Giorgio Lupano in “Figli di un Dio minore” in scena al Teatro Franco Parenti

La ricerca di dialogo tra il mondo degli udenti e il mondo dei sordi si fa storia, messa in scena ed esperimento di comunicazione al Teatro Franco Parenti di Milano, con ‘Figli di un Dio minore’, in scena dal 26 ottobre al 6 novembre. Il dramma diretto da Marco Mattolini e interpretato da Giorgio Lupano e Rita Mazza è la prima versione in italiano di un testo che, prima di essere adattato al cinema nella famosa pellicola del 1986 interpretata da William Hurt, era stato scritto per il teatro nel 1980 da Mark Medoff.

Centrale è il tema dell’integrazione: attraverso il racconto della storia d’amore tra l’insegnante logopedista James e l’allieva Sara, lo spettacolo, con delicatezza e poesia, pone l’attenzione su una minoranza invisibile come quella dei non udenti e getta luce su quella sottile linea in cui universi comunicativi separati si incontrano. Figli di un Dio minore è un’occasione di usare il teatro in modo diverso; è un viaggio all’interno di un mondo che è a fianco a noi, che chiede di poterci parlare”, dice l’attore Giorgio Lupano, uno spettacolo unico nel suo genere perché si rivolge tanto agli udenti che ai non udenti e ad entrambi regala emozione e sorpresa.

Il lavoro, vincolato dall’autore ad essere rappresentato da una protagonista non udente, prende il via da un laboratorio sullo studio delle potenzialità espressive del doppio binario fra lingua dei segni e comunicazione orale. In scena un giovane cast di attori udenti e non (guidato da Giorgio Lupano e Rita Mazza), che ha letteralmente conquistato il pubblico italiano.

Newsletter

Guarda anche...

Giorgio Panariello

Giorgio Panariello il nuovo spettacolo è pronto a ripartire

Il nuovo spettacolo di GIORGIO PANARIELLO, ”LA FAVOLA MIA”, è finalmente pronto a ripartire e …