Home | Tempo d'Europa | Balneari, Morganti (ELD), tutela categoria sia priorità per nuovo governo
Claudio Morganti
Claudio Morganti

Balneari, Morganti (ELD), tutela categoria sia priorità per nuovo governo

Bruxelles, 25 aprile 2013. «La Commissione europea riconosce la complessità della situazione che si è venuta a creare in Italia per i balneari, a causa della direttiva Bolkestein, pertanto il mio appello al Governo che sta per nascere è che metta in agenda, tra le sue priorità, la tutela della categoria, un’eccellenza del nostro Paese e una risorsa economica al momento sottovalutata». L’eurodeputato toscano indipendente ELD Claudio Morganti commenta la risposta del Commissario UE al Mercato interno, Michel Barnier, a una sua interrogazione parlamentare in cui chiedeva se la proroga della scadenza delle attuali concessioni demaniali marittime, approvata dal Parlamento italiano, fosse compatibile con le disposizioni comunitarie vigenti e se non ritenesse opportuno stabilire un orizzonte temporale più esteso.

«Questo provvedimento – ha precisato Morganti – pur essendo utile non è sufficiente a mettere al riparo la categoria dei balneari dal rischio di non rientrare degli investimenti intrapresi, visto il periodo di tempo limitato».

«Lo stesso Barnier, che si dice pronto a esaminare le disposizioni transitorie proposte – ha sottolineato –  ribadisce l’importanza di garantire al prestatore proprio questo ammortamento che l’attuale proroga non consente, ma spetta agli Stati membri stabilire la durata adeguata delle autorizzazioni».

«Rimango comunque contrario all’applicazione della direttiva Servizi alle imprese balneari – ha concluso Morganti – in quanto le spiagge italiane non devono essere considerate una risorsa naturale limitata, visto che due terzi di esse è libero da concessioni»

 

 

Guarda anche...

Michel Barnier

Brexit: il capo negoziatore dell’UE Michel Barnier incontra i leader locali per discutere l’impatto su regioni e città

Altri temi della sessione plenaria del CdR in programma il 22 e 23 marzo: dibattito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi