Floraleda Sacchi

Floraleda Sacchi rilegge Ludovico Einaudi

A poco più di un mese dall’uscita del nuovo album di Floraleda Sacchi dedicato a Ludovico Einaudi – che raccoglie 9 brani del famoso pianista/compositore – Floraleda ha deciso di regalare ai suoi ascoltatori un concerto dal vivo, che verrà trasmesso in streaming alle 21:30 il prossimo 26 febbraio dal Teatro all’Antica di Sabbioneta (Mantova).

L’album “Ludovico Einaudi by Floraleda Sacchi” ha già totalizzato sulla sola piattaforma Spotify oltre 400.000 ascolti.

Diversi brani sono entrati nella classifica dei singoli più venduti su iTunes. L’11 gennaio scorso, il brano “Primavera” ha raggiunto il 19esimo posto in classifica (tutti i generi compresi), un risultato sorprendente per una composizione di sola arpa ed elettronica.

L’album oltre che su tutte le piattaforme digitali è disponibile anche in formato fisico su chiavetta USB (con file ad alta risoluzione 48kHz/24bit) accompagnato da un prezioso libretto fotografico di 24 pagine curato personalmente dall’artista.

A seguito del grande interesse che il disco ha suscitato, Floraleda ha deciso di presentare al pubblico in concerto i brani. Per ovviare alle attuali limitazioni sullo spettacolo dal vivo è stato concepito uno streaming in un luogo di grande importanza storica e bellezza e una ripresa audio che regali all’ascoltatore un’esperienza tridimensionale come in presenza.

Costruito nel 1588, il Teatro all’Antica di Sabbioneta (Mantova), primo esempio di teatro stabile d’Europa, riveste un ruolo di primaria importanza nell’ambito degli edifici teatrali europei. Divenuto patrimonio Unesco e dotato di un’acustica straordinaria, sebbene attualmente aperto al pubblico solo su prenotazione nei giorni feriali, ha aperto le sue porte per questo concerto grazie alla generosa collaborazione e all’entusiasmo dell’amministrazione comunale che cura questo luogo prestigioso.

Il concerto è stato ripreso in doppio binaurale grazie al sistema Andrea von Salis® Recordings HD-3D utilizzato per la ripresa microfonica. Questo tipo di registrazione non presenta compressioni, equalizzazioni o effetti artificiali. Fondendo due “prospettive” differenti (quella del suono percepito dal musicista e quello che l’esecutore desidera essere il suono percepito dallo spettatore) se ascoltata in in cuffia o con uno stereo, regala all’ascoltatore una perfetta ricostruzione 3D dello strumento.

Anche se a distanza sarà dunque possibile avere la sensazione di essere presenti in sala.

Guarda anche...

Ludovico Einaudi

“Seven Days Walking” è il nuovo album di Ludovico Einaudi

Einaudi, il cui stile musicale unico è rinomato in tutto il mondo, si riconferma abitualmente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.