frutta

L’Italia fra paesi Ue con più consumo di frutta e verdura

L’Italia è fra i Paesi Ue dove si mangia più frutta e verdura. Lo comunica Eurostat sulla base di rilevazioni effettuate nel 2014. Più di un terzo degli europei sopra i 15 anni (34,4%), infatti, non mangia nemmeno un frutto o verdura al giorno. Il nostro Paese, però, fa registrare una percentuale ben inferiore, 23%, e si posiziona quarto tra i Paesi virtuosi. A guidare la classifica è il Belgio (16,1%), seguito da Portogallo (20,7%) e Regno Unito (21,3%). All’opposto si trovano Romania (65,1%) e Bulgaria (58,6%), dove due terzi o comunque oltre la metà della popolazione non consumano frutta e verdura.

Guardando ai Paesi in cui si consumano almeno 5 porzioni al giorno, l’Italia scivola più in basso ed è solo tredicesima (11,9%), contro una media Ue del 14,1%. I primi della classe nel rispetto di una dieta ricca di questi alimenti sono invece Regno Unito (33,1%) e Danimarca (25,9%). In alcuni Paesi come per esempio la Gran Bretagna a determinare un consumo maggiore è il livello di istruzione, con differenze significative sino a quasi 16 punti percentuali tra i laureati e chi non ha titoli di studio. In Italia non c’è invece una differenza molto marcata (4,2%).

Newsletter

Guarda anche...

carbone-fossile

Eurostat. Consumo carbone fossile Ue continua a declinare

Con un calo del 4% dal 2017 al 2018, il consumo di carbone fossile nell’Ue …