firenze
Angela Torriani

8/a edizione di “Poesia nella città – Ascoltare Sguardi”

La danza per non vedenti si ascolta in Biblioteca. Anche in versione “Pornodrama”

Al via l’8/a edizione di “Poesia nella città – Ascoltare Sguardi”, rassegna dedicata all’ascolto, all’inclusione e alle pari opportunità

Dal 24 agosto al 3 settembre Versiliadanza propone a Firenze 3 nuove produzioni di poesia, musica e danza,“Riflesso Schubert”, “Pornodrama 2 – Concerto per corpi in ascolto” e “Alexis 2.0”, tutti in ‘audiodescrizione poetica’

Il progetto fa parte dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze, in partnership con Teatro Florida, Compagnia Fuori Equilibrio Teatro, il Sistema Biblioteche Comunali Fiorentine, con il sostegno del Ministero della Cultura – Spettacolo dal Vivo e di Regione Toscana

A Firenze dal 24 agosto al 3 settembre torna protagonista la danza con l’ottava edizione di “Poesia nella città – Ascoltare Sguardi”, rassegna a cura di Versiliadanza, realtà italiana d’eccellenza guidata da Angela Torriani Evangelisti che opera nell’ambito del contemporaneo da 29 anni.

L’edizione 2022 è dedicata al tema dell’ascolto, un ascolto più sensibile, capace di evocare inedite visioni, suggerire e scandagliare luoghi e vie di fuga per l’immaginazione. Un ascolto dove la poesia, oltre alla visione, vuol condurre in un viaggio e in una comprensione e consapevolezza di altri spazi e realtà.

In programma tre nuove produzioni, in un itinerario interdisciplinare di poesia, musica e danza dedicato al tema delle abilità differenti, dell’inclusione e delle pari opportunità. “Riflesso Schubert” (24 e 25 agosto) , “Pornodrama 2 – Concerto per corpi in ascolto” (30 e 31 agosto) e “Alexis 2.0” (3 settembre) comporranno un’indagine innovativa, basata sull’ascolto del proprio e altrui corpo e della percezione visiva del paesaggio che ci circonda.

Il progetto fa parte dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze, in partnership con Teatro Florida, Compagnia Fuori Equilibrio Teatro, il Sistema Biblioteche Comunali Fiorentine, con il sostegno del Ministero della Cultura – Spettacolo dal Vivo, di Regione Toscana.

Gli spettacoli si svolgeranno in luoghi insoliti, chiostri, giardini e al chiuso delle biblioteche BiblioteCaNova – Isolotto, Filippo Buonarroti, Pietro Thouar, e al Teatro Cantiere Florida. Tutti gli spettacoli saranno accompagnati da una “audiodescrizione poetica”, una creazione artistica parallela allo spettacolo in scena, udibile in cuffia, a cura di Camilla Guarino, danzatrice e drammaturga, e Giuseppe Comuniello, danzatore e coreografo non vedente, della Compagnia Fuori Equilibrio Teatro.

Come arriva l’immagine a Giuseppe? La sua stessa danza? E come Camilla può trasmettergliela? È possibile vedere la stessa cosa? Le parole di Guarino diventano gli occhi di Comuniello, mediante “fotografie” della scena scattate a parole.

Azione e descrizione vengono fatte live agli spettatori che possono ascoltare in cuffia una coreografia nata sul palmo di una mano e accompagnata da sussurri che aggiungono immaginari, che mettono su un altro piano la visione della danza. La ricerca, nata nel 2018 per trasmettere l’arte visiva a una persona cieca, va ora oltre, e viene proposta a tutti come ricerca di un’apertura a uno sguardo nuovo.

Dice Angela Torriani Evangelisti: “Versiliadanza è la prima compagnia di danza in Italia ad aver programmato una stagione che offra in maniera permanente un’audiodescrizione poetica per non vedenti grazie alla cura di Camilla Guarino e Giuseppe Comuniello.

Questo progetto estremamente innovativo crediamo sia necessario che venga diffuso e proposto a nuovi pubblici attraverso il coinvolgimento diretto della cittadinanza che, anche senza problemi di disabilità, viene invitata a prendere parte a questa esperienza non solo visiva, ma anche uditiva.

La nostra programmazione nasce infatti per creare un’esperienza di condivisione intergenerazionale e di comunità. Per questo proponiamo il lavoro nelle biblioteche, per toccare tutta la cittadinanza, gli over 65, i giovani, gli stranieri, le fasce più fragili.

Crediamo che l’audiodescrizione poetica sia un universo interessante non solo per gli ipovedenti, ma per tutti, in quanto dona una visione e interpretazione artistica parallela che apre molti spunti creativi alla lettura dell’opera in scena. Una visione della danza innovativa, che sposta l’attenzione su piccoli dettagli, gesti e movimenti”.

Poesia nella città – Ascoltare Sguardi si aprirà con “Riflesso Schubert”, spettacolo in cui la voce del pianoforte e la visione della danza indagheranno le diverse poetiche del linguaggio schubertiano, qui proposto nel repertorio originale per pianoforte a quattro mani.

La drammaticità e la sehnsucht del Romanticismo tedesco, evocate dalla “Fantasia in fa minore”, si fondono con la dimensione familiare della “hausmusik” e la ‘pittura musicale’ della tradizione popolare, richiamate dal “Divertissement à la hongroise”.

Ad interpretarlo, il duo pianistico formato da Caterina Pagnini e Marta Poggesi, su danza e coreografia di Angela Torriani Evangelisti e testi di Arthur Rimbaud (il 24 agosto alle ore 19 nel giardino della Biblioteca Buonarroti e il 25 alle ore 17.30 nel chiostro della Biblioteca Thouar).

Un percorso partecipativo che coinvolge la cittadinanza è in corso per la realizzazione dell’evento “Pornodrama2 – Concerto per corpi in ascolto”, nuova co-produzione di Fuori Equilibrio Teatro e Versiliadanza, ideato da Giuseppe Comuniello e Camilla Guarino, in collaborazione con le biblioteche BiblioteCaNova-Isolotto, Buonarroti, Villa Bandini, Biblioteca Thouar, Biblioteca Mario Luzi, che debutterà il 30 e 31 agosto a BiblioteCaNova Isolotto (ore 18:00 e ore 18:30).

Una danza intima fatta di parole e corpi, un linguaggio ibrido tra danza e drammaturgia in cui coppie di persone si raccontano all’altro attraverso parole che forse non verranno mai sentite, parole effimere come la danza che riportano lo spettatore a rivivere a modo suo l’esperienza fisica di ciò che ha davanti.

Così come il laboratorio indaga il movimento attraverso la parola, nello spettacolo si creerà una partitura comune, una pluralità di voci che porteranno diversi punti di vista sulla visione della scena, fruibile attraverso l’utilizzo di audioguide che permettono al pubblico di entrare in contatto con chi è in scena, di sceglierle e di seguirle.

Sabato 3 settembre al Teatro Cantiere Florida di Firenze chiusura con “Alexis 2.0″, spettacolo firmato da Aristide Rontini e interpretato da Cristian Cucco, una produzione Associazione Culturale Nexus. Con il suo primo romanzo pubblicato nel 1929, Alexis o il trattato della lotta vana, la scrittrice francese Marguerite Yourcenar ha dato vita a una lunga lettera con cui il protagonista, musicista di professione, tenta di dichiarare alla moglie la propria omosessualità.

Attraverso il testo della scrittrice francese, Aristide Rontini ha avviato una ricerca coreografica che indaga e dà corpo alle complesse dinamiche fisiche ed emotive che possono entrare in gioco nel processo, a volte sofferto, di coming out.

Il dire e il non dire di Alexis riverberano nella fisicità radicata al suolo e allo stesso tempo aerea di Cristian Cucco, performer interprete di questa proposta che, partendo da un caso letterario, mostra come nell’urgenza di una dichiarazione scritta in prima persona si possano riconoscere, invece, urgenze collettive e condivise che riguardano, in maniera pienamente trasversale, la condizione e lo stato di essere umano.

Versiliadanza, fondata nel 1993 da Angela Torriani Evangelisti, è un organismo professionale di produzione di danza riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo.

Dal 2012 risiede stabilmente al Teatro Cantiere Florida di Firenze; riunisce al suo interno personalità artistiche per attuare la diffusione dell’arte coreutica attraverso la produzione di spettacoli, la ricerca coreografica con stili e su campi differenti, l’organizzazione di eventi legati alla danza e all’arte contemporanea.

Negli anni la Compagnia ha ospitato e collaborato con artisti di fama mondiale quali Antonio Tabucchi, Susanne Linke, Urs Dietrich, Bob Wilson, Luciana Savignano, Paco Decina, Igor Mitoraj e strutture come il festival La Versiliana, l’Istituto Internazionale Andrej Tarkovskij, Fabbrica Europa, Rencontres Chorégraphiques Internationales de Bagnolet Seine Saint Denis, Small Theatre/NCA e Ambasciata d’Italia a Yerevan (Armenia).

Nella proposta della compagnia trovano spazio performance inclusive, realizzate da artisti abili e non che lavorano insieme all’interno di un processo formativo e creativo multidisciplinare teso allo sviluppo di un linguaggio artistico altamente fruibile.

Gli obiettivi principali sono la formazione, l’audience development e la mobilità internazionale degli artisti e delle organizzazioni, intenti che vengono perseguiti attraverso workshop, laboratori internazionali, residenze creative e spettacoli.

Per ulteriori informazioni www.versiliadanza.it

Tutti gli eventi sono a ingresso libero su prenotazione obbligatoria a info@versiliadanza.it – 328 8003340.

Guarda anche...

K&K Philarmonic

Matthias G. Kendliger presenta: “The very best of John Williams”

Da “Star Wars” a “Harry Potter”, da “Schindler’s List” a “Indiana Jones”, da “Superman” a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.