguaggi estetici che genera l’incontro dello spettacolo lirico con la regia teatrale, nel rispetto della tradizione o nella ricerca della contemporaneità». Il Sovrintendente e Direttore artistico del Teatro Regio, Sebastian F. Schwarz, ha anticipato le linee guida della Stagione 2020-2021 con cui il Teatro Regio rialzerà il sipario a novembre, dopo il concerto d’apertura della Stagione sinfonica con Orchestra e Coro Teatro Regio Torino diretti dal maestro Stefano Montanari il 28 ottobre.

Un itinerario di respiro internazionale con 14 titoli, di cui 5 nuovi allestimenti e 5 opere mai rappresentate al Regio, proposti da importanti firme registiche. Un ventaglio di proposte che spazia dal Settecento viennese di Mozart, Antonio Salieri e Florian L. Gassmann al contemporaneo inglese Thomas Adès, passando per i grandi classici del repertorio italiano, francese e mitteleuropeo dell’Otto-Novecento.

La messinscena degli spettacoli sarà affidata ad affermati registi di differenti generazioni e sensibilità, fra cui Barrie Kosky, Sophie Hunter, Christof Loy, Francesco Micheli, Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi – per la prima volta ospiti del Regio – e Laurent Pelly, Gabriele Lavia e Lorenzo Mariani, che ci hanno accompagnato in diverse stagioni. Protagonista di un atteso debutto operistico l’archistar Santiago Calatrava, che immaginerà l’allestimento dei Dialoghi delle Carmelitane.

Jenůfa – Deutsche Oper Berlin – foto Monika Rittershaus
La finta semplice – Opera Koeln – foto Armin Bardel
A inaugurare la Stagione 2020-2021 sarà Jenůfa di Janáček, assente dal nostro palcoscenico da ben 50 anni. Nel segno della continuità con la Stagione 2019-2020, interrotta lo scorso marzo a causa dell’emergenza sanitaria, saranno finalmente portati in scena il nuovo allestimento de La bohème di Puccini, la Passione secondo Matteo di Bach e Don Pasquale di Donizetti.

La Stagione 2020-2021 verrà presentata nella sua totalità, con i direttori d’orchestra e i cast, nel mese di settembre, nella speranza che, entro quel mese, ci venga data la possibilità di riaprire completamente la sala del Teatro – superando il limite attuale delle 200 persone.

Solo verso la fine di settembre sarà pertanto possibile iniziare il rinnovo e la vendita di abbonamenti e biglietti.

Biglietteria
Orario di apertura provvisorio:

da martedì a venerdì: ore 10 – 13 e ore 14 – 17.45

sabato: ore 10 – 14

lunedì chiuso

Tel. 011 881 52 41 / 011 881 52 42
E-mail

Servizio informazioni
Tel. 011 881 55 57

]]>
https://www.radiowebitalia.it/144199/teatro/teatro-regio-torino-anticipazioni-stagione-20-21.html/feed 0
Claudio Bisio e Gigio Alberti aprono l’estate Teatrale Veronese https://www.radiowebitalia.it/144096/in-eventi/claudio-bisio-e-gigio-alberti-aprono-lestate-teatrale-veronese.html https://www.radiowebitalia.it/144096/in-eventi/claudio-bisio-e-gigio-alberti-aprono-lestate-teatrale-veronese.html#respond Thu, 16 Jul 2020 15:26:57 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=144096 Claudio Bisio e Gigio Alberti aprono, sabato 18 luglio, la settantaduesima edizione dell’Estate Teatrale Veronese
Si apre sabato 18 luglio con la prima nazionale di “Ma tu sei felice?”, lettura spettacolo di e con Claudio Bisio e Gigio Alberti, la settantaduesima edizione dell’Estate Teatrale Veronese.

Nata nel 1948 per volontà del Comune di Verona di sottolineare il legame fra William Shakespeare e la città scaligera, presente in Romeo e Giulietta, ne La Bisbetica domata e I due gentiluomini di Verona, Estate Teatrale Veronese, realizzata dal Comune di Verona – Assessorato alla Cultura con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e della Regione Veneto con la collaborazione di Arteven, con il supporto di Cattolica Assicurazioni e Banco BPM e con il patrocinio di ESU Verona, propone un cartellone ricco e variegato a cura del nuovo direttore artistico, Carlo Mangolini.

“Questa edizione è Extra_Ordinaria per tante ragioni, per come il calendario si compone di eventi unici e per l’opportunità di vedere il Teatro Romano in un allestimento minimale per 310 posti (contro gli oltre 1.700 tradizionali), che lascia respirare il monumento in tutta la sua straordinaria bellezza. Una stagione che risente inevitabilmente di quello che è successo a tutti noi negli ultimi mesi. Per questo tra le linee artistiche il tema della comunicazione, dirette o a distanza, è presente in diversi lavori, a partire dallo spettacolo di apertura”.

Inaugura il festival, sabato 18 luglio, in PRIMA NAZIONALE, Claudio Bisio con un progetto realizzato assieme a Gigio Alberti a partire dal libro di Federico Baccomo “Ma tu sei felice?”, nato proprio durante il lockdown come format a metà tra la lettura teatrale e la serie web.
Due uomini seduti al bar parlano di tutto: mogli, figli, parenti, giovani e vecchi, avventure, tradimenti, scuola, medicina, amici, lavoro, criminalità. Vincenzo e Saverio sono benestanti, hanno tutto quello che si potrebbe volere ma niente va, secondo loro, come dovrebbe andare. E così snocciolano le loro teorie, le loro ricette per la soluzione di ogni problema, che rivelano tutti i peggiori difetti dell’uomo, dal maschilismo alla superficialità. Da una sola domanda rifuggono, come se fosse pericolosa da affrontare: “Ma tu sei felice?” e quella che sembrava essere una tranquilla chiacchierata al bar, si rivelerà essere qualcosa di più, con un finale a sorpresa.

Le vicissitudini dei due antieroi moderni sono passate dal libro di Federico Baccomo (Solferino, aprile 2019) a 25 episodi web (YouTube/ClaudioBisio, aprile 2020), realizzati con semplici mezzi casalinghi, alcuni smartphone, l’aiuto delle rispettive famiglie, e la complicità di un’amicizia che dura da quarant’anni fino ad un reading – spettacolo che debutterà a Verona dopo alcune anteprime. “La cosa che mi diverte di più del progetto è il cinismo dei personaggi (e quindi di Baccomo)” – spiega Bisio – “I due protagonisti sono figure piuttosto negative, sono due superficiali qualunquisti con i quali è necessaria una certa distanza, un po’ brechtiana, dai personaggi, la cosa più difficile del mondo.” Rilancia Alberti “Per me, si tratta invece di un’adesione totale al personaggio! Siccome è un idiota, per me interpretarlo è un regalo grandissimo, perché mi diverto moltissimo, mi sento libero di dire tutte le cose peggiori con la massima naturalezza e credendoci fino in fondo. Sono due idioti che vanno quasi oltre ogni limite con un candore, però, che in qualche modo li salva dal giudizio del pubblico.”

Ma tu sei felice?
Lettura-spettacolo con Claudio Bisio e Gigio Alberti
Tratto dal libro“Ma tu sei felice?” di Federico Baccomo
Produzione Solea Distribuzione Terry Chegia
Per informazioni e approfondimenti www.estateteatraleveronese.it

]]>
https://www.radiowebitalia.it/144096/in-eventi/claudio-bisio-e-gigio-alberti-aprono-lestate-teatrale-veronese.html/feed 0
Enrico Nigiotti rinviato a maggio 2021 il tour teatrale https://www.radiowebitalia.it/143904/teatro/enrico-nigiotti-rinviato-a-maggio-2021-il-tour-teatrale.html https://www.radiowebitalia.it/143904/teatro/enrico-nigiotti-rinviato-a-maggio-2021-il-tour-teatrale.html#respond Wed, 08 Jul 2020 15:49:31 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=143904 A causa della situazione dell’emergenza sanitaria e alla luce delle relative disposizioni governative in tema di salute pubblica in merito ad assembramenti di persone, il tour teatrale di ENRICO NIGIOTTI, inizialmente previsto per maggio 2020, si terrà a maggio 2021.

Il cantautore toscano tornerà live a partire dal 7 maggio 2021 debuttando al Teatro Celebrazioni di Bologna per presentare per la prima volta live al pubblico i brani del suo ultimo album “Nigio” (Sony Music Italy) e i suoi più grandi successi, come “L’amore è” (certificato doppio platino e presentato alla 11ª edizione di X Factor), “Complici” feat. Gianna Nannini (certificato oro e fra i dieci brani più trasmessi in radio) e l’ultimo singolo “Notturna”.

Di seguito le nuove date del tour teatrale 2021 di Enrico Nigiotti (prodotto e organizzato da Friends&Partners):

7 maggio, Teatro Celebrazioni – BOLOGNA (recupero del concerto inizialmente previsto il 2 maggio e già posticipato al 20 ottobre 2020)

8 maggio, Teatro Colosseo – TORINO (recupero del concerto inizialmente previsto l’11 maggio e già posticipato al 19 ottobre 2020)

12 maggio, Teatro Acacia – NAPOLI (recupero del concerto inizialmente previsto l’8 maggio e già posticipato al 26 ottobre 2020)

13 maggio, Auditorium Parco della Musica (Sala Sinopoli) – ROMA (recupero del concerto inizialmente previsto il 19 maggio e già posticipato all’8 ottobre 2020)

15 maggio, Teatro Verdi – FIRENZE (recupero del concerto inizialmente previsto il 4 maggio e già posticipato al 22 ottobre 2020)

20 maggio, Teatro Goldoni – LIVORNO (recupero del concerto inizialmente previsto il 21 maggio 2020)

24 maggio, Teatro Dal Verme – MILANO (recupero del concerto inizialmente previsto il 5 maggio 2020)

I biglietti già acquistati per gli show previsti a maggio 2020 rimangono validi per gli show di maggio 2021.

Tutte le informazioni sui biglietti sono disponibili al seguente link: www.friendsandpartners.it/elenco-concerti-spettacoli-annullati-o-rinviati/.

Nel mesi del lockdown Enrico Nigiotti ha scritto e registrato in casa il brano inedito “Terrazza Mascagni”, un provino diretto e puro che il cantautore ha deciso di regalare ai suoi fan rendendolo fruibile tramite i suoi canali social. Un viaggio poetico in cui libera i suoi pensieri attraverso una finestra che dà sulla Terrazza Mascagni, uno dei luoghi più eleganti e suggestivi della città di Livorno.

L’ultimo progetto discografico “Nigio” (https://smi.lnk.to/Nigio) si compone di 7 brani inediti, più l’ultimo singolo “Notturna”, scritti e composti dallo stesso Enrico Nigiotti, che si caratterizzano per un sound forte ricco di assoli di chitarra scandito dal ritmo della batteria. Un album intimo, colloquiale e diretto che parla di “vita camminata”, di momenti intensi vissuti fuori casa, tra la gente, per strada. Oltre al brano sanremese “Baciami Adesso”, “Nigio” contiene anche l’inedito “L’Ora Dei Tramonti” impreziosito da alcuni versi scritti dal cantautore toscano e recitati da Giorgio Panariello.

Questa la tracklist dell’album “Nigio”: “Baciami Adesso”, “Pasolini”, “Highlander”, “Vito”, “Corso Garibaldi”, “Il Provinciale”, “L’ora dei tramonti” feat. Giorgio Panariello, “Notturna”.

Nel corso della sua carriera, Enrico Nigiotti si è contraddistinto per il suo linguaggio immediato e diretto scrivendo anche brani per artisti come Eros Ramazzotti, Gianna Nannini e Laura Pausini. Enrico ha partecipato tre volte al Festival di Sanremo, lo scorso anno con il brano “Nonno Hollywood” (certificato oro), con il quale si aggiudica il Premio Lunezia per Sanremo come miglior testo in gara e contenuto nell’edizione speciale del suo ultimo album di inediti “Cenerentola e altre storie…”, e l’ultima quest’anno con il brano “Baciami Adesso”. Nel 2019 ha girato tutta l’Italia con il suo “Cenerentola tour” presentando dal vivo ai suoi fan i suoi più grandi successi.

]]>
https://www.radiowebitalia.it/143904/teatro/enrico-nigiotti-rinviato-a-maggio-2021-il-tour-teatrale.html/feed 0
La storia del teatro Ivelise non si ferma https://www.radiowebitalia.it/143873/teatro/la-storia-del-teatro-ivelise-non-si-ferma.html https://www.radiowebitalia.it/143873/teatro/la-storia-del-teatro-ivelise-non-si-ferma.html#respond Mon, 06 Jul 2020 16:17:28 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=143873 Lo storico teatro romano riapre i battenti non solo al pubblico ma ad una nuova concezione di intrattenimento.

Lo storico Teatro Ivelise ha chiuso i battenti la sera del 2 marzo del 2020 ancor prima degli altri teatri italiani, seguendo immediatamente la direttiva nazionale rivolta alle scuole, sospendendo il programma didattico in corso.
L’interesse nel tutelare i propri soci, gli allievi, lo staff e il prossimo, in un periodo storico di emergenza che ci ha colto all’improvviso a causa del Covid – 19, per la Direzione è stata la priorità.
“Restare a casa” non ha significato fermarsi ma evolversi.
Grazie alla collaborazione degli insegnati e degli allievi il programma didattico dei corsi è stato portato avanti su piattaforme online, senza escludere discipline basate prettamente sul movimento scenico, come danza del ventre e burlesque. Passare dalle lezioni in sede a lezioni online ha imposto delle varianti ai programmi didattici che si sono rivelate un valore aggiunto: allievi e docenti hanno sperimentato nuove vie di comunicazione, nuovi metodi di studio e di confronto superando limiti mai immaginati prima.
L’importante per lo staff è stato non “fermarsi” e “non rinunciare” agli obiettivi prefissati per ogni singolo corso.
In alternativa alla performance live di fine corso con pubblico presente, oggi, gli allievi del Teatro Ivelise stanno realizzando format alternativi: alcuni sono impegnati nella produzione di cortometraggi scritti appositamente per loro, ambientati nella fase 1 del Covid 19, con riprese video effettuate attraverso la webcam; altri stanno preparando eventi in streaming come spettacoli teatrali e Radio Dramma.
I lavori di fine corso saranno fruibili sul nostro sito web e sui nostri social media.
Questa esperienza ha aperto una nuova strada per la didattica che lo staff del teatro ha stabilito di portare avanti, anche in seguito alla fase 2, con l’avvio di corsi online che supereranno il confine del territorio capitolino, espandendosi in tutta Italia.
In merito alla stagione teatrale la sospensione del cartellone è concepita dallo staff e dagli artisti coinvolti più come una posticipazione delle rappresentazioni programmate.
Sperimenteremo anche per gli spettacoli lo streaming, in attesa di poter accogliere il 100% del pubblico che può ospitare il teatro.
L’Ivelise ripone fiducia nel futuro prossimo assumendo un atteggiamento propositivo e trasformando questa esperienza in “evoluzione”.

]]>
https://www.radiowebitalia.it/143873/teatro/la-storia-del-teatro-ivelise-non-si-ferma.html/feed 0
Teatro Sistina. Rimborso biglietti https://www.radiowebitalia.it/143159/teatro/teatro-sistina-rimborso-biglietti.html https://www.radiowebitalia.it/143159/teatro/teatro-sistina-rimborso-biglietti.html#respond Tue, 09 Jun 2020 09:18:06 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=143159 Dopo mesi di attesa per ricevere definitiva chiarezza attorno alla possibilità di poter effettuare i rimborsi dei titoli di acquisto non utilizzati a causa dell’emergenza Covid-19, finalmente abbiamo ottenuto la conferma che il nostro Teatro possa procedere a ristorare monetariamente l’acquirente, senza essere obbligati a emettere i voucher della durata di 18 mesi.

Si precisa, infatti, che il gestore/organizzatore non sarebbe stato nella possibilità di compiere autonomamente l’operazione senza l’approvazione da parte della Siae, che a sua volta risponde a indicazioni precise dell’Agenzia delle Entrate, essendo il biglietto di acquisto un titolo fiscale a tutti gli effetti.

Dopo ripetuti inviti a dipanare questa matassa si è finalmente giunti alla conclusione che il Teatro Sistina da oggi lunedì 8 Giugno avvierà le pratiche di rimborso degli oltre 15.000 biglietti venduti e rimasti non goduti degli spettacoli interrotti per Covid-19: The Full Monty, Con Tutto il Cuore/Vincenzo Salemme, Rugantino.
Coloro i quali hanno acquistato il biglietto presso il botteghino del teatro, verranno contattati per un appuntamento e i rimborsi verranno effettuati a partire da lunedì 15 giugno 2020. Tutti coloro che hanno acquistato il biglietto sul sito Ticketone.it riceveranno automaticamente il rimborso sulla carta di credito utilizzata per l’acquisto.

Il rimborso dei biglietti acquistati presso il botteghino del Teatro Sistina verrà effettuato per l’intero prezzo del biglietto incluso il diritto di prevendita, come riportato sul biglietto stesso.
Il Teatro Sistina si farà carico di risarcire la cosiddetta quota di “aggio” trattenuta dal sistema di vendita Ticketone.it (fornitore del servizio) per far sì che allo spettatore il rimborso giunga per intero.

Per chi invece avesse scelto di acquistare i biglietti direttamente sul sito Ticketone.it, il rimborso seguirà la stessa procedura di quelli acquistati presso il botteghino del Teatro, con la differenza che potranno essere trattenuti da Ticketone.it tutti i servizi accessori, come ad esempio “stampa a casa”, le “Commissioni di servizio”, le eventuali “polizza biglietto sicuro”, l’eventuale “confezione regalo”, e altri servizi che lo spettatore possa aver acquistato direttamente online e non presso il botteghino del Teatro Sistina.

“Abbiamo preferito agire in controtendenza rispetto a quanto espresso nelle condizioni di vendita che lasciano la facoltà al gestore di trattenere il diritto di prevendita in caso di rimborso per annullamento. Non riteniamo affatto corretto far pesare sullo spettatore i costi di un evento così imprevedibile e ingestibile come una pandemia. Nonostante ci venga trattenuta dai sistemi di biglietteria una percentuale di quel diritto di prevendita sotto forma di commissione, abbiamo pensato fosse onesto rimettercela di tasca nostra affinché lo spettatore ricevesse un gesto importante da parte del Teatro. Ticketone.it è uno dei concessionari di servizi di vendita del Teatro e agisce seguendo proprie regole di mercato espresse chiaramente nelle condizioni generali di vendita che vengono rese note all’atto dell’acquisto, e pertanto opera le scelte che più ritiene opportune nell’ambito di ciò che gli è consentito dal contratto di acquisto.
La mia visione vuole invece guardare al futuro e, nella speranza che si possa presto tornare ad applaudire gli spettacoli che gli spettatori avevano scelto, sono certo che la nostra decisione rafforzerà il rapporto di fiducia reciproca che da anni lega il Teatro Sistina al proprio pubblico.”

Il Teatro Sistina è ancora chiuso e gli spettacoli non sono in scena per contribuire al contrasto della pandemia da Covid 19 ma il nostro storico teatro vuole restare vicino al proprio pubblico e conoscere le sue sensazioni rispetto allo spettacolo dal vivo e al teatro, per tornare ad essere sempre più, in futuro, al servizio degli spettatori.

Per questo saremmo felici se vorrete dedicarci qualche minuto e rispondere ad alcune semplici domande di una importante indagine internazionale sullo spettacolo dal vivo. La società inglese INDIGO, che ha condotto questa ricerca in Gran Bretagna, l’ha resa disponibile per l’utilizzo in altri paesi attraverso un sintetico questionario online che può essere compilato cliccando al link in fondo a questo articolo..

Rispondere alle domande del questionario richiede pochi minuti e le risposte rimarranno assolutamente anonime, aiuteranno noi operatori dello spettacolo a programmare la ripresa delle attività, quando sarà possibile. Con questo questionario non raccogliamo nessuna informazione personale.

Grazie e speriamo di rivederci presto!

]]>
https://www.radiowebitalia.it/143159/teatro/teatro-sistina-rimborso-biglietti.html/feed 0
Il 15 giugno Gianni Morandi torna sul palco del Teatro Duse di Bologna https://www.radiowebitalia.it/143013/in-eventi/il-15-giugno-gianni-morandi-torna-sul-palco-del-teatro-duse-di-bologna.html https://www.radiowebitalia.it/143013/in-eventi/il-15-giugno-gianni-morandi-torna-sul-palco-del-teatro-duse-di-bologna.html#respond Thu, 04 Jun 2020 08:36:36 +0000 https://www.radiowebitalia.it/?p=143013 A Bologna, il 15 giugno 2020, è in programma un evento simbolico per la ripresa dello spettacolo dal vivo.

Il 15 giugno Gianni Morandi torna sul palco del Teatro Duse di Bologna con una serata speciale fortemente voluta dall’artista, per riabbracciare, in maniera simbolica, il suo pubblico, dopo il lockdown.

L’evento (ore 21.00) è ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria e si terrà per un numero ridotto di spettatori, rispettando tutte le necessarie misure di sicurezza.

Per il grande pubblico, Radio Bruno trasmetterà l’evento, in esclusiva, in diretta radiofonica e televisiva (canali 256 e 71 del digitale terrestre), sul sito www.radiobruno.it e con l’app Radio Bruno, scaricabile gratuitamente.

Una serata di musica e canzoni, quindi, per stare di nuovo insieme a Gianni, in attesa di riprendere il progetto ‘Stasera gioco in casa’, la maratona di concerti, partita il primo novembre 2019 in esclusiva nazionale al Teatro Duse, e che si è dovuta interrompere per l’emergenza sanitaria.

Gli otto concerti già in cartellone e al momento sospesi, saranno tutti riprogrammati. Per le nuove date, che saranno comunicate appena possibile, resteranno validi i biglietti già acquistati.

Il 15 giugno, sul palco con Morandi, ci saranno anche Alessandro Magri al pianoforte ed Elia Garutti alla chitarra, già compagni di viaggio della residency al Duse.

“Non vedevo l’ora di poter tornare a cantare dal vivo e stare vicino alla gente, perché questa è l’anima del nostro lavoro, – ha detto Gianni Morandi – appena ho saputo che si poteva rialzare il sipario, seppur con pochi spettatori, ho chiesto al Duse di poter tornare sulle tavole del teatro che per tanti mesi è stata la mia casa. Sicuramente, sarà molto emozionante compiere questo piccolo passo verso la normalità e riaccendere le luci sul palcoscenico, perché il teatro è cultura, è vita e nessuna città può rimanerne senza”.

“Ringrazio di cuore Gianni Morandi per la sensibilità e la stima che ancora una volta ci dimostra. Artista generoso e dal grande carisma, Gianni al Duse è ormai di famiglia, – ha commentato il presidente del Cda del Teatro Duse Walter Mramor – che sia proprio lui il primo a salire sul palcoscenico, dopo quasi quattro mesi di chiusura forzata, significa molto per noi”. “Con questa serata il Teatro Duse vuole dimostrare la vicinanza al suo pubblico, alla città, a tutti gli artisti, e lanciare un messaggio di speranza – ha aggiunto Mramor – verso la vera ripartenza che avverrà solo quando potremo accogliere tutto il nostro pubblico, senza limitazioni”.

“Il Duse, teatro privato che svolge da sempre una funzione pubblica, non è in grado di sostenere un’apertura contingentata – conclude Mramor – perciò sarà quanto mai fondamentale che le Istituzioni ci siano vicine in questo momento di particolare difficoltà, che riguarda il nostro settore”.
——–
INFO E PRENOTAZIONI:
L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria, fino ad esaurimento posti. Per prenotare è necessario inviare una mail a biglietteria@teatroduse.it, dalle ore 11.00 di venerdì 5 giugno 2020. La prenotazione sarà validata tramite l’invio di una mail di conferma da parte del Teatro Duse.

]]>
https://www.radiowebitalia.it/143013/in-eventi/il-15-giugno-gianni-morandi-torna-sul-palco-del-teatro-duse-di-bologna.html/feed 0