Milano Blues 89: il sound inconfondibile di Popa Chubby

Sabato 9 novembre allo Spazio Teatro 89 di Milano

Per il secondo appuntamento della rassegna dedicata alla “musica del diavolo”, sul palco dell’auditorium milanese si esibirà Popa Chubby, uno degli esponenti più importanti della scena blues-rock internazionale. Opening act dei Superdownhome, power duo che il prossimo gennaio rappresenterà l’Italia in occasione della finale mondiale dell’International Blues Challenge di Memphis

Dopo il live inaugurale di Francesco Piu, entra nel vivo la collaudata rassegna “Milano Blues 89”, organizzata dallo Spazio Teatro 89 di Milano, quest’anno in collaborazione con Slang Music: sabato 9 novembre (ore 21.30; ingresso 25 euro) è in programma l’esibizione di Popa Chubby, uno dei chitarristi rock-blues più popolari e amati nel nostro Paese e uno dei più rappresentativi della scena internazionale. Per il musicista newyorkese, che sta lavorando al nuovo album “It’s a Mighty Hard Road”, il concerto nell’auditorium milanese di via Fratelli Zoia 89 sarà l’occasione per festeggiare insieme ai fan italiani i trent’anni di carriera.
Classe 1960, artista carismatico e istrionico come pochi altri, Ted Horowitz, in arte Popa Chubby, ha creato uno stile inconfondibile, un sound unico dalle sfaccettature blues, rock’n’ funky e soul, da lui stesso definito “gli Stooges che incontrano Buddy Guy, i Motörhead che incontrano Muddy Waters e Jimi Hendrix che incontra Robert Johnson”.
A Milano, il bluesman statunitense proporrà i brani dell’album “Prime Cuts – The very best from the beast from the east”, un greatest hits selezionato dallo stesso Popa e pubblicato nel 2018 come celebrazione del suo trentennale di carriera, un lavoro emblematico per comprendere il percorso musicale del chitarrista americano, dal debutto in un gruppo punk a oggi: in questo disco, infatti, si possono trovare brani dei suoi esordi, due inediti (“Go Fuck Yourself” e “There On Christmas”) e le ormai note cover di “Hallelujah” di Leonard Cohen ed “Hey Joe” di Jimi Hendrix che non mancano mai nei suoi concerti.
Prima della sua esibizione è previsto l’opening act dei Superdownhome, power duo italiano dedito a un rural-blues torrido e dirompente composto da Enrico Sauda alle chitarre e Beppe Facchetti alla batteria, che con Popa hanno condiviso negli ultimi anni palchi, set video e studio. È firmata proprio dal rocker americano la produzione di “Get my demons straight”, il loro terzo lavoro discografico. Dotati di un sound personale, convincente e corrosivo, i Superdownhome rappresenteranno l’Italia in occasione della finale mondiale dell’International Blues Challenge di Memphis, promosso da The Blues Foundation, il prossimo gennaio.

Spazio Teatro 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano.
Tel: 0240914901; info@spazioteatro89.org; www.spazioteatro89.org
Inizio concerto: ore 21.30. Ingresso: 25 euro.

MILANO BLUES 89 – Stagione 2019/2020 (prima parte)
Sabato 19 ottobre: Francesco Piu.
Sabato 9 novembre: Popa Chubby + Superdownhome (opening act).
Sabato 30 novembre: Mandolin’ Brothers.
Venerdì 13 dicembre: The Followers of Christ Gospel Singers.
Sabato 18 gennaio 2020: Jaime Dolce’s Innersole.

Guarda anche...

Poli.Design

“Sitting Muses una seduta per i musei”

Il progetto vincitore del concorso Sitting Muses, una seduta per i musei – lanciato lo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi