Home | Tempo d'Europa | Successo per Il Decameron in 100 tweet. Il Ministro Bray invia il suo twoosh
Ministro Bray
Ministro Bray

Successo per Il Decameron in 100 tweet. Il Ministro Bray invia il suo twoosh

Roma, 12 agosto 2013. Per celebrare in modo creativo il 700° compleanno di Giovanni Boccaccio, la Società Dante Alighieri – tramite la redazione di madrelingua – ha progettato il concorso Il Decameron in 100 tweet (vedi Tempo d’Europa del 2 agosto 2013).

L’obiettivo è riassumere il capolavoro di Boccaccio in versioni di 14000 caratteri ciascuna (140 caratteri di un twoosh per 100 novelle).

Tra il 1° agosto e l’inizio di novembre la redazione pubblicherà ogni giorno due twoosh: uno narrativo e uno in metrica, per 100 giorni. Il premio per i 10 tweet/twoosh selezionati dalla giuria del concorso sarà un dizionario Devoto Oli e la tessera ‘Dante’ per il 2014.

Si partecipa inviando twoosh (tweet “perfetti” di140 caratteri esatti, spazi inclusi) o tweet che riassumono una o più delle 100 novelle, tra il 1° agosto e l’8 novembre 2013, su twitter.com/la_dante o su facebook.com/sdaMadrelingua, sempre citando l’hashtag  #14000DB. Digitandolo, si aprirà una pagina Twitter con tutti i contributi giunti finora.

La scelta di Twitter, per il progetto, aveva l’obiettivo, apparentemente già raggiunto, di dimostrare che il web può riservare sorprendenti capacità poetiche e di innovazione, anche nel trattamento di testi molto classici secondo i canoni della contemporaneità.

Pensa  all’innovazione e alla creatività il vicepresidente della “Dante”, Paolo Peluffo, quando parla delle attività in cantiere per il prossimo autunno: «Promuoveremo soprattutto iniziative dedicate alla poesia, così profondamente legata all’identità linguistica italiana e ambito privilegiato dell’innovazione linguistica. Ringraziamo il ministro Bray che, il 9 agosto, ha inviato un suo ‘twoosh’; ci ha dato un esempio su quale debba essere il modo per mantenere vitale la nostra cultura: contribuire direttamente con i propri contenuti. La partecipazione del Ministro al concorso ‘Il Decameron in 100 tweet’» prosegue Peluffo «ci incoraggia dunque a procedere sulla via della creatività e della rete».

E’ dello stesso avviso il segretario generale della “Dante”,  Alessandro Masi: «In questi anni di accelerazione e nel pieno sviluppo della società dell’informazione e della conoscenza, la nostra organizzazione veste i panni virtuali di una ‘Dante 2.0’, che intende consolidare la sua presenza nei social media promuovendo nuove riletture dei classici».

«La familiarità con il Web aiuta a non trascurare alcuna possibilità», conclude l’ideatore del progetto, Massimo Arcangeli: «Le nuove tecnologie permettono di sperimentare nuove (o rinnovate) forme letterarie d’avanguardia. Bastano 22 battute, barra di separazione fra i versi e spazi inclusi, per digitare l’ungarettiana Mattina (“M’illumino / d’immenso”)».

 

Guarda anche...

Giovanni Boccaccio

Il Decameron in 100 tweet, concorso della Dante per il 700° compleanno di Boccaccio

Roma, 2 agosto 2013. Il 700° compleanno di Giovanni Boccaccio merita un festeggiamento particolare. Lo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi