Home | In News | Concessioni demaniali. Unionmare Veneto chiede alla Regione convocazione di un tavolo tecnico

Concessioni demaniali. Unionmare Veneto chiede alla Regione convocazione di un tavolo tecnico

Si è svolto ieri mattina a Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale del Veneto, un incontro tra l’assessore al turismo Federico Caner e il presidente di Unionmare Veneto Alessandro Berton.
Tema dell’appuntamento sono state le modalità di recepimento della regione in merito alle modifiche legislative alla proroga delle concessioni demaniali.

«La regione Veneto – spiega Alessandro Berton – è da poco intervenuta con la nota prot. 137977 del 5 aprile 2019, che contiene le prime indicazioni operative, ancorché non vincolanti, sulle modalità di recepimento delle intervenute modifiche legislative.
Unionmare condivide l’iniziativa regionale, essendo finalizzata a “suggerire” soluzioni interpretative univoche per tutto il territorio regionale interessato.
Tuttavia, assieme ai concessionari, riteniamo opportuno e necessario che tutti i comuni del litorale Veneto condividano tra loro queste modalità di recepimento, così da garantirne un’applicazione uniforme».

Durante l’incontro con l’assessore Caner, dunque, Berton ha chiesto la convocazione di un tavolo tecnico di confronto con la regione, i comuni della costa veneta e il sindacato.
«Chiediamo inoltre alla regione – aggiunge Berton – di farsi portavoce di queste istanze. Questo tavolo tecnico di coordinamento sarà, infatti, la sede ideale per promuovere un confronto tra regione, comuni e concessionari, attraverso il sindacato, finalizzato a condividere le modalità più adeguate a recepire in modo uniforme l’intervenuta modifica della durata delle concessioni demaniali marittime».

Positiva è stata la risposta dell’assessore Caner, che ha fissato per il 30 aprile, a Palazzo Balbi, la data del tavolo tecnico.

Newsletter

Guarda anche...

Federico-Caner

Spiagge. Federico Caner: le concessioni balneari devono rimanere fuori dalla Direttiva Servizi

“Il governo italiano deve farsi sentire a Bruxelles e riuscire in quello che è riuscito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi