River to River Florence Indian Film Festival

Una giornata dedicata alle donne al River to River Florence Indian Film Festival


Si chiude con una giornata dedicata alla forza delle donne il River to River Florence Indian Film Festival, unico evento cinematografico in Italia che esplora il volto dell’India contemporanea, con la direzione di Selvaggia Velo, arrivato quest’anno alla 23/ma edizione. Protagoniste della programmazione di martedì 12 dicembre presso il cinema La Compagnia (via Cavour 50/R) donne che lottano contro un sistema tradizionalista e conservatore, senza paura di rompere gli schemi, alla ricerca della propria identità: dalla prima autista di risciò in Bangladesh, al centro del documentario in prima europea “It’s time to rise up – I am a rickshaw puller” di KM Taj-Biul Hasan (ore 17.30), alla battaglia dell’attivista ex sposa bambina Fatima Khatun in “Fatima” di Sourabh Kanti Dutta (ore 18.30), sempre in prima per l’Europa,  fino al rapporto tra madre e figlia nel film “Goldfish” di Pushan Kripalani (ore 20.30), in prima italiana, interpretato dall’attrice e modella Kalki Koechlin, celebre nel ruolo di Batya Abelman nella serie Netflix “Sacred Games”, e dall’icona del cinema hindi Deepti Naval. River to River Florence Indian Film Festival si svolge con il patrocinio dell’Ambasciata dell’India, sotto l’egida di Fondazione Sistema Toscana nell’ambito della “50 Giorni di Cinema a Firenze”, con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema e Audiovisivo, Regione Toscana, Comune di Firenze e Fondazione CR Firenze.

Scendendo nel dettaglio del programmaIt’s time to rise up – I am a rickshaw puller” (Bangladesh, 2021, 25’) è la storia di Rahela Begum, che in una società fortemente maschilista decide di diventare la prima donna a guidare un risciò di professione. Una ragazza madre che lotta per i propri diritti e per abbattere gli stereotipi in un documentario motivazionale e pieno di speranza. A seguire la proiezione di Fatima” (India, 2022, 59’), alla presenza del produttore Peter Kirby: il racconto di una donna che ha avuto la forza di ribellarsi e combattere il traffico sessuale nella propria comunità, nello Stato del Bihar al confinante con il Nepal. Una storia di difficoltà, ma anche sulla speranza di poter creare un mondo migliore per sé e per chi verrà dopo. A conclusione della giornata, alla presenza della produttrice Pooja ChauhanGoldfish” di Pushan Kripalani (UK, 2022, 102’) con protagoniste una madre e una figlia – interpretate dalle star Deepti Naval e Kalki Koechlin – che si ritrovano dopo più di dieci anni per affrontare insieme sfide personali e difficoltà, in una storia intensa che tratta con delicatezza e ironia un tema importante.

Alle 18.00 nella saletta gli ultimi due episodi della terza stagione di “Four More Shots Please” di Joyeeta Patpatia (India, 2022, 82’), in cui le protagoniste tentano di risolvere i loro problemi con la speranza riposta nell’inizio del nuovo anno. E ancora un evento speciale: la tradizionale lezione di cucina indiana al Cescot in Piazza Pier Vettori 8/10 dalle 18 alle 21 (costo: 25€ – informazioni al 0552705306 o g.beni@cescot.fi.it ).

River to River Florence Indian Film Festival si svolge con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India, sotto l’egida di Fondazione Sistema Toscana nell’ambito della “50 Giorni di Cinema a Firenze” – parte del Progetto Triennale Cinema, sostenuto dal Ministero del Turismo, dalle istituzioni locali e realizzato grazie al Protocollo d’Intesa tra Comune di Firenze, Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana, Fondazione CR Firenze, Camera di Commercio di Firenze. Con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema e Audiovisivo, Regione Toscana, Comune di Firenze e Fondazione CR Firenze. Sponsor: Publiacqua e Salvatore Ferragamo. Partner tecnici: Consiglio regionale della Toscana, Diligentia, fsm – Fondazione Studio Marangoni, Hotel Roma, Amblè, Libreria Brac, Cescot Firenze. Media Partner: Firenze Spettacolo e RDF.

Il River to River Florence Indian Film Festival si impegna a tutelare l’ambiente, riducendo rischi e impatti, tramite scelte responsabili che limitino il suo impatto ambientale e promuovano l’efficientamento energetico, l’utilizzo responsabile delle risorse e il corretto smaltimento dei rifiuti.

Nel sito web del Festival è stato aggiunta una sezione sulla sostenibilità ambientale (https://www.rivertoriver.it/sostenibilita/), all’interno della quale è possibile scoprire le azioni che il River to River intende perseguire a partire da questa edizione.

A tal proposito, tra i nuovi partner del Festival quest’anno si è aggiunta Diligentia, un’associazione per la responsabilità d’impresa e di sviluppo sostenibile.

INFO

www.rivertoriver.it

Facebook /rivertoriverfiff

Twitter & Instagram @river2riverfiff

Youtube /RiverToRiverFIFFestival

Hashtag #R2RFIFF

INGRESSI

mattina: 4,00 €

pomeridiano: singolo 4,00 €; completo: 6,00 € (include le proiezioni pomeridiane del giorno scelto)

serale: intero 6,00 €; ridotto 5,00 € (studenti DAMS; Pro. Ge. A.S, possessori biglietto Museo Salvatore Ferragamo)

giornaliero: 10,00 €

abbonamento completo: 40,00€

I biglietti per la sala sono in vendita alla cassa del cinema o online su cinemalacompagnia.ticka.it

Comunicato Stampa: Chiarello Puliti & Partners


Guarda anche...

Banksy

Ucraina, a Firenze i murales di Bansky sui palazzi distrutti

Il cinema Astra presenta in un’occasione unica e irripetibile Murals, una video-installazione che riprende i murales …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *