zucchero sting

Online il video “September” di Sting e Zucchero “Sugar” Fornaciari

Nel disco una selezione delle collaborazioni più amate registrate durante l’illustre carriera dell’icona inglese. È online su https://smarturl.it/SeptemberVideo Il video ufficiale di “SEPTEMBER”, brano inedito scritto e registrato da STING con l’amico e collega ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI.

Il brano, prodotto da Sting e missato dal 4 volte vincitore di Grammy Robert Orton, è attualmente disponibile per la programmazione radiofonica e sarà contenuto nel nuovo album di STING dal titolo “DUETS” in uscita il 19 marzo 2021 e inoltre nel doppio cd di Zucchero “D.O.C. Deluxe” in uscita l’11 dicembre.

Questi i crediti del video di “SEPTEMBER”:
Regia e D.O.P.: Gaetano Morbioli
Account, produzione: Laura Castellotti

Produzione Attilio Bertuccioli

Backstage: Luca Salvagno
Operatore steadicam: Roberto Marabitti
Assistenti steadicam: Marchini Simone, Tamburro Andrea
Make up artist: Paolo Demaria

“SEPTEMBER è nata come risposta a questa pandemia – racconta STING – quando i giorni erano tutti uguali e guardavamo a settembre come momento in cui tutto sarebbe finito, la pioggia sarebbe arrivata a lavare via tutto. Il brano aveva una melodia molto italiana alle mie orecchie e ho pensato di chiamare Zucchero per chiedergli di adattare in italiano alcuni versi e cantare il brano con me. Siamo amici da più di 30 anni, mi sembrava naturale”.

«Non c’è mai niente di pianificato quando lavoro con Sting – dichiara Zucchero – Mi ha chiamato per chiedermi di scrivere un testo in italiano per una canzone che aveva appena composto. A me il brano è piaciuto molto sin dall’inizio e così abbiamo deciso di lavorare insieme a questo duetto. Il brano risente e parla del periodo sospeso che stavamo vivendo durante l’estate e racconta della speranza di tornare presto alla normalità. Ancora oggi speriamo che questo “settembre” arrivi presto».

Prodotto da Guénaël “GG” Geay & Martin Kierszenbaum e masterizzato da Gene Grimaldi al Oasis Mastering di Los Angeles, “DUETS” celebra le unioni artistiche collezionate durante la lunga carriera di Sting, il 17 volte vincitore di GRAMMY Award conosciuto da sempre come un esploratore musicale, un pioniere di suoni e collaborazioni. L’album contiene i duetti che STING ha maggiormente amato come quelli con Mary J. Blige, Herbie Hancock, Eric Clapton, Annie Lennox, Charles Aznavour, Mylène Farmer, Shaggy, Melody Gardot, Gashi e molti altri, collaborazioni nate sulle note di brani ormai diventati pietre miliari della musica pop mondiale.

L’album, già in preorder, sarà disponibile in CD e in una speciale edizione in vinile che conterrà note dell’autore.

Compositore, cantante, autore, attore, attivista, STING è nato a Newcastle, Inghilterra, prima di trasferirsi nel 1977 a Londra per formare con Stewart Copeland e Andy Summers i POLICE. La band ha pubblicato 5 album, ottenuto 6 Grammy Awards e nel 2003 è stata inserita nella Rock and Roll Hall of Fame.

Tra gli artisti che si sono distinti nel mondo per la carriera solista, STING ha ricevuto 11 GRAMMY Awards®, 2 Brits, un Golden Globe, un Emmy, 4 nomination agli Oscar, una nomination ai TONY, un Billboard Magazine’s Century Award, un MusiCares 2004 Person of the Year.

Nel 2003 è stato nominato Commander of the Order of the British Empire (CBE) dalla Regina Elisabetta II per la miriade di contributi dati con la sua musica. Sting è un membro della Songwriters Hall of Fame e ha ricevuto il Kennedy Center Honors, l’ American Music Award of Merit e il Polar Music Prize.

Sting ha ricevuto inoltre l’Honorary Doctorates of Music by the University of Northumbria (1992), Berklee College of Music (1994), University of Newcastle upon Tyne (2006) e Brown University at its 250th Commencement ceremony (2018).

Durante la sua illustre carriera, Sting ha venduto 100 milioni di album (tra i Police e il suo lavoro solista).

Dopo il suo ultimo album di inediti “57th & 9t”h, collezione di brani rock/pop dopo un decennio, Sting e l’icona del reggae Shaggy, accomunati dallo stesso management, Cherrytree Music Company, hanno pubblicato il disco collaborativo “44/876”, titolo che richiama ai prefissi telefonici di Gran Bretagna e Jamaica e che racconta il comune amore per la musica jamaicana, terra natia di Shaggy e luogo dove Sting ha scritto il classico dei Police “Every Breath You Take.” (brano che ha ricevuto lo scorso anno il BMI Pop Awards per essere stata la canzone più trasmessa di sempre dalle radio americane -oltre 15 milioni di passaggi).

L’album (che ha ottenuto ottimi risultati di vendita e critica) ha regalato a Sting e Shaggy il GRAMMY Award® come Best Reggae Album.

Sting ha pubblicato nel 2019 l’album “My Songs”, con reinterpretazioni in chiave contemporanea delle sue più grandi hit a cui è seguito un lungo tour mondiale durante il quale ha portato live i suoi più grandi successi, sia con i Police che della sua carriera solista che gli sono valsi in totale 17 Grammy Awards.

Da questo tour è nato il live album “My Songs: Live” con 11 brani registrati durante il world tour. Il prossimo anno STING sarà protagonista della residency a Las Vegas, uno show in cui la sua musica e le immagini tratte dai suoi video più iconici e dalle sue ispirazioni saranno protagonisti.

Sting è inoltre apparso in oltre 15 film e ha prodotto l’acclamato “A Guide to Recognizing Your Saints”. Nel 1989 è stato protagonista a Broadway del The Threepenny Opera.

Sting è autore di 2 libri tra cui la sua autobiografia best seller “BROKEN MUSIC”.

Il suo progetto teatrale più recente (nominato anche ai Tony) è stato il musical The Last Ship, ispirato dai suoi ricordi d’infanzia nella città navale di Wallsend, nel nord Est dell’inghilterra dove Sting è nato e cresciuto.

Lo spettacolo, con testi e musiche di Sting, è andato in scena a Broadway tra il 2014/2015 prima di arrivare in Gran Bretagna tra marzo e luglio del 2018. Sting ha ricoperto inoltre il ruolo del protagonista Jack White nella produzione canadese di The Last Ship e in quella andata in scena a Los Angeles tra il gennaio e il febbraio 2020 dopo essere stato in scena a San Francisco. Qui tutte le informazioni www.thelastshipmusical.com

Sting supporta diverse organizzazioni per i diritti umani come la Rainforest Fund, Amnesty International e Live Aid. Insieme alla moglie Trudie Styler, Sting ha fondato nel 1989 il Rainforest Fund per proteggere sia le grandi foreste che gli indigeni che le abitano. Insieme hanno organizzato 19 concerti benefici raccogliendo fondi e portando all’attenzione mondiale i problemi legati allo sfruttamento delle risorse del nostro pianeta. Fin dalla sua nascita, la fondazione ha lavorato a livello internazionale tanto da essere oggi presente in oltre 20 paesi in 3 continenti.

Guarda anche...

Zucchero “Sugar” Fornaciari

Il nuovo singolo di Zucchero “Facile”

Da venerdì 8 gennaio sarà in radio “FACILE”, il nuovo singolo di ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi