Israele sospende rapporti con Unesco

Il ministro israeliano dell’Istruzione Naftali Bennett ha deciso di sospendere da subito “tutte le operazioni” con l’Unesco dopo la decisione dell’organismo sul Monte del Tempio. Secondo la mozione approvata dall’organizzazione Onu, Gerusalemme è sacra alle tre religioni monoteiste e il Monte del Tempio e il Muro del Pianto sono sacri soltanto per la religione musulmana, approvando l’utilizzo del solo nome arabo.

Secondo quanto scrive il sito israerliano Maariv “non ci saranno incontri con i rappresentanti dell’Unesco o la partecipazione a conferenze internazionali” e non avrà luogo “alcuna cooperazione con un’organizzazione professionale che fornisce supporto al terrorismo”.

In una lettera inviata alla direttrice generale dell’Unesco Irina Bokova e pubblicata su Twitter, il ministro israeliano per l’Istruzione Naftali Bennett ha accusato l’Unesco di offrire un “sostegno al terrorismo islamista”, annunciando la sospensione della commissione israeliano da “ogni attività professionali con l’organizzazione internazionale”.

Newsletter

Guarda anche...

Jean-Michel Jarre

Jean-Michel Jarre concerto di Capodanno a Notre-Dame

In collaborazione con la città di Parigi e con il patrocinio dell’UNESCO, il pioniere della …