Giovanni Truppi è uscito il video di “Conoscersi in una situazione di difficoltà” con Niccolò Fabi

Il brano ed il video anticipano l’uscita di “5” L’EP – dal 31 gennaio negli store digitali – conterrà duetti con CALCUTTA, NICCOLÒ FABI, la RAPPRESENTANTE DI LISTA e due inediti di cui uno con BRUNORI SAS

Dal 30 gennaio anche uno speciale fumetto con tutte le canzoni illustrate

È disponibile il video di “CONOSCERSI IN UNA SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ” , il brano di GIOVANNI TRUPPI già presente nel suo ultimo disco “POESIA E CIVILTÀ” è presentato in una nuova veste inedita che vede TRUPPI duettare con uno dei cantautori italiani più amati, NICCOLÒ FABI.

Il video, diretto da Marco Pellegrino, mostra il cammino di due cavalieri che sembrano arrivare da un’altra epoca. Sullo sfondo i boschi, il castello e i paesaggi naturali di Pandino, nella provincia di Crema.

Questa nuova versione anticipa la pubblicazione dell’EP “5”, dal 31 gennaio in tutti gli store digitali.

Nell’EP troveranno spazio oltre a “MIA” con CALCUTTA , “CONOSCERSI IN UNA SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ” con NICCOLÒ FABI e “Due Segreti” con LA RAPPRESENTANTE DI LISTA, gli inediti “Procreare” con BRUNORI SAS e “Il tuo numero di telefono”.

Tutto il progetto sarà accompagnato da un fumetto dal titolo “Cinque”, edito da Coconino Press, disponibile dal 30 gennaio con in allegato il CD contenente i 5 brani. Il Fumetto + CD saranno disponibili nelle librerie tradizionali e negli store online.

Ad ideare ed illustrare il progetto 6 differenti disegnatori: Fulvio Risuleo e Antonio Pronostico per “Mia”, Cristina Portolano per “Conoscersi in una situazione di difficoltà”, Piero Scarnera per “Due segreti”, Mara Cerri per “Procreare” e Zuzu per “Il tuo numero di telefono”.

Polistrumentista e cantante, GIOVANNI TRUPPI ha raccolto negli anni molti apprezzamenti di stima e ammirazione per la sua attitudine alla scrittura e alla composizione. È bastato che un ragazzo in gara all’ultima edizione di X-Factor interpretasse un suo brano per vedere su tutti i social network attestati di stima da giornalisti e pubblico che lodavano la scrittura di un brano profondo e complesso: segni distintivi delle sue canzoni, provocatorie, imprevedibili e mai banali.

Nel frattempo, GIOVANNI TRUPPI è tornato con la sua band (Paolo Mongardi alla batteria, Giovanni Pallotti al basso, Daniele Fiaschi alla chitarra, Duilio Galioto alle tastiere e Nicoletta Nardi alla voce e tastiere) a calcare i principali palchi italiani per un tour che, partito a fine novembre, proseguirà fino a fine febbraio.

Queste le prossime date annunciate del tour 2019/2020, organizzato da Ponderosa Music&Art:

25 Gennaio – Teatro Bibiena – S. AGATA BOLOGNESE (BO)

7 Febbraio – Studio Foce – LUGANO (CH)

28 Febbraio – Teatro Socjale – PIANGIPANE (RA)

L’ultimo album di TRUPPI “POESIA E CIVILTÀ” (Virgin Records Italia/Universal Music), da cui questo nuovo progetto prende spunto, contiene 11 brani inediti scritti da Giovanni Truppi, tra cui “L’UNICA OLTRE L’AMORE” e “BORGHESIA”, testo che si ispira al romanzo di Edoardo Albinati “La scuola cattolica”.

Giovanni Truppi è nato a Napoli nel 1981. Tra il 2010 e il 2017 ha pubblicato quattro dischi di inediti: “C’è un me dentro di me” (CinicoDisincanto/CNI 2009), “Il mondo è come te lo metti in testa” (I Miracoli-Jabajabamusic/Audioglobe 2013), “Giovanni Truppi” (Woodworm/Audioglobe 2015) e “Solopiano” (Woodworm/Audioglobe 2017) e tra il 2013 e il 2017 è stato protagonista di un tour di circa 300 date, con la sua band e da solo. Nel corso del 2014 ha progettato e costruito un proprio pianoforte ottenuto modificando un piano verticale: il risultato è uno strumento dalle dimensioni inferiori allo standard, smontabile, ed elettrificato tramite una serie di pick-up che permettono di amplificarlo.

Truppi ha collaborato con lo scrittore Antonio Moresco per la scrittura della canzone “Lettera a Papa Francesco”, ha partecipato come chitarrista alle registrazioni del disco del cantautore Stefano “Edda” Rampoldi “Graziosa Utopia” (Woodworm/Audioglobe 2017) e ha scritto “La Domenica”, brano che fa parte della colonna sonora e del testo dello spettacolo teatrale “Il cielo non è un fondale” della compagnia Deflorian/Tagliarini.

Nel 2017 ha ricevuto il Premio Nuovo Imaie per la migliore interpretazione al Premio Tenco. Nel 2018 è stato candidato ai Nastri D’Argento per la migliore canzone originale per “Amori che non sanno stare al mondo”, brano composto per l’omonimo film di Francesca Comencini (Fandango 2017) e quest’anno ha ricevuto il Premio PIMI come Miglior Artista Indipendente dell’Anno all’ultima edizione del MEI.

Il video ufficiale

Guarda anche...

Giovanni-Truppi

Giovanni Truppi in concerto venerdì 7 febbraio allo Studio Foce di Lugano

Venerdì 7 febbraio, alle ore 21.30, GIOVANNI TRUPPI sarà in concerto allo Studio FOCE di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi