Home | In News | Lo Stadio della Roma si farà: accordo con cubature dimezzate a Tor di Valle

Lo Stadio della Roma si farà: accordo con cubature dimezzate a Tor di Valle

Lo stadio della Roma si farà, c’è accordo tra il Campidoglio e i proponenti del progetto. Il nuovo e avveniristico impianto si farà sempre a Tor di Valle. Ad annunciare il ‘sì’ è stata la sindaca Virginia Raggi. Tra i dettagli dell’accordo “via le torri” e un taglio delle cubature di circa la metà sul progetto originario. All’annuncio era presente il dg della Roma Mauro Baldissoni. Presente all’incontro anche il costruttore Luca Parnasi.

I proponenti del progetto Stadio della Roma a Tor di Valle, a quanto si apprende, dovrebbero chiedere una sospensione di 30 giorni della conferenza dei servizi. La prossima riunione è fissata al 3 marzo.

“Uno Stadio Fatto Bene. Tre torri eliminate; cubature dimezzate, addirittura il 60% in meno per la parte relativa al Business Park; abbiamo elevato gli standard di costruzione a classe A4, la più alta al mondo; mettiamo in sicurezza il quartiere di Decima che non sarà piu soggetto ad allagamenti; realizzeremo una stazione nuova per la ferrovia Roma-Lido”. Così Virginia Raggi su Fb a proposito dell’intesa raggiunta sullo stadio della Roma. “Abbiamo rivoluzionato il progetto e lo abbiamo trasformato in una opportunità”.

“Avevamo detto che lo stadio si sarebbe fatto nel rispetto della legge e lo abbiamo ottenuto, grazie anche alla disponibilità della nostra controparte, ora alleata per andare avanti in un progetto ecosostenibule e nell’interesse dei cittadini”. Così la sindaca di Roma Virginia Raggi illustrando con il dg della Roma Mauro Baldissoni l’intesa raggiunta sullo stadio della Roma.

Newsletter

Guarda anche...

Hollywood-Icons

Cinema. In mostra a Roma le foto delle icone di Hollywood

Hollywood Icons. Fotografie dalla Fondazione John Kobal è un’estesa indagine sulle grandi stelle cinematografiche dell’epoca …

migranti

Estate al Maxxi di Roma: ecco le mostre

Dopo l’inaugurazione delle mostre dedicate a due maestri dell’architettura internazionale, Zaha Hadid e Yona Friedman, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi