Lazio. Aiuti a fondo perduto per gli affitti dei cinema

Dalla quinta commissione via libera, unanime, con due osservazioni, alla delibera di Giunta che prevede stanziamenti per i canoni di locazione di marzo, aprile e maggio

“Essere presenti qui oggi significa dire ai cittadini del Lazio che anche il Consiglio regionale, con i suoi consiglieri, è ripartito, per dare un segnale di ritorno alla normalità. Oggi abbiamo approvato una delibera importantissima che va in questa direzione, dando speranza e soprattutto un supporto concreto alle sale cinematografiche”. Così il presidente della quinta commissione consiliare permanente, Cultura, spettacolo, sport e turismo, Pasquale Ciacciarelli (Lega), al termine della seduta che si è svolta oggi nella sala Etruschi del Consiglio regionale del Lazio, per l’esame dello schema di deliberazione della Giunta regionale n. 113 che prevede uno stanziamento, “straordinario e una tantum”, di 641 mila euro, finalizzato a garantire un sostegno alle micro, piccole e medie imprese conduttrici di sale cinematografiche.

Il provvedimento, approvato all’unanimità con due osservazioni dello stesso Ciacciarelli, prevede contributi in quota parte al pagamento dei canoni di locazione delle sale, per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2020.

Come ha spiegato Albino Ruberti, capo di gabinetto della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, non si tratta di risorse aggiuntive ma di una rimodulazione della spesa, a seguito del monitoraggio effettuato dalla Giunta sul bilancio 2020, alla luce dell’emergenza Covid-19. In particolare, tale somma viene recuperata attraverso una riduzione della quota di partecipazione annuale della Regione Lazio alla fondazione Film Commission di Roma e del Lazio, a seguito di modifiche e annullamenti di manifestazioni già programmate, pari a 341 mila euro, e l’eliminazione dello stanziamento di 300 mila euro, previsto dal Programma operativo annuale del cinema e dell’audiovisivo 2020, per progetti volti a promuovere proiezioni di opere cinematografiche o audiovisive di particolare rilevanza culturale o sociale.

Le risorse così recuperate saranno destinate alla concessione, mediante apposito avviso pubblico gestito dalla società regionale in house LazioCrea SpA, di un contributo straordinario a fondo perduto rivolto alla copertura parziale, in misura non superiore al 40 per cento del canone di locazione, agli esercenti cinematografici che gestiscono sale nel Lazio in forza di contratto di locazione regolarmente registrato dell’immobile o di affitto d’azienda.

Oltre al presidente Ciacciarelli, erano presenti in sala Etruschi le componenti della commissione Laura Corrotti (Lega), Valentina Grippo (Pd), Marta Leonori (Pd), Marietta Tidei (Gruppo Misto), e il consigliere Massimiliano Maselli (FdI). Le consigliere Leonori e Tidei hanno auspicato per il futuro la convocazione della commissione in modalità mista, vale a dire con parte dei membri in presenza e parte in modalità telematica, così come previsto dalle modifiche al Regolamento dei lavori del Consiglio regionale del Lazio approvate dall’Aula giovedì scorso.

Guarda anche...

Lazio. Dimore storiche: apertura straordinaria dal 25 al 28 aprile

Dal 25 al 28 aprile un evento gratuito in tutto il Lazio per visitare 80 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi