Marcos Vinicius

Italia-Brasile – Niente calcio ma un Festival dedicato alla musica di Vinicius

Dal Primo al 4 settembre la chitarra in campo. Dove? Dall’altra parte dell’oceano, in quella nazione conosciuta, ovunque, come il Paese a forma di cuore.


E a dirla proprio tutta: in entrambi i due Paesi c’è qualcosa dell’altro.


Nel senso che Marcos Vinicius, chitarrista brasiliano doc nato a Congonhas – cittadina Patrimonio dell’Unesco – ha oramai, da più di vent’ anni, una buona parte del nostro sangue che gli scorre nelle vene.


Un sangue intriso di colori, movenze, atmosfere (artistiche e umane) tipiche della sua terra che sapientemente si sono amalgamate con cultura, tradizioni e lingua autoctone.


Interprete fra i più acclamati nel mondo e autore prolifico portato a Milano (per un caso che di fortuito, poi si è compreso, aveva poco nulla), oltre venti anni fa, grazie alla lungimiranza di don Pigi Bernareggi (cofondatore di CL), si è poi lasciato adottare, per mettere qui radici pur continuando a viaggiare volando a bordo delle sue sei corde.


Sarà FIVE (Festival Internacional de Violao do Espìrito Santo), kermesse chitarristica, che dedicherà questa Edizione 2021proprio a Vinicius suo fiore all’occhiello, esponente di spicco in ambito internazionale.


Al Festival (quest’anno online), organizzato da Moacyr Texeira Neto, apprezzato chitarrista, partecipano musicisti da tutto il mondo che omaggeranno il Vinicius autore, dando vita e interpretando le sue opere più amate.

di Anita Madaluni

Guarda anche...

Jean-Michel Jarre

Jean-Michel Jarre concerto di Capodanno a Notre-Dame

In collaborazione con la città di Parigi e con il patrocinio dell’UNESCO, il pioniere della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.