Home | In Cultura | Leone DAmbrosio presenta Liturgia de amor
Tommaso La Rocca
Tommaso La Rocca

Leone DAmbrosio presenta Liturgia de amor

“ Ho inserito in questa mia raccolta poetica tutti gli elementi più significativi della mia esperienza di vita” così lo scrittore-poeta Leone D’Ambrosio intende presentare il suo recente lavoro in rime con la singolarità di essere stato tradotto in lingua spagnola, dal titolo “Liturgia de amor”. Ed è il senso amoroso che viene a caratterizzare le liriche più rappresentative di questo interessante libro, che ha così commentato: “ Qui ho inserito la storia dei miei cari e dei miei affetti e di quelle sensazioni profonde ricevute di fronte al passare della vita”. L’interessante raccolta Liturgia de amor” ( Poesias 2002-2012), edizioni La Garùa poesia, è stata tradotta in spagnolo da Carlos Vitale e nella presentazione del garbato testo del poeta D’Ambrosio, la critica letteraria Lia Bronzi sottolinea l’importanza dei “versos que revelan un refinado ombre de cultura”. E lo scrittore pontino nativo di Marsiglia e originario di Sperlonga, mediante un vocabolario linguistico elevato evidenzia una capacità di immergersi a fondo nella mitologia classica riprendendo elementi di particolare valore sotto il profilo dei sentimenti e degli episodi più caratterizzanti. Una venatura dal sentito rilievo sentimentale fuoriesce da alcune rime familiari, nelle quali prende spunto da semplici riferimenti domestici, per ricordare la figura del caro padre, sintetizzati nei seguenti versi: “L’aranceto t’aspetta obbediente/ e il vigneto più non cresce,/ intorno ci sono le tue scarpe/ sporche di calce secca/ e la custodia degli occhiali/ ha l’impronta delle tue pupille…” laddove è prevalente il ricordo del padre. E tra gli astri, di particolare suggestione assume la presenza della luna che in questa stessa poesia intitolata “L’impronta delle tue pupille ( in spagnolo La huella de tus pupilas) “ è seme di fuoco/ per calmare la sete,/ scricchiolano le stelle/ e nella vecchiezza eterna/ tu trabocchi di calma”. Leone D’Ambrosio è una delle voci più nuove e creative del panorama poetico italiano, al punto che diversi scrittori lo hanno valorizzato esprimendo giudizi molto favorevoli e opportuni, e tra questi, i significativi nomi di Natalia Ginzburg, Maria Luisa Spaziani, Stanislao Nievo.

Guarda anche...

Tommaso La Rocca e Saverio Vallone a Ferrara

“Dalla Bassa del Po alla pianura pontina“ è questa una possibile interpretazione della prima opera …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi