berna
Berna ph Enrico Luoni

Berna, l’intervista per il nuovo singolo: «La vita che vivo giornalmente è ciò che mi ispira»

Berna è un giovane artista italiano salito alla ribalta dopo alcune esperienze nei talent ma soprattutto per la presenza scenica e la grande padronanza del canto: quando si esibisce live infatti è impossibile non rimanere colpiti dal suo timbro vocale.

Classe 2001 proveniente da Mascali, piccolo paese in provincia di Catania, Berna si è fatto notare con il brano “Re Artù” performato anche all’interno di Amici 2022.

Il pezzo diventa in pochissimo tempo virale (su TikTok è oggetto di un’importante challenge lanciata dai più importanti Talent italiani) mentre su Spotify realizza oltre 430.000 streaming con oltre due mesi di presenza nella playlist “Generazione Z”).

Il nuovo singolo “Bevi la vita” è un tassello importante nel momento artistico del cantautore ventenne, che fa capire come la purezza e l’autenticità in musica a volte ripaghino.    

In qualche modo le tue origini siciliane hanno influenzato il tuo mondo musicale?

Credo che la mia terra abbia dato il suo forte contributo nel mio mondo musicale, nel rapporto con la musica e con chi intraprende questo percorso. Un artista che viene dal Sud purtroppo parte sempre con un punto in meno, la musica è piena di colori e ognuno di noi artisti è libero di colorarla ancora di più, ma a volte essere svantaggiato può complicare le tempistiche.

Sei un emergente, qual è il tuo obiettivo?

Ci sono tante cose che desidero e che mi frullano in testa, noi giovani tendiamo sempre a puntare in alto nonostante il futuro ci faccia paura. Il mio obiettivo è far arrivare la mia musica a più gente possibile, sarebbe ancora più bello vederla cantare i miei pezzi, magari sotto un palco, magari dentro a un palazzetto.

Qualche ricordo della tua infanzia o adolescenza che ha plasmato la tua visione artistica?

Qualcuno che sicuramente ha plasmato la mia visione artistica durante la mia infanzia è Michael Jackson, guardavo tutti i suoi live su YouTube e sognavo un giorno di assistere ad uno dei suoi concerti, mi dilettavo pure a fare il moonkwalk. Con il tempo che passa mi accorgo quanto abbia influito la sua musica nel pop di oggi, assurdo.

Cosa ti ispira maggiormente?

La vita che vivo giornalmente è ciò che mi ispira, mi godo tutto ciò che mi circonda dalla natura alle persone che amo, sentirsi fortunati di ciò che si ha è un sospiro di sollievo. A volte durante la giornata mi fermo un attimo a pensare, vedere i colori, respirare e dire wow, che figata.

Con quale musica sei cresciuto?

All’età di tre anni in macchina mia madre faceva suonare “Questo piccolo grande amore” di Baglioni, non so come riuscii ad impararla a memoria a quell’età, i miei primi live furono sul balcone del mio condominio con un tubo di plastica dell’aria condizionata come microfono. È stata «Caruso” di Lucio Dalla ad introdurmi nel mondo della musica, una canzone così difficile da interpretare e che, cantata da un bambino di 9 anni, faceva uno strano effetto.

La tua relazione con i social-media?

Utilizzo i social per il mio lavoro, sfrutto la loro visibilità per comunicare tutto ciò a cui lavoro nei miei periodi di silenzio. Con i social media ci litigo spesso, ci tengo molto alla comunicazione e che, chi mi segue, possa ritrovare sé stesso in ciò che pubblico. 

Come ha reagito la tua famiglia quando ha saputo che volevi fare musica in modo professionale?

È stata di grande supporto. fortunatamente mi hanno appoggiato sin da subito in quella che poi si è rivelata passione, all’inizio ci credeva più la mia famiglia che io. Le molteplici esperienze di vita ti aiutano a capire che forse è valsa la pena sacrificarsi, perdere amici e persone che non tenevano al percorso che stavo affrontando, ci sono scelte per cui non si può più tornare indietro.

Quanto è stata importante la produzione di Shune e Dibla?

I ragazzi mi hanno dato una grande mano, avevo bisogno di una bella ventata d’aria fresca e loro hanno saputo aiutarmi e seguirmi secondo le mie esigenze. Per affidare una produzione ci vuole molta fiducia, ho deciso di fidarmi e sono molto felice del risultato finale.

Guarda anche...

Alan Sorrenti

“Oggi” il nuovo singolo di Alan Sorrenti

Da giovedì 16 giugno arriva in radio e su tutte le piattaforme digitali per Ala …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.