La prima europea di “Bring me home” chiude il 18/mo Florence Korea Film Fest

Nel film, Lee Young-ae, già attrice protagonista di “Lady Vendetta”, dopo 14 anni torna a vestire i panni di una madre sconvolta in cerca del figlio rapito

La proiezione del film premio Oscar “Parasite” di Bong Joon-ho con il video messaggio dell’attore protagonista Song Kang-ho e la prima italiana “Bring me home”, con protagonista l’attrice Lee Young-ae, che torna sul grande schermo dopo 14 anni dal film cult “Lady Vendetta”, sono gli eventi speciali dell’ultima giornata del Florence Korea Film Fest, mercoledì 30 settembre, al cinema La Compagnia di Firenze.

L’ultima giornata del festival parte alle 15 con la proiezione di “Autumn garden” sull’amore condiviso di due fratelli per la stessa donna (nella sezione Independent) e alle 18 la proiezione speciale del film Premio Oscar Parasite di Bong Joon-ho, il regista che a Firenze fu omaggiato dal festival 10 anni fa, un affresco della società coreana, tra lotta di classe e il rapporto tra ricchi e poveri, in una narrazione. “Se c’è un contesto che non si è sorpreso più di tanto per l’enorme successo di Parasite – spiegano gli organizzatori – è proprio quello del Florence Korea Film Fest, che da diciotto anni (e primo in Italia) si spende per diffondere un cinema che, per impegno produttivo, varietà dei generi, quantità e soprattutto qualità, è secondo, forse, solo a quello statunitense. Il festival, infatti, già nel lontano 2011 ha celebrato e premiato il talento di Bong Joon-ho a Firenze”. Uno dei protagonisti del film, Song Kang-ho, attore star del cinema coreano, sarà presente in video dopo la proiezione del film.

Dopo la cerimonia di premiazione del festival, alle 20.45 sarà proiettato il cortometraggio vincitore e a seguire, la prima italiana di Bring me home con Lee Young-ae nei panni di una mamma il cui figlio, un bambino con un ritardo mentale, è scomparso da ormai molti anni. Lei e suo marito non hanno mai smesso di cercarlo, collaborando attivamente con associazioni di genitori nella loro stessa situazione. Quando ormai sembrano non esserci più speranze Jung-yeon riceve una chiamata che la avverte che il suo bambino potrebbe essere vivo e tenuto prigioniero in un villaggio di pescatori da gente senza scrupoli. (A seguire, ci sarà un video incontro con l’attrice e il regista del film).

“Un grande ritorno quello di Lee Young-ae – si legge nel catalogo del festival – indimenticabile interprete di “Sympathy for Lady Vengeance” di Park Chan-wook (2005), dopo 14 anni di assenza dal grande schermo. Il ruolo è nuovamente quello di una madre, stavolta più matura e inserita in un contesto crudele come quello di “Lady Vendetta”, ma drammaticamente più verosimile. Un film potente, scritto e diretto da un autore esordiente, che celebra sì il coraggio e la determinazione di una donna, ma che mette anche in luce una zona d’ombra, ovvero quel tempo sospeso che si trova ad affrontare una famiglia quando un figlio viene dichiarato scomparso”.

Il festival è organizzato grazie al contributo di Regione Toscana, Ambasciata della Repubblica di Corea in Italia, Consolato Onorario della Repubblica di Corea in Toscana, Istituto Culturale Coreano di Roma, Comune di Firenze, Quartiere 1, Città Metropolitana di Firenze, MAD-Murate Art District, FST – Fondazione Sistema Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Sponsor: Asiana Airlines, Conad, Hotel Savoy, Hotel Number Nine, Klab, Hotel degli Orafi, Grand Hotel Mediterraneo, Hotel Pierre, The Student Hotel, Hotel Palazzo Ricasoli, PAC Prodotti alimentari Coreani, Jinro, Ristorante Coreano Gangnam, Trattoria Dall’Oste, Ristorante Boccanegra, Osteria del Borgo, Ristorante La Cocotte, Ristorante Acqua al 2, Hyundai- Brandini, Barunson, Istituto Alberghiero Saffi, Sbigoli Terrecotte, ARCI, Mazzanti Piume Media partner: AsianFeast.org, AsianWorld, Cinematographe, K-Tiger, Firenze Spettacolo, Movieplayer, Mugunghwa Dream, Mymovies, Novaradio, Radio Italia Cina, Radio Toscana, TaxiDrivers.

Guarda anche...

Giacomo Campiotti

Giacomo Campiotti al Firenze Film Corti Festival

Il regista della serie cult “Braccialetti Rossi” è ospite della rassegna fiorentina. Insieme a lui …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *