Mattia Caroli & I Fiori del Male con ‘Ain’t She The Queen?’, in radio dal 23 maggio

La band d’ispirazione letteraria prende il nome dalla nota raccolta di poesie di Charles Baudelaire e fa dei poeti maledetti la propria guida, riportando tutta la magia della poesia in musica. Le sonorità sono vintage, tipiche degli anni ’70, rielaborate con gusto moderno e spirito innovativo.

In un rapporto spesso capita di domandarsi se la ragazza amata sia davvero la “regina” che si pensava fosse in principio, un po’ come la protagonista di una vecchia canzone sentita alla radio. “Ain’t She The Queen?” nasce da qui, è un brano pensato in un momento di delusione, quando ci rendiamo conto della nostra propensione ad idealizzare le persone che stimiamo e finalmente le vediamo per quello che realmente sono. Tecnicamente il brano è la sintesi strumentale di quello che sarà il disco d’esordio “Fall From Grace”, in uscita a settembre: il suono caldo dei fiati si articola contrapposto alla freddezza metallica del dobro, il sax riporta alla realtà le fantasie del protagonista illuso dall’amore e da se stesso ma pronto a ripartire verso nuove avventure.

Con il primo EP “Every Giro Day” i componenti della band hanno girato tutta l’Italia in tour, i loro videoclip hanno collezionato migliaia di visualizzazioni e, proprio con uno dei loro video, si sono aggiudicati il titolo di Best Music Video ai Paris Art & Movie Awards 2015, concorrendo contro quattro finalisti da tutto il mondo (Usa, Francia,Spagna).

Mattia Caroli & I Fiori del Male sono: Mattia Caroli (voce e chitarra), Alessio Festuccia (tastiera), Valerio Brucchietti (basso), Niccolò Jacopo Cavoli (tromba), Simone Fusiani (sax e cori), Nicolò Francesco Faraglia (chitarra elettrica) e Pierluigi Foschi (batteria).

“Fall From Grace” uscirà a settembre 2016 per l’etichetta tedesca TimeZone Label.

Iscriviti alla Newsletter (16370)

[post-marguee]

Guarda anche...

negramaro

I Negramaro al contest per artisti emergenti

Dai Negramaro al contest per artisti emergenti, dai 60 anni di Amnesty International all’appello per …