Roberto Cacciapaglia
Il pianista Roberto Cacciapaglia

Roberto Cacciapaglia a maggio nei teatri


Dopo i successi dei concerti alla Carnegie Hall di New York, l’invito a esibirsi alla Cadogan Hall di Londra (prestigiosa residenza della Royal Philharmonic Orchestra), il ritorno nella sua città, Milano, al Conservatorio G. Verdie la tournée mondiale, ROBERTO CACCIAPAGLIA torna ad esibirsi in Italia nei teatri con INVISIBLE RAINBOWS, quattro date speciali in cui presenterà l’omonimo album.

Verona, Roma, Bologna e Milano sono le quattro città che ospiteranno i concerti in cui l’artista, accompagnato da una formazione di archi e postazione elettronica, eseguirà per la prima volta i nuovi brani contenuti nel suo ultimo progetto discografico e proporrà i successi più significativi del suo repertorio.

Queste le quattro date annunciate, prodotte e organizzate da International Music and Arts:

19 maggio – Teatro Ristori, VERONA

24 maggio – Auditorium Sala PetrassiROMA

25 maggio – Teatro Duse, BOLOGNA

26 maggio – Conservatorio Sala Verdi, MILANO

I biglietti per le quattro date sono disponibili in prevendita su TicketOne.it (la data di Bologna anche su Vivaticket.com) e nei punti vendita autorizzati. Per dettagli e info sui biglietti e le prevendite, consultare i siti: www.internationalmusic.it e www.robertocacciapaglia.com.

«Condividere qualcosa di essenziale, di magico, può risvegliare, farci scoprire dimensioni insondabili – dichiara Roberto Cacciapaglia – creare mondi nell’invisibile attraverso la musica. Questo è quello che ho pensato e vorrei sperimentare durante i concerti di Invisible Rainbows».

Con la sua musica che esplora tutti i generi fondendo classico e avanguardia, tradizione e contemporaneità, il Maestro prosegue il suo percorso di interazione emotiva in cui accompagna il pubblico in un’esperienza percettiva intima e condivisa che culmina nell’ascolto.

I suoni che compongono le melodie sono il ponte invisibile che connette sia le persone tra loro sia ognuno di noi con il suo arcobaleno interiore, fatto di mille sfumature percettive ed emotive.

L’album Invisible Rainbows, pubblicato in digitale il 24 febbraio in uscita in vinile il 20 marzo in Europa e in UK, ha debuttato in Italia al 1° posto e in UK al 3° posto della classifica musica classica di Apple Music.

I tre singoli che hanno anticipato il progetto discografico – AtlantisLondon Sleeps e Rainbows – hanno conquistato la vetta delle chart UK, Italia e Cina.

Ieri, martedì 14 marzo, ha ricevuto a Milano il “Premio Montale Fuori di Casa” per la sezione “Musica”.  Il critico musicale Carlo Maria Cella, premiato critico musicale e giornalista, e Arnoldo Mosca Mondadori, presidente della “Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti”, hanno consegnato al Maestro l’onorificenza con la seguente motivazione: “Il pubblico di ogni parte del mondo si riconosce nella cifra contemporanea di una musica che attraversa le culture senza nascondere la vena melodica delle radici italiane anzi traendone ricchezza. Essere rimasto fedele a sé stesso gli ha garantito un passaporto internazionale che permette alla sua musica di sfidare il tempo, la geografia, le generazioni”.

