Home | Festival | MI AMI 2017, dal 25 al 27 maggio a Milano

MI AMI 2017, dal 25 al 27 maggio a Milano

Dopo il grande successo della scorsa edizione, con oltre quindicimila persone che hanno assistito agli incredibili live di Cosmo, I Cani, Calcutta, Ministri, Iosonouncane, Noyz Narcos e Crookers, arriva la tredicesima edizione del MI AMI, il festival organizzato da Rockit.it e dall’agenzia creativa Better Days che è oggi a tutti gli effetti un evento imprescindibile per la musica italiana. Come da tradizione, quest’anno i giorni del MI AMI tornano ad essere tre, da giovedì 25 a sabato 27 maggio, per un lungo weekend di musica, fumetti, arte e molto altro nella splendida cornice dell’Idroscalo di Milano.

Il 2017 è un anno importante per Rockit.it che, nato nel 1997, compie quest’anno i suoi primi vent’anni di presenza sul web. Anni confusi e felici, come nella famosa canzone di Carmen Consoli, dedicati al talent scouting e al supporto dei nuovi artisti italiani, dapprima nell’era pionieristica di internet, poi in quell’eterno futuro che è diventato presente. Le Luci della Centrale Elettrica, Brunori Sas, Dente, Calcutta, Thegiornalisti: tutti nomi che oggi raccolgono grandi numeri e che si sono esibiti, nel corso degli anni, sul palco del festival.

“La cosa bella del MI AMI è di quanto è cresciuto negli anni mantenendo la sua ispirazione e freschezza originaria. Siamo molto orgogliosi, molto confusi e ovviamente molto felici nel presentarvi il MI AMI di quest’anno. Ci sono degli artisti importantissimi per la Musica Italiana, a tutti i livelli: artisti che hanno fatto, stanno facendo e faranno la Storia. Tutti insieme per 3 giorni su 3 palchi in un clima bellissimo di scoperta, condivisione e amore. Perché questa è la vera Magia del MI AMI, come un gesto delicato pieno di forza e poesia, come un qualcosa di imprevisto e bellissimo che ti porta via, e noi non vediamo l’ora di vederla succedere -ancora una volta- negli occhi che brillano di tutti (spettatori, artisti, staff). E come diciamo dal 2005: e se ci scappa qualche bacio tanto meglio” dichiara Stefano Bottura, direttore del MI AMI Festival.

Ancora una volta tre i palchi che animeranno i giorni del festival (Palco Dr. Martens, Palco Rizla, Palco Raffles Milano/MI FAI) su cui si alterneranno grandi nomi e nuove scoperte della musica italiana, a cui si aggiunge il Sailor Jerry Camp, una zona tutta nuova in cui rifugiarsi tra un live e l’altro che si accenderà con una serie di eventi a sorpresa. Tra i tanti artisti che si esibiranno quest’anno: i Baustelle, band italiana che non ha bisogno di presentazioni, che dopo 7 album approda al MI AMI per la prima volta promettendo uno show indimenticabile tutto da ballare sulle note dell’ultimo L’amore e la violenza; Le Luci della Centrale Elettrica, poeta indiscusso della sua generazione che porta al festival il suo ultimo Terra, un disco amato da critica e pubblico, per raccontare in maniera ancora una volta inedita il mondo che stiamo vivendo; Giorgio Poi, voce dei Cairobi al suo esordio da solista con un album tra Lucio Battisti e la psichedelia; Il Pan del Diavolo, duo folk-rock palermitano che a tre anni di distanza torna sul palco del MI AMI con un live che farà saltare il pubblico. Non potevano mancare per questa tredicesima edizione gli Zen Circus, veterani del MI AMI che da mesi collezionano sold out in tutta Italia.

Ma come sempre il MI AMI è anche il luogo dove scoprire la nuova musica italiana. Tantissimi gli esordi che verranno celebrati sui palchi del festival: l’indie-pop romantico dei Canova, il punk post-adolescenziale dei casertani Gomma e le sorprendenti melodie pop di Colombre. E ancora, i debutti assoluti di Christaux (il nuovo progetto di Clod degli Iori’s Eyes) e dell’Istituto Italiano di Cumbia All Stars, progetto capitanato da Davide Toffolo. A portare novità e freschezza ci saranno anche i Pop X, fenomeno musicale creato da Davide Panizza e soci tra elettronica, pop e una certa dose di follia, i Les Enfants, che tornano sul palco del MI AMI dopo l’esperienza a X Factor e il soul di Davide Shorty. Sui palchi del MI AMI trova ovviamente spazio anche il rap, da Mecna al suo ritorno sulla scena con Lungomare Paranoia, a Coez che apre il tour del suo nuovo disco (prodotto da Niccolò Contessa dei Cani) proprio al MI AMI, dove si era esibito in uno dei suoi primi concerti milanesi. È il ritorno in grande stile di uno dei più amati nuovi rapper-cantautori italiani. Oltre a loro, saranno sui palchi del MI AMI anche Achille Lauro, Maruego, Laioung (accompagnato da The RRR Mob) e Carl Brave x Franco126. Da non perdere, infine, i live di Margherita Vicario, giovanissima cantautrice nonché attrice per il grande schermo (tra i suoi film Arance e Martello e The Pills – Sempre meglio che lavorare) e Edda, ex voce dei Ritmo Tribale.

Ma la vera sorpresa di quest’anno sarà la Cantantessa per eccezione, Carmen Consoli, a cui è dedicato l’hashtag di questa edizione, #confusiefelici. Ed è proprio con questo spirito, tra emozione e stupore, che il MI AMI propone sul Palco Dr. Martens il live di una delle cantautrici italiane più significative e amate del panorama italiano: un appuntamento unico e imperdibile, un concerto-evento creato appositamente per il pubblico del festival. Tra il tour teatrale “Eco di sirene” e prima dell’inaugurazione della stagione al Teatro Greco Romano di Catania, il 25 maggio Carmen Consoli porterà al MI AMI un live che segna il passaggio tra questi due progetti, un concerto costruito come un fiume in piena, che nasce voce e chitarra e si sviluppa e amplifica lentamente.

Anche quest’anno ad accompagnare le tre giornate del MI AMI non poteva mancare il MI FAI, lo spin off illustrato del festival, il palco dove musica e illustrazione si incrociano in maniera speciale e unica. I live del Palco Raffles Milano saranno accompagnati da live painting esclusivi, realizzati da dodici artisti con visual inediti per più di 20 ore d’illustrazione, fumetto, digital e video art con proiezioni su ledwall.

Saranno protagonisti del MI FAI: Martoz, Marina Marcolin, Giulia Conoscenti, Giorgio Bartocci, Superinternet, Karol Sudolski, Aloha Project, Giò Pastori, Cristina Spanò, Davide Bart Salvemini, Chiara Dal Maso, Vincenzo Filosa.
Autrice del manifesto della tredicesima edizione è Viola Niccolai, toscana classe 1986, che con la sua illustrazione racconta la meraviglia di un gesto gentile in una cornice esotica, sempre più calzante per la città di Milano. Fa parte del collettivo La trama autoproduzioni. Ha collaborato con la rivista Hamelin e il NY Times. A settembre 2014 ha pubblicato per Topipittori il suo primo albo illustrato, La volpe e il polledrino, su un racconto di Antonio Gramsci.

Newsletter

Guarda anche...

Enrico-Giaretta

Il “Cantaviatore” Enrico Giaretta in concerto a Roma e Milano

Dopo il riscontro di pubblico e critica ottenuto con il “Blue Live Tour” 2016, il …

Pacta Salone

Design for Pacta: dal 5 luglio al Pacta Salone per imparare a progettare un evento

Chiusa la prima grande stagione teatrale del Primo Teatro Metropolitano di Milano, il PACTA SALONE …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi