Home | Band | Ketty Passa & Toxic Tuna con “Ultimo Tango”
Ketty Passa & Toxic Tuna
Ketty Passa & Toxic Tuna

Ketty Passa & Toxic Tuna con “Ultimo Tango”

Crossover di dub, pop, elettro, swing, reggae, funky e ogni tanto un pò di ska-punk, dato che dai ’90 non si esce vivi!

ULTIMO TANGO: Guardarsi intensamente e respirarsi un’ultima volta, prima di allontanarsi con la consapevolezza che nulla è eterno, ma che si potrebbero allungare i tempi parlando meno e ballando di più, godendosi le vibrazioni che offre lo spirito.

Il progetto Toxic Tuna nasce nel 2005, con l’ingresso di Ketty Passa alla voce in seguito a pochi anni precedenti di sperimentazione di suoni che seguono la scia degli anni ’90. 
La parentesi interpellata è quella della musica in levare: si seguono le movenze del jazz e del rocksteady, ma subito si comincia a comporre in un’ottica molto più melodica.
Come ogni band che ama salire sul palco e far sentire la proprie creature, si girano in lungo e in largo lo stivale, al punto tale da scriverci anche un brano (LO STIVALE) che nel 2008 diventa parte di un lavoro autoprodotto, chiamato Elegante. 
Due anni più tardi vincono gli MTV New Generation Contest e salgono sul parlco degli MTV Days con Roy Paci ed Africa Unite (lo stesso Bunna in seguito a questo evento li invita come ospiti all’interno del suo programma su LifegateRadio, mettendoli onstage live all’ AQUA di Torino, nella cornice dei suggestivi Murazzi), oltre al mainstage dell’edizione del 2010 di ItaliaWave, Livorno, in cui condividono il palco, tra i più, con Daniele Silvestri.

 

Arriviamo al dunque: nel 2010 succede qualcosa.

La formazione cambia e la voglia di sperimentare altre sonorità anche.
L’ingresso di Leo alle tastiere, Jacopo alla chitarra e Lupon alla batteria, mette la band nella condizione di creare qualcosa di diverso.
Ed ecco che arriva un disco nuovo: Ketty e Leo si ritrovano a vivere un’esperienza simile e cominciano a comporre assieme dando voce al cuore, che si sa, si fa sempre fatica ad interpellare, soprattutto quando c’è da condividerne le sofferenze.
Nel gennaio 2011 parte la maratona alla composizione e nel giugno dello stesso anno c’è un disco nuovo, che ha solo bisogno di essere impacchettato e prendere forma.
Durante quell’estate Ketty, tra le varie date del tour di Rezophonic di cui fa parte, parla con Olly (Riva), cantante e produttore del progetto e gli confida di aver scritto una sequenza di brani nati da situazioni tristi e molto intense, con la collaborazione della band, che abbandona l’attitudine “cighiroppaa” dello ska ed arriva ad esplorare molto di più i mondi in minore.
Olly prende a cuore il progetto, i testi, la band e decide di diventare produttore di un disco che uscirà dal guscio e si chiamerà #cantakettypassa, un gioco di parole senza troppe pretese e che a pensarci bene non necessita nemmeno di troppe spiegazioni.
Il tutto accade nello studio di Mario Riso, alla Rocker S.R.L. 
A giugno del 2012 esce “Criminale”, il primo singolo con tanto di videoclip.
I Toxic Tuna ricominciano a girare tra i palchi già dalla stessa estate, ma per l’uscita del disco si dovrà aspettare la venuta dell’inizio del 2013, visto che per fortuna i Maya non avevano ragione!
E allora..MUSICA MAESTRO!

Guarda anche...

Ketty Passa

Ketty Passa: esce “Era Ora”, l’album d’esordio della cantautrice dai capelli turchini

Da venerdì 10 marzo, è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle principali …

Ketty Passa

Ketty Passa: è online il video di “Caterina”

Da oggi è online il video di “Caterina”, il brano della cantautrice dai capelli turchini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi