meteo-neve

Il 2016 si chiude nel segno di un gelido bel tempo

L’alta pressione che ormai sta dominando il Paese da parecchi giorni, continuerà a farlo almeno fino a Capodanno, poi la gigante figura anticiclonica dovrebbe abbandonare l’Italia.L’ingresso di venti freddi da Nordest sulle regioni adriatiche e al Sud, sta portando un repentino calo delle temperature con valori sotto la media del periodo al Centro-Sud. Fa freddo anche al Nord, specie di notte. La neve ha fatto la sua comparsa in Abruzzo, Molise, Puglia e Calabria, anche a quote di collina o piu’ raramente su aree pianeggianti. Oggi deboli nevicate potranno ancora interessare la Basilicata, come a Potenza e localmente a Matera. Fino a Capodanno poi il tempo tornerà ad essere stabile, anche se con un clima freddo.

Notte di San Silvestro con locale nebbia al Nord, ma bel tempo prevalente sul resto delle regioni, gelate diffuse sulle regioni settentrionali e valori termici notturni molto bassi anche al Centro-Sud.

“Il tempo subirà un radicale cambiamento nei giorni successivi al Capodanno – spiega Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it – Infatti l’alta pressione inizierà ad abbandonare l’Italia, spostandosi sempre più verso l’Atlantico. Un primo peggioramento del tempo è atteso tra il 2 e il 3 gennaio con piogge diffuse al Centro-Sud e inizialmente anche al Nordest. La neve cadrà abbondante sugli Appennini sopra i 400/800 metri di quelli settentrionali, dai 1200/1300 metri su quelli centrali e meridionali. Un nuovo, ma più intenso e importante peggioramento è atteso poi dal 6/7 gennaio, ad opera di un’imponente discesa di aria artica che affondera’ nel Mediterraneo”.

Newsletter

Guarda anche...

Jean-Michel Jarre

Jean-Michel Jarre 75milioni di spettatori per il concerto di Capodanno

Jean-Michel Jarre ci ha accompagnato nel nuovo anno con un concerto spettacolare in live streaming …