Garrincha Dischi e l’omaggio a Battiato

Alla vigilia dei 40 anni dall’uscita de La Voce del Padrone, Garrincha Dischi si appresta a pubblicare la sua personalissima versione del capolavoro di Franco Battiato, un omaggio firmato dal collettivo Garrincha Star All-Stars con il titolo “La Vibe del Padrone”, in uscita il prossimo 24 settembre in vinile e su tutte le piattaforme streaming.

L’album, prodotto e arrangiato presso il Donkey Studio di Medicina da Matteo ‘Costa’ Romagnoli insieme ai sodali Francesco ‘Frank Agrario’ Brini e Nicola ‘Hyppo’ Roda, conta una nutrita schiera di artisti della storica etichetta bolognese, che il prossimo anno compirà 15 anni di attività. Un album corale che rappresenta un primo step di avvicinamento ai festeggiamenti previsti nella primavera 2022 e per farlo chiama alle arti Lo Stato Sociale, España Circo Este, The Bluebeaters, Keaton, COSTA!, lili, oltre a Gregorio Sanchez, CIMINI e Jacopo ET. Una big band pronta a riproporre i brani che hanno reso “La Voce del Padrone” una pietra miliare della storia cantautorale italiana, riarrangiati per lo più in levare o comunque in stile afro e sudamericano: “tutto molto poco italiano”, come direbbe il buon Stanis La Rochelle in Boris.

«Si puo’ dire che tutto il progetto sia iniziato dalla versione di “Summer on a solitary beach” cantata da Checco – così racconta Matteo Romagnoli, fondatore di Garrincha Dischi – «tra il 2012 ed il 2013 Lo Stato Sociale aveva fatto 199 concerti in appena 19 mesi, quelli successivi all’uscita del primo album “Turisti della democrazia”. Durante l’ultima estate di quel tour, per tre mesi Checco cantava questo brano ukulele e voce. E la cantava già in un modo molto simile a quello di questa registrazione. I Garrincha Star All-Stars esistevano già ed avevano da poco pubblicato “Com’è profondo il levare”, versione reggae-dub del capolavoro di Lucio Dalla “Com’è profondo il mare” e, dopo aver ascoltato la splendida versione di Checco di “Summer on a Solitary Beach”, abbiamo iniziato a pensare all’idea di rileggere per intero anche “La voce del padrone”».

TRACKLIST :

  1. La Vibe del Padrone: Introduzione – Garrincha Star- All Stars
  2. Summer on a Solitary Beach – Garrincha Star-All Stars feat. Lo Stato Sociale
  3. Bandiera bianca – Garrincha Star-All Stars feat. Jacopo Et, Lo Stato Sociale
  4. Gli Uccelli – Garrincha Star-All Stars feat. Gregorio Sanchez
  5. Cuccurucucù – Garrincha Star-All Stars feat. The Bluebeaters
  6. Segnali di vita – Garrincha Star-All Stars feat. COSTA!
  7. La Vibe del Padrone: Interludio – Garrincha Star- All Stars
  8. Centro di gravità permanente – Garrincha Star-All Stars feat.CIMINI
  9. Sentimiento nuevo – Garrincha Star-All Stars feat. España Circo Este
  10. La Vibe del Padrone: Conclusione – Garrincha Star-All Stars

In vista del quindicesimo compleanno dell’etichetta bolognese, Garrincha decide così di festeggiare omaggiando uno dei dischi più belli di sempre, purtroppo nell’anno della scomparsa del suo autore Franco Battiato, incommensurabile fonte di ispirazione.

CREDITI

CP 2021 Garrincha Dischi. Prodotto da Matteo Costa Romagnoli, Nicola “Hyppo” Roda e Francesco Brini. Registrato da Matteo Costa Romagnoli e Nicola “Hyppo” Roda presso il Donkey Studio di Medicina (Bo).

Missato da Nicola “Hyppo” Roda. Assistenti di studio: Antonio Del Donno e Virginia Faraci. Masterizzato da Francesco Brini presso lo Spectrum Studio di Bologna.

Musica di Franco Battiato, Giusto Pio. Parole di Franco Battiato. Edizioni: Emi Music Publishing Italia srl.

La vibe del padrone Introduzione, Interludio e Conclusione sono di Matteo Romagnoli, Nicola Roda, Gianluca Senatore, Francesco Brini, Salvatore Viscardi, Elia Dalla Casa, Enrico Lupi, Danilo Scuccimarra, Enrico Roberto. Edizioni: Garrincha Edizioni Musicali. Artwork di Andrea Baraldi.

Impaginazione di Stefano Bazzano.

I Garrincha Star All-Stars sono: Matteo Costa Romagnoli (chitarra, voce su “Segnali di vita” e cori), Nicola “Hyppo” Roda (chitarre), Gianluca “Cato” Senatore (basso, chitarra), Francesco Brini (batteria, percussioni), Salvatore Viscardi (batteria, percussioni), Elia Dalla Casa (sax), Enrico Lupi (tromba), Danilo Scuccimarra (organo, pianoforte) ed Enrico Roberto “Carota” (synth, produzione, voce su “Centro di gravità permanente”).

Hanno partecipato: lili (cori su Summer on a solitary beach, Gli uccelli, Segnali di vita, Centro di gravità permanente), Francesco “Checco” Draicchio (voce su “Summer on a solitary beach), Lodo Guenzi e Jacopo ET (voci su “Bandiera Bianca”), Gregorio Sanchez (voce su “Gli uccelli”), Patrick “Pat Cosmo” Benifei (voce su “Cucurucucù”), Paolo “The Angelo” Parpaglione (sax su “Cucurucucù”), Ferdinando “Count Ferdi” Masi (batteria su “Cucurucucù”), Riccardo Albini Trissino (basso su “Cucurucucù”), Enrico Allavena (trombone su “Cucurucucù”), CIMINI (voce su “Centro di gravità permanente”), Marcello Putano (voce su “Sentimento Nuevo”).

Guarda anche...

battiato

Esce “Franco Battiato: The Complete Collection”

Per celebrare il genio e l’estro di uno dei più amati ed ammirati artisti italiani, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.