Coronavirus, “Strade d’Europa” in aiuto alle imprese per i bandi e procedure legati all’emergenza

il portale “Strade d’Europa” è al servizio delle imprese con la pubblicazione di bandi e avvisi per l’accesso ai fondi disponibili per l’emergenza Covid-19 ma soprattutto con il supporto diretto ad aziende e professionisti per seguire tutte le procedure”. Lo afferma l’europarlamentare di FDI, Nicola Procaccini, promotore del progetto partito a novembre, chiamato appunto “Strade d’Europa”, che fornisce continui aggiornamenti sui bandi e sulle varie opportunità aperte per i fondi europei. In particolare, sul portale www.stradedeuropa.eu sono già pubblicate le misure attive per il sostegno alle imprese nell’ambito dell’emergenza COVID-19, con riferimento a vari ambiti regionali, e che saranno puntualmente implementate con i provvedimenti emanati. “In questa situazione di grande emergenza, anche economica per il nostro Paese – continua Procaccini – abbiamo ritenuto importante ampliare il servizio offerto pubblicando puntualmente anche i vari bandi e avvisi per l’accesso ai fondi disponibili per l’emergenza Covid-19. Una opportunità per consentire alle imprese di orientarsi al meglio nella complessità dei provvedimenti che in questi giorni vengono emanati da Governo e Regioni, in merito alle somme messe a disposizione per le varie categorie professionali e imprenditoriali. Anche in tale circostanza “Strade d’Europa” non si limita a pubblicare informazioni ma mette a disposizione il proprio staff per fornire assistenza diretta e supporto, tramite telefono o mail, per aziende e professionisti che abbiano bisogno di approfondimenti e confronto su procedure e modalità per accedere ai fondi. Un servizio che vuole essere il nostro contributo concreto e diretto per superare questa fase estremamente difficile per molte aziende, alle prese con gravi problematiche e incertezza sul futuro. Ad oggi, purtroppo, le opportunità a disposizione sono poche e farraginose. La stessa Unione Europea sta mostrando in modo evidente ciò che tante volte ho denunciato insieme ai colleghi di Fratelli d’Italia al Parlamento Europeo. Uno sbilanciamento pauroso e prepotente di interessi economici a danno dell’Italia, e non solo. Ma non è questo il momento né il luogo per affrontare questo discorso. Adesso è il tempo di mettere in salvo il salvabile. Di mettere in salvo l’Italia più bella e coraggiosa. Diamoci da fare”.

Guarda anche...

bandiera europa

UE: Cozzolino-Gualmini (PD), con il primo via libera a React-EU già in arrivo i soldi del recovery fund

Primo via libera della commissione Sviluppo regionale del Parlamento europeo a React-Eu, la parte del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi