Electroclassic Festival

Conclusa la seconda edizione di Electroclassic Festival

Artisti e ricercatori di fama internazionale in collegamento da luoghi simbolo della cultura e dello spettacolo di Milano. Si è conclusa domenica 29 novembre 2020 la seconda edizione di ELECTROCLASSIC FESTIVAL, la rassegna musicale in cui l’elettronica incontra gli strumenti tradizionali, che ha presentato, dal 22 al 29 novembre, otto appuntamenti indiretta streaming sui canali ufficiali del festival in cui si sono tenuti talk, esibizioni live, performance di artisti italiani e ricercatori di fama internazionale.

Ideato e diretto da FLORALEDA SACCHI (artista pluripremiata e vincitrice di un Latin Grammy) in collaborazione con Piero Chianura (fondatore di BIGBOX MAGAZINE e MUSICEDU), patrocinato dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano, il festival ha proposto una serie di progetti di musica dal vivo alternati da momenti di discussione e condivisione mediati da Piero Chianura, caratterizzati da un’apertura alla contaminazione e alla multidisciplinarietà artistica. Protagonisti del Festival sono stati artisti, ma anche ricercatori sul suono interpretato come fonte di benessere e conoscenza di sé, pratica fondamentale per essere musicisti consapevoli.

Sono stati molto apprezzati anche gli appuntamenti con la Call for Electroclassic e l’esclusivo Electroclassic MIX realizzato su Mixcloud da Painé Cuadrelli, entrambi frutto della collaborazione con il Corso di Sound Design della scuola di Arti Visive dello IED – Istituto Europeo di Design.

Electroclassic Festival è stata una delle poche manifestazioni musicali a confermare il suo svolgimento proprio nella settimana in cui la Lombardia è entrata nella cosiddetta “zona rossa”, ma il successo degli otto eventi trasmessi in streaming non era per nulla scontato:

“In un momento in cui le relazioni interpersonali sono state stroncate dall’isolamento e dal blocco delle attività collettive” – spiega la direttrice del festival Floraleda Sacchi- “siamo riusciti a coinvolgere sia i musicisti, che si sono fidati di noi ringraziandoci per aver portato avanti il festival con professionalità, sia i responsabili delle sedi che ci hanno ospitato e con i quali abbiamo condiviso quel calore umano così importante in questo momento, sostenendoci a vicenda. La presenza del pubblico è impagabile quando si tratta di concerti”, prosegue Floraleda Sacchi, “ma siamo felici che il nostro lavoro di cura sulla qualità audio e video dello streaming online sia stato apprezzato da molte persone”.

“I musicisti sono i protagonisti di Electroclassic Festival”- aggiunge Piero Chianura- “ma non era per nulla scontato il grande interesse dimostrato dal pubblico per i tre appuntamenti dedicati alla ricerca del benessere attraverso il suono. È evidente che l’autorevolezza e la grande capacità comunicativa dei personaggi coinvolti da Floraleda, insieme alle performance acustiche ed elettroniche che hanno integrato le loro interviste, hanno stimolato l’interesse del pubblico generando un gran numero di visualizzazioni”.

Gli streaming video degli otto eventi Electroclassic Festival hanno ottenuto nella settimana dal 22 al 29 novembre 11.605 visualizzazioni sul canale Electroclassic Festival di Youtube e 6.694 sulla pagina Facebook di Amadeus Arte.

È possibile rivedere tutti gli eventi ai seguenti link:

https://electroclassicfestival.com/

www.youtube.com/electroclassicfestival

https://www.facebook.com/amadeusarteeventi

Electroclassic Festival è un progetto nato nel 2019 da un’idea di Amadeus Arte, già organizzatore dal 2006 del prestigioso LakeComo International Music Festival e attivo nella promozione di artisti e compositori, e organizzato in collaborazione con BigBox, editore dell’omonima freepress specializzata, della testata MusicEdu e co-organizzatore del FIM, Salone della Formazione e dell’Innovazione Musicale di Milano. L’idea fondante del festival Electroclassic, di cui è direttrice artistica Floraleda Sacchi, è proporre al pubblico una selezione di progetti di musica dal vivo, la cui caratteristica comune è quella di sfruttare le moderne tecnologie digitali per arricchire le personalità timbriche degli strumenti tradizionali in chiave espansiva e non limitativa.

Guarda anche...

Mudec

Il Mudec lancia la miniserie “10 x 10”

In attesa della riapertura del museo, all’interno del palinsesto 2020-2021 legato alla creatività femminile “I …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi