Paolo De Castro. Unesco: dopo Dieta Mediterranea ottimo risultato anche per l’arte dei pizzaiuoli napoletani. Avanti anche per colline Prosecco


“Dopo la Dieta mediterranea nel 2010, primo elemento culturale al mondo a carattere alimentare iscritto nella lista dell’Unesco, arriva anche per l’arte dei pizzaiuoli napoletani il riconoscimento a patrimonio dell’umanità dell’Unesco”. Così Paolo De Castro, Primo Vice Presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo, commenta la notizia arrivata questa notte dalla Corea. “Dopo la battaglia a Bruxelles- prosegue De Castro- che ha portato nel 2010 a iscrivere la pizza napoletana nell’elenco delle specialità tradizionali garantite dell’Unione europea, quello di oggi è un altro importante risultato ottenuto nel percorso di tutela e valorizzazione di quello che e’ forse uno dei prodotti più amati e conosciuti del Made in Italy agroalimentare”. L’eurodeputato conclude con un augurio: “speriamo che sia possibile ottenere la stessa bella notizia al più presto anche per “Le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene” la cui candidatura è stata ufficialmente presentata quest’anno dal Ministro Martina”.

Newsletter


Guarda anche...

teatro Bolivar di Napoli con "Oxido"

La danza in scena al teatro Bolivar di Napoli con “Oxido”

Emozioni in danza al teatro Bolivar di Napoli (via Bartolomeo Caracciolo, 30) dove domani, domenica …