Roberto Cacciapaglia, compositore e pianista, nasce a Milano, si diploma in composizione sotto la guida di Bruno Bettinelli presso il Conservatorio Giuseppe Verdi della sua città, dove studia anche musica elettronica e direzione d’orchestra. Lavora allo studio di Fonologia della Rai e collabora con il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) di Pisa, studiando le applicazioni del computer in campo musicale. Protagonista della scena musicale internazionale più innovativa per la sua musica, che integra tradizione classica e sperimentazione elettronica. Nel 1974 con l’etichetta tedesca Ohr realizza “Sonanze”, primo LP quadrifonico pubblicato in Italia, ed entra in contatto con gruppi musicali tedeschi come Popol Vuh (concerto all’Università Statale, Milano – 1975) e Tangerine Dream. Negli anni seguenti pubblica e rappresenta opere – concerti – musiche per balletto: “Sei note in Logica” (Philips – 1978) per voci, orchestra e computer; “Generazioni del Cielo” (Ricordi – 1986) opera in due atti, Teatro Metastasio di Prato; “Lamentazioni di Geremia” (1988) cinque elegie su testo ebraico, Festival Internazionale di Tel Aviv. Nello stesso anno esegue in concerto “In C” con Terry Riley, brano manifesto del minimalismo in musica, e l’inedito “Transarmonica”, Aterforum di Ferrara; “Aurea Carmina”, su testo di Pitagora, commissione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma; “Il segreto dell’Alba” (1989) balletto-pantomima, Teatro Comunale di Bologna; “Un Giorno X” (1990) sua seconda opera, Conservatorio di Milano; “Le Mille e una Notte” (1991) fiaba musicale, Berliner Festspiele, Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, Festival di Spoleto. Tiene concerti per la Milanesiana, tra cui “La Dissoluzione dell’Aria” (2003) con Derek Walcott, Premio Nobel per la letteratura; “Mente Radiosa” (2005) con Rita Levi-Montalcini, Premio Nobel per la medicina. Dal lungo sodalizio artistico intrapreso con la Royal Philharmonic Orchestra prendono vita i suoi lavori, “Quarto Tempo” (2007); “Canone degli Spazi” (2009); “Ten Directions” (2010). Nel 2013 compone “Antartica”, che accompagnerà la spedizione europea Concordia in Antartico, European Space Agency. Seguiranno “Alphabet” (Decca Records – 2014), registrato in Sala Verdi del Conservatorio di Milano e presentato in anteprima nella Sala delle 8 Colonne del Palazzo Reale di Milano; “Tree of Life” (Believe Digital – 2015) – colonna sonora dell’Albero della Vita, EXPO 2015 Milano – è rappresentato in concerto con l’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala presso l’Open Air Theatre, per la cerimonia di chiusura di EXPO 2015. Da sempre sensibile ai temi dell’ecologia, collabora con Earth Day – giornata mondiale per la salvaguardia del pianeta – Roma, Piazza del Popolo (2017); Bologna, Piazza Maggiore, G7 Ambiente. 

Celebration Tour 2018” parte da Mosca e prosegue per tutta la Russia fino in Siberia, Europa, America, Cina, per concludersi a Istanbul. Durante questo tour, il concerto alla Carnegie Hall di New York viene votato dalla rivista Bluebird reviews “Best Live Act 2019”. Nello stesso anno registra “Diapason” con la Royal Philharmonic Orchestra – Abbey Road Studios, Londra – che presenterà in concerto in tutto il mondo con il “Diapason Worldwide Tour”. “Days of Experience” (Believe Digital – 2020) singolo composto durante il tempo del covid e dedicato a questa esperienza, presentato al Teatro Bibiena di Mantova. “Angel Falls” (Believe Digital – 2021) è il secondo singolo pubblicato l’8 ottobre e presentato su Scala Radio in UK. È stato portato dal vivo in concerto nel suo debutto a Londra – Cadogan Hall il 9 novembre 2021, subito dopo il suo concerto al Conservatorio di Milano del 5 novembre 2021.

Il 24 febbraio 2023 esce il suo nuovo album “Invisible Rainbows”, anticipato da tre singoli già in vetta alle classifiche UK, Italia e Cina: “Atlantis” (realizzato in Dolby Atmos e registrato con I Virtuosi Italiani), “London Sleeps” e “Rainbows”.

Il 14 marzo 2023 riceve a Milano il Premio Montale Fuori di Casa 2023 per la sezione Musica.

È fondatore e dirige “Educational Music Academy”, accademia musicale che nasce nel 2012 con l’obiettivo di dare voce ai giovani talenti.


Guarda anche...

Carmen Di Marzo Teatro Tor Bella Monaca

Roma: Carmen Di Marzo alla regia dello spettacolo teatrale Eclissi

Arriva al Teatro Tor Bella Monaca di Roma “Eclissi“, un emozionante atto unico scritto e diretto da Carmen …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *