Home | In News | In Benessere | La top ten dei cibi per l’abbronzatura
abbronzatura

La top ten dei cibi per l’abbronzatura

Carote, radicchio e albicocche si confermano sul podio degli abbronzanti naturali, cioè i cibi in grado di catturare i raggi del sole e garantire un’abbronzatura perfetta, ma sono anche utili per difendere l’organismo dalle elevate temperature.

E’ la Coldiretti a stilare la top ten della frutta che abbronza: “Con il grande caldo, consumare carote, insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, albicocche, fragole o ciliegie serve a preparare l’abbronzatura estiva, ma anche – sottolinea la Coldiretti – a difendersi dai colpi di calore soprattutto se l’alimentazione è accompagnata da comportamenti corretti, come vestirsi con abiti leggeri chiari di cotone o in altre fibre naturali, fare docce tiepide, truccarsi in modo leggero, proteggersi con creme adeguate e usare profumi con essenze naturali”.

La dieta “adeguata per una abbronzatura sana e naturale si fonda – precisa l’associazione – sul consumo di cibi ricchi in vitamina A, che favorisce la produzione nell’epidermide del pigmento melanina per donare il classico colore scuro alla pelle. Oltre a carote, radicchio e albicocche, sono d’aiuto alla tintarella anche insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, fragole o ciliegie che sono peraltro disponibili in grande quantità e varietà, con un ottimo rapporto prezzo/qualità in questa stagione”. Fare il pieno di frutta e verdura fresche è importante anche per “combattere i radicali liberi prodotti in conseguenza all’esposizione solare. Antiossidanti ‘naturali’ sono le vitamine A, C ed E”, ricorda Coldiretti.

Ecco la top ten degli abbronzanti naturali: il primo posto è conquistato dalle carote che contengono ben 1200 microgrammi di vitamina A o quantità equivalenti di caroteni per 100 grammi di parte edibile. Al posto d’onore – continua la Coldiretti – salgono gli spinaci che ne hanno circa la metà, a pari merito con il radicchio mentre al terzo si posizionano le albicocche seguite da cicoria, lattuga, melone giallo e sedano, peperoni, pomodori, pesche gialle, cocomeri, fragole e ciliege che presentano comunque contenuti elevati di vitamina A o caroteni.

Ricordate di bere sempre tanta acqua ( 1,5 – 2 litri al giorno). Non esponetevi troppo a lungo nei primi due-tre giorni. Dopo si può aumentare progressivamente la durata dell’esposizione, senza dimenticare l’adeguata protezione. I momenti migliori in cui esporsi per una sana abbronzatura sono il mattino fino alle 11 e il tardo pomeriggio dopo le 15. Evitate le ore dalle 12 alle 15 perchè in questo momento della giornata, l’irraggiamento solare è all’apice della sua intensità .

Iscriviti alla Newsletter (16381)

Guarda anche...

Jose Molina

L’acqua di Talete. Opere di José Molina in mostra al Museo Bilotti di Roma

L’acqua come archetipo, forza primigenia da cui si genera la vita e a cui tutto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi