Doppio appuntamento sabato 1 dicembre al Maxxi di Roma

Doppio appuntamento sabato 1 dicembre al MAXXI di Roma. Si inizia la mattina alle ore 11.30 con il terzo incontro de LE STORIE DEL DESIGN dal titolo Minimo volume multiplo. Il design di libri e manifesti, che vede protagonista il designer Leonardo Sonnoli (Auditorium del MAXXI – ingresso 5 euro – gratuito per i possessori della card myMAXXI).
Introdotto da Domitilla Dardi curatrice della rassegna realizzata con il patrocinio di ADI Lazio, Sonnoli dedica l’appuntamento a due artefatti del design grafico che tutti i giorni abbiamo sotto gli occhi e di cui più volte è stato recitato, invano, il De profundis. Dopo un’introduzione storico-teorica sul manifesto, in particolare quello italiano, e sulla differenza con il design del libro, ci incentreremo su alcuni volumi di notevole interesse per il loro rapporto tra forma e contenuto e sui poster ideati dal designer protagonista, approfondendo il percorso di progettazione e realizzazione.

Alle ore 18.30 è la volta invece di PERFORMING THE ARCHIVES. SOUND, il ciclo di incontri che ripercorre la storia della sperimentazione sonora in Italia dal 1950 al 2000 (Archive Wall – ingresso 5 euro, gratuito per i possessori della card myMAXXI). Con l’ultimo incontro dal titolo L’impulso delle nuove tecnologie e oltre arriviamo al 1990, quando Mario Sasso e Nicola Sani ricevono il Prix Ars Electronica di Linz per la composizione video Footprint e Marcello Aitiani mette in mostra la sua Nave di Luce, opera pionieristica che anticipa le nuove tecnologie info-telematiche. Introdotto da Carlo Fatigoni curatore della mostra When Sound Becomes Form e moderati da Giulia Pedace MAXXI Arte, gli artisti Ida Gerosa e Michelangelo Lupone raccontano quegli anni in cui Gerosa presentava a Roma Memorie d’acqua Fontana di Trevi, performance multimediale con musica e suoni ambientali di Luigi Ceccarelli e Lupone adottava un approccio interdisciplinare che permette l’integrazione dell’ambito musicale con quello scientifico e tecnologico, indicando una strada sempre più rivolta all’uso integrato dell’ambiente di ascolto, dando origine a grandi installazioni musicali basate su tecnologie d’invenzione.

Newsletter

Guarda anche...

Junior V

Junior V, al via “Sconosciuti che conosciamo in tour”

Partirà da Milano “Sconosciuti che conosciamo in tour” (#topcitiestour), la serie di concerti del cantautore …